Home Page Business

Strategie organiche creative di Pinterest Marketing

Piattaforma in cui gli utenti cercano idee per ispirarsi, Pinterest può essere utilizzato gratuitamente in una strategia di marketing vincente.

Alt text

Sebbene sia nato nel 2010, e i tempi della copertura organica sui suoi “concorrenti” stiano ormai per finire, la popolarità di Pinterest non sembra destinata a scemare. Anzi: il social continua ad offrire alle aziende ottime (e gratuite) opportunità di crescita.

Sempre più esperti di marketing e aziende hanno sperimentato il potere che Pinterest ha nell’aumentare il posizionamento nei motori di ricerca, indirizzare traffico sul sito e accrescere l’importanza del brand. Perché Pinterest non è solamente un social media: è un gigantesco database di idee e di fotografie ispirazionali, utilizzate da utenti privati e professionisti per tutta una serie di scopi (dalle ricette agli outfit, fino all’arredo della casa).

Perché utilizzare Pinterest

Pinterest è una sorta di motore di ricerca “visivo”, in cui gli utenti possono cercare, salvare e caricare contenuti visivi (detti “Pin”) e aggiungerli poi ad un moodboard. La condivisione è dunque la chiave di tutto, motivo per cui per le strategie organiche Pinterest è la piattaforma migliore. Fondamentale è però saperlo usare in modo corretto, abbinando ai propri contenuti visivi le giuste keywords. In questo modo i 460 milioni di utenti possono scovarli quando fanno una specifica ricerca.

Perché includere Pinterest nella propria strategia di marketing? Principalmente, proprio per le opportunità organiche che offre. Il 95% dei Pin su Pinterest non è sponsorizzato, il che è stimolante: più un contenuto è interessante, più viene salvato, più è probabile che un utente diventi cliente (secondo le stime l’89% di chi utilizza il social lo fa per cercare ispirazione in vista di un futuro acquisto, e il 77% di chi lo frequenta si dice interessato a scoprire nuovi brand e prodotti).

Un altro aspetto da non sottovalutare è il fatto che Google ama Pinterest: spesso lo posiziona al primo posto nei risultati di ricerca. Utilizzando le giuste parole chiave, e inserendo il link nei propri Pin, è possibile diffondere il proprio brand e portare traffico sul sito.

Le strategie per sfruttare Pinterest al meglio

Non basta essere presenti su Pinterest per ottenere risultati apprezzabili. È anzi necessario:

  • fare una ricerca sulle parole chiave relative al proprio business che su Pinterest vengono cercate maggiormente;
  • ottimizzare le proprie bacheche: poiché vengono mostrate nei risultati di ricerca della piattaforma, è necessario che il loro nome e la loro descrizione siano SEO-friendly;
    ottimizzare i propri Pin: il titolo dei Pin è ciò che su Pinterest conta di più a livello SEO, quindi è fondamentale che contenga la giusta parola chiave e che sia breve (sotto i 100 caratteri);
  • descrivere i Pin: hai a disposizione 500 caratteri per farlo, ma assicurati che la keyword sia presente nei primi 50-60;
  • utilizzare i Rich Pin, capaci di sincronizzare le informazioni presenti sul suo sito web con le informazioni del Pin stesso, rendendolo così più ricco e interattivo oltre che direttamente collegato al sito. I Rich Pin possono essere Pin di prodotto (e includere dunque prezzo, disponibilità e informazioni di un prodotto, indirizzando l’utente verso la pagina del sito su cui quello stesso prodotto può essere acquistato), Pin di ricette (con dosi, porzioni, tempi di preparazione ecc.) o Pin di articoli (per condividere i tuoi blog post su Pinterest).

La prima cosa, quando scegli di includere Pinterest nella tua strategia di marketing, è fissare gli obiettivi che intendi raggiungere. A quel punto puoi giocare con la creatività, partendo dalle strategie che meglio funzionano sulla piattaforma.

Pubblica immagini attraenti

Proprio come Instagram, anche Pinterest è una piattaforma visiva. Le immagini che risaltano e catturano immediatamente l’attenzione devono dunque essere alla base della tua strategia. Cosa funziona di più? Sicuramente le foto ad alta definizione, ma anche gli still life creativi (un prodotto ambientato è molto più efficace di un prodotto fotografato su fondo bianco).

Gestisci la tua Presenza Online?
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Crea contenuti educativi

I contenuti educativi sono il vero punto di forza su Pinterest (l’84% degli utenti afferma che Pinterest è utilissimo per imparare cose nuove). Includi dunque nella tua strategia contenuti visivi didattici che aiutino le persone a imparare a fare qualcosa, dai video-tutorial alle istruzioni filmate di montaggio, fino alle soluzioni fai da te per la manutenzione di ciò che vendi.

Sii di ispirazione

Se le persone utilizzano Pinterest per trovare ispirazione, assicurati di ispirare. Dalle citazioni motivazionali alle testimonianze dei tuoi clienti, fino alla pubblicazione di foto emozionali, tante sono le strategie per catturare l’emotività degli utenti.

Crea contenuti informativi

I contenuti formativi sono un altro tipo di contenuto educativo che può aiutarti a coinvolgere il tuo pubblico su Pinterest. Crea infografiche che aiutino le persone a conoscere nuovi fatti e cifre rilevanti per il tuo settore o i tuoi prodotti, sempre con un occhio alla grafica e all’attrattività di ciò che posti.

Caricamento contenuti...