Home Page Business

Settore agricolo sempre più digitale: dati e opportunità da cogliere

L'Osservatorio Smart Agrifood mostra l'evoluzione del comparto e le importanti opportunità date dal digitale. Ecco cosa emerge dal report

Alt text

Agricoltura 4.0, un trend in continua crescita. Chi ha un’azienda nel settore agricolo si sarà sicuramente accorto dell’enorme evoluzione di questo comparto. Dopo il periodo di crisi legato alla pandemia, il mercato ha recuperato già dalla fine del 2020 registrando una crescita del 20% rispetto al 2019 e raggiungendo un valore di 540 milioni di euro.

La crescita è dovuta anche e soprattutto dall’acquisizione di competenze e strumenti innovativi, in particolare le soluzioni di agricoltura di precisione, tra cui attrezzature e macchinari connessi. L’Osservatorio Smart Agrifood ha studiato lo stato dell’arte, rilevando quali sono le tecnologie che si stanno diffondendo e che stanno permettendo alle aziende agricole di espandersi e superare la crisi. Questo ci indica quanto oggi sia importante abbracciare la trasformazione tecnologica, con strumenti di ogni tipo, inclusi quelli che migliorano la presenza online dell’azienda.

Settore agricolo e analisi dei dati: tecnologie più diffuse

Quella dell’Agricoltura 4.0 è un vera e propria rivoluzione. Il report ha contato 538 soluzioni innovative usate oggi nel settore in Italia, 100 in più rispetto al 2019. Tra gli strumenti più usati spicca l’analisi dei dati, un vero e proprio punto di partenza fondamentale per creare strategie e gestire tutte le attività.

Un elemento positivo è che i dati sono sempre più usati e condivisi lungo tutta la filiera e ciò ha avuto un impatto positivo sulla tracciabilità degli alimenti. Dal luogo di coltivazione, alla trasformazione delle materie prime fino alla produzione del prodotto finale: oggi gli strumenti digitali possono davvero raccontarci la storia di un prodotto. Le aziende che effettuano questo step hanno senza dubbio una maggiore affidabilità agli occhi del consumatore, sempre più interessato a conoscere la provenienza di un alimento.

Le soluzioni mobile sono aumentate del 65% rispetto al 2019, così come le piattaforme di elaborazione (+60%) e la blockchain. Non è un segreto che oggi i dati rappresentano una vera e propria risorsa per le aziende: occorre però sapere riconoscere quali sono le informazioni importanti, trovare sistemi per raccoglierle e usarle per raggiungere gli obiettivi aziendali prefissati. Si parla di un processo che richiede studio, competenze, strumenti specifici. Naturalmente l’importanza dei dati riguarda tutti i settori economici.

Gestisci la tua Presenza Online?
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Agrifood 4.0: ruolo dell’Internet of Things

Un’altra tecnologia che ha cambiato il settore è l’Internet of Things. Gli oggetti smart permettono alle aziende di gestire meglio il personale e i costi. Per esempio, si può decidere di effettuare mansioni automatiche tramite appositi strumenti, in modo da affidare un ruolo di maggiore competenza alle persone. L’Internet of Things riveste un ruolo cruciale nella semina e raccolta dei prodotti.

Dal report dell’Osservatorio Smart Agrifood emerge anche che il 60% delle aziende agricole utilizza almeno una soluzione digitale, il 38% più di una, mentre il 4% della superficie agricola italiana è coltivata con strumenti 4.0 e ciò significa che il comparto deve ancora sfruttare pienamente il suo potenziale. Accanto a queste soluzioni più innovative, sempre più aziende agricole adottano soluzioni tecnologiche più “tradizionali” come i software gestionali ma anche quelli per gestire i contatti dei clienti.

Agricoltura e marketing digitale

Mai come in questo periodo storico, le aziende agricole possono trarre beneficio dalla rete. Il web è ricco di opportunità: innanzitutto sono sempre più le aziende agricole ad avere un sito web. Inoltre, è possibile vendere online, fare branding, promuovere un particolare prodotto o alcune iniziative, come le fattorie didattiche o altre esperienze a contatto con la natura. Il mercato online del Food&Grocery di cui fa parte anche il settore agroalimentare vale oggi 1.6 miliardi di euro, ovvero il 5% dell’e-commerce italiano.

Nel 2020 è cresciuto del 39% rispetto all’anno precedente. E proprio durante l’emergenza sanitaria hanno avuto particolare fortuna di e-commerce di prodotti alimentari, perchè le persone non potevano recarsi presso i negozi per diverse ragioni.

Allo stesso tempo, sono sempre più disposte ad acquistare prodotti freschi e riceverli direttamente a casa. Quindi anche le aziende agricole stanno usando la rete per farsi conoscere, trovare nuovi clienti e stabilire con loro un rapporto diretto. Una delle iniziative di maggiore successo è quella della spesa a casa: il cliente scegliere ortaggi, frutta, verdura e altri prodotti e li riceve direttamente a casa dal produttore.

Questa soluzione, oltretutto, è perfettamente in linea con le nuove esigenze del consumatore: consumi naturali, a km zero e sostenibili. Ecco perchè per un’azienda agricola oggi è fondamentale curare la propria presenza online. E con Italiaonline si può fare in modo semplice ed efficace.

Gestisci la tua Presenza Online?
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Caricamento contenuti...