Youtube o Twitch: quale scegliere per fare live streaming

YouTube e Twitch sono due piattaforme che consentano, tra le altre funzioni, di fare delle dirette live: quali sono le differenze e quale scegliere tra le due soluzioni?

Alt text

YouTube è la piattaforma per video sharing più conosciuta al mondo e, nel tempo, ha allargato le sue funzionalità fino ad includere la possibilità di trasmettere in diretta. Twitch si è imposta a partire dal 2011, anno del suo lancio, come soluzione per avviare e condividere con altre persone live streaming.

Entrambe le piattaforme, quindi, hanno risposto all’esigenza degli utenti del web di pubblicare online contenuti in diretta. Ma quali sono le differenze tra YouTube e Twitch e quale piattaforma scegliere se si vuole iniziare a trasmettere live?

YouTube, dal video-sharing al live streaming

YouTube viene lanciato sul web nel 2005 e nasce principalmente come piattaforma di video sharing, conquistando un pubblico estremamente ampio in tutto il mondo. L’obiettivo, quindi, era quello di offrire agli utenti un contenitore dove fossero presenti una gran quantità di video pre-registrati e pre-editati, che riguardano differenti tematiche: cucina, musica, sport, tutorial, etc.

Nel corso del tempo, poi, YouTube si è reso conto della forza delle live streaming e ha deciso di ampliare le proprie funzionalità, offrendo ai suoi utenti anche la possibilità di trasmettere in diretta. Ha una buona velocità di trasmissione, un’interfaccia intuitiva che permette a tutti di fare video live anche senza avere competenze avanzate, ha un sistema di notifiche efficace, consente di ottenere con maggiore semplicità un’affiliazione e permette di conservare i contenuti prodotti sul proprio canale senza limiti temporali.

Gestisci la tua
Presenza sui Social

Scopri come

Twitch: caratteristiche e funzionalità

Twitch è la piattaforma di proprietà di Amazon lanciata sul web nel 2011 con l’obiettivo di creare uno spazio virtuale dove pubblicare video live. Viene immediatamente notata da un pubblico estremamente giovane, i gamer, che la utilizzano per mostrare agli altri utenti con la loro stessa passione lunghe sessioni di gioco.

Fin da subito, quindi, Twitch si dimostra più settorializzato rispetto a YouTube. Nel tempo, però, ha conquistato anche utenti interessati ad argomenti diversi e, oggi, vi si possono trovare contenuti estremamente eterogenei.

Twitch, attraverso un pannello video facile da configurare, permette di avviare rapidamente dirette e, anche dal punto di vista dell’utente, grazie alla barra di ricerca, è facile trovare ciò che si cerca. I contenuti restano a disposizione sul canale dello streamer per solo due settimane.

Rispetto a YouTube è più difficile guadagnare su Twitch con le affiliazioni, seppur non impossibile. È inoltre possibile avere un ritorno economico, soprattutto per i canali più popolari, anche attraverso iscrizioni al canale, pubblicità e donazioni dirette.

Oggi le piattaforme social sono davvero tante e ogni azienda può trovare quella ideale per le proprie esigenze. Orientarsi tra le alternative non è semplice e fare un passo falso può compromettere i risultati. Il team di Italiaonline, oltre ad offrire strumenti adatti a tutti i professionisti, propone anche consulenze mirate, che possono aiutare gli imprenditori a raggiungere i propri risultati di business.

Gestisci la tua
Presenza sui Social

Scopri come

Caricamento contenuti...