Home Page Business

Friuli-Venezia Giulia, il bando per la digitalizzazione delle PMI

La Regione concede contributi a fondo perduto a imprese di ogni dimensione per la realizzazione di progetti innovativi. Ecco i dettagli del bando

DATA APERTURA dal 21 lug 2020 al 15 sett 2020
regione Friuli-Venezia Giulia

La competitività e l’evoluzione di un territorio passa anche per la capacità delle imprese di migliorare e apportare innovazione ai propri processi e alla propria organizzazione. Con questo assunto nasce l’iniziativa della Regione Friuli-Venezia Giulia, che mette a disposizione delle imprese del territorio contributi a fondo perduto pensati per sostenere la realizzazione di progetti innovativi. Le agevolazioni sono rivolte a particolari settori economici. Le domande possono essere presentate fino al 15 settembre 2020.

Scheda riassuntiva bando Friuli Venezia Giulia

  • Nome del bando: Incentivi alle imprese per attività di innovazione di processo e dell’organizzazione – aree di specializzazione agroalimentare, filiere produttive strategiche, tecnologie marittime e smart health – Bando 2020
  • A chi è rivolto il bando: imprese del Friuli-Venezia Giulia
  • Fondi disponibili: 8.960.927,60 euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Friuli-Venezia Giulia
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domande: 21 luglio 2020. Data fine invio domande: 15 settembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è incentivare la realizzazione di progetti innovativi che coinvolgono processi e organizzazione dei settori agroalimentare, filiere produttive strategiche, tecnologie marittime e smart health. La modalità di concessione dei contributi è disciplinata dalla deliberazione n.991 della Giunta Regionale del 3 luglio 2020. Per realizzare il bando sono stati stanziati 8.960.927,60 euro.

Soggetti interessati

I finanziamenti si rivolgono a imprese di ogni dimensione e appartenenti al settore manifatturiero e terziario che svolgono attività nelle seguenti aree di specializzazione intelligente (Codici Ateco 2007 pubblicati nel bando):

  • Agroalimentare
  • Filiere produttive strategiche: Filiera metalmeccanica e Filiera sistema casa
  • Tecnologie marittime
  • Smart Health

Le imprese selezionate dovranno avere sede in Friuli-Venezia Giglia e possedere capacità amministrativa, operativa e finanziaria adeguate al sostegno del progetto.

Contributo

L’agevolazione è concessa sottoforma di contributo a fondo perduto con una percentuale diversa in base alla dimensione dell’azienda:

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

  • 60% per micro, piccola impresa
  • 45% media impresa
  • 25% grande impresa

Ogni impresa può avere un contributo massimo di 150 mila euro.

Spese ammesse dal bando

I progetti finanziabili sono finalizzati a innovare sia il processo organizzativo dell’impresa richiedente e devono avere una durata di 15 mesi, che può essere prorogata per ulteriori 3 mesi. I progetti devono essere avviati dopo la presentazione della domanda e non oltre 3 mesi dopo la concessione del contributo.

Sono ammissibili le spese che permettono di realizzare il progetto innovativo proposto, e nello specifico riguardano l’acquisto di strumenti, attrezzature, materiali, software, brevetti e beni immateriali, ma anche le spese per la manodopera, consulenza da parte di esperti qualificati, enti di ricerca e altre prestazioni. Le spese ammissibili partono da 30 mila euro per le piccole imprese, 75 mila euro per le medie imprese e 150 mila euro per le grandi imprese. Le spese non possono essere oggetto di altre agevolazioni statali, né finanziamenti europei, ad eccezione degli aiuti erogati sotto forma di garanzia in regime “de minimis” o ai sensi del regolamento (UE) n. 651/2014 (tranne per fondi diversi dal FESR).

Le spese rendicontate devono essere certificate da un soggetto revisore iscritto alla Direzione centrale attività produttive. Anche la spesa per la certificazione è ammissibile al contributo.

Termine di scadenza

Le domande possono essere presentate dalle ore 10:00 del 21 luglio 2020 alle ore 16:00 del 15 settembre 2020.

pmi guida
Incentivi per le PMI
Le regole per
accedere ai contributi

SCARICA PDF GRATIS

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione richiesta nel bando devono essere presentate esclusivamente in via telematica accedendo alla sezione Direzione Centrale Attività ProduttiveServizio Industria e Artigianato della piattaforma www.regione.fvg.it. La domanda può essere ammessa dopo l’apposizione della firma digitale e la convalida definitiva. All’interno della piattaforma online è presenta il documento con le linee guida per la compilazione e trasmissione della domanda.

Controlli ed eventuale revoca contributi

L’istruttoria delle domande viene fatta tramite valutazione a sportello, cioè secondo l’ordine cronologico di invio, fino all’esaurimento delle risorse disponibili e comunque entro il termine di scadenza indicato. Le domande sono sottoposte a verifica dei requisiti del richiedente e vengono ammesse anche in base alle caratteristiche innovative del progetto.

Viene presa in considerazione anche la capacità amministrativa, finanziaria e operativa del candidato. I contributi sono concessi entro 120 giorni dalla presentazione della domanda.

Nel Capo VIII del bando sono elencati gli obblighi e i vincoli dei beneficiari, che sono tenuti a realizzare i progetti secondo quanto descritto nella domanda di partecipazione, che contiene anche il preventivo di spesa, poi approvato in fase di istruttoria. I candidati devono anche comunicare eventuali variazioni del progetto, pena la decadenza del contributo.

Le imprese a cui viene concesso il contributo non devono chiudere o spostarsi fuori dal territorio regionale per un periodo che corrisponde a 3 anni per le PMI e 5 anni per le grandi aziende, a partire dalla data di fine dei lavori. Le aziende che non rispettano obblighi e disposizioni del bando subiranno la revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati possono essere consultati e scaricati dal sito della Regione Friuli Venezia Giulia.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il Servizio industria e artigianato in Via Trento 2 a Trieste oppure i seguenti funzionari:

  • Alessandra Visalli – tel. 040 3772403 – alessandra.visalli@regione.fvg.it
  • Fulvio Petroselli – tel. 040 3772478 – fulvio.petroselli@regione.fvg.it
  • Luigino Bozzer – tel. 0432 555989 – bozzer@regione.fvg.it
  • Matteo Flebus – tel. 0432 555080 – matteo.flebus@regione.fvg.it
  • Nadia Bonazza – tel. 040 3772436 – nadia.bonazza@regione.fvg.it

Per le comunicazioni ufficiali legate al bando è possibile utilizzare l’indirizzo PEC economia@certregione.fvg.it

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...