Home Page Business

Che cos'è Google Analytics e a cosa serve

Google Analytics è un tool che ti permette di monitorare il tuo sito web e di studiare il comportamento dei visitatori. Ma come si leggono i dati di Google Analytics? Ecco come utilizzare lo strumento a vantaggio del tuo business.

Alt text

Google Analytics è lo strumento di monitoraggio gratuito, sviluppato da Google, che misura le prestazione del tuo sito in termini di risultati assoluti e in relazione al pubblico.

Per esempio ti consente di sapere quanti utenti visitano giornalmente/mensilmente il tuo sito web, quale dispositivo usano, quanto tempo stanno sul sito e su quali pagine navigano.

In pratica, ti consente di profilare il tuo pubblico in modo tale da ottimizzare le prestazioni sia off-site (campagne promozionali e SEO), che on-site (conversioni, utilizzo del sito e contenuti). Senza questa attività di monitoraggio ogni sviluppo è impensabile, perché come diceva Lord Kelvin: “Se non lo puoi misurare non lo puoi migliorare”.

Quali sono i dati importanti di Google Analytics?

Non esistono dati più o meno importanti, ma solo dati più o meno confacenti all’obiettivo prefissato. Possiamo però identificare nella home page di Google Analytics alcuni dati che offrono una rapida e immediata panoramica sulle prestazioni del tuo sito web. Come ad esempio:

  • Utenti: un utente è un visitatore unico (o nuovo) del sito web e questo dato indica quanti visitatori hanno navigato sul sito in un intervallo di tempo.
  • Sessioni: quante interazioni (p. es. visualizzazione di una pagina, clic su un collegamento, o acquisto un prodotto) un visitatore effettua con il sito in un intervallo di tempo.
  • Visualizzazioni di pagina: numero totale di pagine visualizzate.
  • Frequenza di rimbalzo: quanti visitatori hanno premuto il pulsante indietro o hanno chiuso il sito web senza eseguire alcuna interazione, ma visualizzando soltanto una singola pagina.
  • Durata media della sessione: quanto tempo mediamente un visitatore rimane sul sito durante la navigazione.

Come attivare Google Analytics?

Lo strumento si attiva creando un account Google Analytics e aggiungendo un codice di monitoraggio al proprio sito web. Si tratta di una procedura non complessa, ma che deve essere eseguita in modo corretto per evitare il mal funzionamento dello strumento.

Crea il tuo sito in autonomia!

Scopri come

Per sollevarsi da ogni possibile complicazione esiste la possibilità di scegliere l’opzione “chiavi in mano”, come il sito fai da te di Italiaonline: soluzione full-optional che prevede non soltanto la possibilità di personalizzare il design e di posizionare il sito nei motori di ricerca, ma anche quella (vitale!) di valutarne le prestazioni grazie agli Analytics di Google integrati con quelli presenti nell’area personale, in modo automatico e senza bisogno di alcun passaggio manuale.

Vantaggi dell’analisi dati Google Analytics

Sapere se il tuo sito è rispondente ai gusti del pubblico target, se le tue campagne promozionali hanno successo, se le risorse sono state bene investite sono tutti aspetti essenziali per il funzionamento della tua attività e motivi più che sufficienti per utilizzare Google Analytics. Ecco in sintesi i cinque principali vantaggi di questo tool:

Crea il tuo sito in autonomia!

Scopri come

  • Misura le prestazioni del tuo sito web
  • Verifica se i tuoi sforzi di marketing stanno funzionando
  • Indica quale tipo di contenuto creare o quali prodotti elencare sul sito web
  • Segmenta il pubblico per età, sesso, Paese, dispositivo etc.
  • Ottimizza le pagine del sito web per aumentare le conversioni

Come interpretare i dati su Google Analytics?

Per interpretare i dati di Google Analytics in modo efficace servono tempo e applicazione. Lo strumento in sé e per sé è intuitivo nel funzionamento – è sufficiente infatti che sia ‘agganciato’ correttamente al sito – ma per sfruttare al massimo tutte le funzionalità non si può fare a meno di un po’ di studio e di tanta pratica.

Il concetto base dal quale partire è senza dubbio quello di metrica, che altro non è che uno standard di misurazione quantitativa. Google Analytics permette agli utenti di monitorare fino a 200 metriche diverse per misurare le prestazioni dei siti web. Difficile scegliere quali sono quelle alle quali prestare maggiore attenzione, ma in una ipotetica classifica di popolarità le seguenti metriche vanno sicuramente a podio:

  • Rapporto in tempo reale: mostra il numero di utenti attivi sul tuo sito in questo momento. È un report ottimo per misurare le prestazioni di una campagna che stai eseguendo finalizzata alle vendite, oppure alla promozione di contenuti.
  • Rapporto sul pubblico: suddivide il traffico del sito web e ti consente di conoscere l’età e il sesso dei tuoi visitatori, oppure il dispositivo che stanno utilizzando per la navigazione, o ancora il Paese dal quale generano traffico.
  • Completamenti di obiettivi: è il numero di volte nel quale i visitatori completano un’azione specifica, nota anche come conversione (p. es. click di un link, download di un file, acquisto di un prodotto e simili).

Tags:
Caricamento contenuti...