Come promuovere un corso di yoga

Ecco gli strumenti da usare - online e offline - per aumentare le iscrizioni al tuo corso di yoga e dare autorevolezza al brand

Alt text

Cresce costantemente la consapevolezza verso il benessere psicofisico e sempre più persone si rivolgono alle discipline più antiche, come lo Yoga, per ritrovare un equilibrio interiore e una piena forma fisica. Il mercato è quindi in piena espansione e particolarmente favorevole per chi desidera aprire e portare al successo uno studio di yoga o dare una svolta alla propria attività.

Per attrarre sempre più allievi ai propri corsi, ai propri workshops o ai propri eventi, è utile iniziare a pianificare una strategia di marketing che possa comunicare al meglio il brand e pubblicizzare l’attività al maggior numero di persone possibile. Dopo aver dato una personalità ben definita al proprio marchio e aver individuato il target di pubblico al quale ci si vorrebbe rivolgere, come promuovere efficacemente un corso di yoga, sfruttando l’universo virtuale e quello offline?

Siti web e corsi di yoga: come promuovere offerte online

Oggigiorno qualsiasi cliente utilizza il web per trovare la risposta alle proprie esigenze e raccogliere informazioni sui prodotti, i corsi e i servizi che vorrebbe provare. Farsi trovare online con un sito web professionale, sempre aggiornato e facilmente fruibile è assolutamente indispensabile per sperare di attirare nuovi studenti ai propri corsi.

Oltre che realizzato con cura, il sito dovrà anche essere ottimizzato a livello SEO, perché possa essere facilmente trovato e indicizzato dai motori di ricerca e quindi comparire ai primi posti della SERP. È importante utilizzare le chiavi di ricerca più in linea con la nicchia di pubblico che si sta cercando di conquistare ed è essenziale oggi anche integrare nel sito web un blog, nel quale pubblicare articoli di approfondimento concretamente di valore per il pubblico di riferimento. Un ottimo modo per rafforzare la propria autorevolezza e la curiosità verso la propria proposta.

La forza del Paid Advertising

Oltre a costruire un sito ben fatto, coerente e ottimizzato, è un’ottima idea anche unire alla promozione organica le strategie di advertising a pagamento. Il modo più facile per farlo è sfruttare le potenzialità di Google Ads, che offre una piattaforma pubblicitaria decisamente strutturata ed efficace, dalla quale creare e pubblicare online le proprie inserzioni.

La logica alla base è quella del Pay Per Click: quando un utente che naviga online cercherà keywords attinenti alla propria attività e alle proprie offerte, si imbatterà negli annunci realizzati e, solo nel momento in cui ci cliccherà sopra, l’inserzionista sosterrà il costo della promozione.

:

Crea la tua
campagna pubblicitaria online!

Scopri come

Il ruolo dell’email marketing

Oltre a presentare l’attività dell’insegnante o della scuola, un valido sito web potrebbe anche fungere da punto strategico di lead generation, ossia da fonte di contatti utili da raccogliere in un database e utilizzare per comunicazioni email mirate e coinvolgenti. Come spingere però gli utenti a lasciare i propri dati e la propria mail personale?

La tattica è quella di invogliarli attraverso un incentivo, come un ebook, un PDF di approfondimento, una prova gratuita o un workshop di presentazione dei corsi. Grazie a questi “ganci” i potenziali studenti saranno spinti a offrire i propri dati e a controllare la loro casella di posta in attesa di comunicazioni da parte del brand che li incuriosisce.

Una volta ottenuto questo risultato è possibile inserire i contatti all’interno di un flusso di mail dal forte appeal che tenga viva l’attenzione verso la scuola e l’offerta che li ha attratti inizialmente. Questo sarà un utilissimo punto di contatto per poi incanalare proposte, offerte esclusive, informazioni utili e spunti originali agli utenti iscritti alla mailing list.

Realizza le migliori campagne
su Facebook e Instagram

Scopri come

I social media: un universo di opportunità

Aprire profili social è oggi indispensabile per avere una piattaforma di comunicazione efficace con il pubblico che si desidera raggiungere. Creare account su ogni social network però non è la strategia giusta per veicolare il proprio messaggio. È fondamentale, invece, scegliere la piazza virtuale più adatta a intercettare il tipo di utenti con cui si desidera parlare: ogni singolo social infatti è frequentato da uno specifico target di potenziali clienti e avere chiare le proprie buyer personas è indispensabile per non sprecare tempo e risorse con le strategie sbagliate.

In ogni caso le tematiche legate allo yoga e alla crescita personale suscitano sempre più interesse online e il trend andrebbe assolutamente cavalcato in modo smart da chi desidera promuoversi. Oltre a pubblicare post e iniziative sui social è possibile anche iscriversi a gruppi, come quelli Facebook, per interagire con i membri di una community potenzialmente incuriosita dalle pratiche dello Yoga, oppure anche utilizzare le piattaforme di advertising proprie delle piattaforme social per arrivare a una platea ampia e ben segmentata di potenziali clienti.

Un’idea in più è quella di volgere a proprio vantaggio la popolarità dei più coinvolgenti influencer in qualche modo vicini alle discipline del benessere, per arrivare dritti al cuore dei loro affezionati seguaci e sfruttare appieno la loro autorevolezza per pubblicizzare il proprio brand.

Come promuovere un corso di yoga offline?

Nell’era di internet ha ancora senso divulgare la propria offerta anche fuori dal web? Certamente sì, soprattutto quando si tratta di un’attività come un corso di yoga, che spesso molti cercano vicino a casa o al luogo di lavoro e al quale si avvicinano di sovente per un veloce passaparola tra amici, parenti o colleghi.

È quindi essenziale lavorare sulla propria immagine coordinata aziendale e definire i tratti del proprio brand, come logo, font, personalità, tono di voce, colori e così via, per poi riportare tutto non solo online, ma anche su biglietti da visita, volantini, brochure e altro materiale promozionale cartaceo.

Possono essere utili anche nel contesto di fiere ed eventi di settore, uniti anche a gadget simpatici e utili, come magliette della propria scuola, penne, agende, tessere personalizzate o qualsiasi altro oggetto che permetta all’allievo interessato di avere sempre con sé il marchio e i riferimenti della scuola o del maestro che vorrebbe contattare, nonché di divulgarli facilmente ad altri interessati.

Non bisogna inoltre mai dimenticare che gli ambassador migliori per il proprio brand sono ovviamente gli studenti soddisfatti del loro percorso: tenere sempre alta la qualità dell’insegnamento è fondamentale perché i propri allievi siano sponsor e promotori entusiasti dei propri corsi. Utilissime in questo senso anche le promozioni che consentono di regalare sconti e lezioni di prova a potenziali nuovi corsisti, in modo che siano incentivati ad avvicinarsi alla scuola e ad averne un’esperienza diretta.

Caricamento contenuti...