Home Page Business

Ritorno a scuola: come preparare l'e-commerce per settembre

Prepara l'e-commerce per il rientro a scuola: dall'individuazione del target alla scelta dei prodotti, ecco la guida per aumentare le vendite a settembre

Alt text

Con la fine dell’estate, molte famiglie si preparano al rientro a scuola: tra libri, zaini e altro materiale la spesa di tanti italiani tende a crescere proprio a ridosso del mese di settembre. Secondo una ricerca svolta da Federconsumatori, i genitori spendono circa 527 € in articoli per la didattica. In questo contesto, gli e-commerce hanno enormi opportunità di aumentare le vendite, il segreto è costruire un’offerta ad hoc pensata proprio per tutti i consumatori che in qualche modo sono coinvolti nel rientro tra i banchi di scuola. Non è strettamente necessario vendere specifiche categorie di prodotti, anzi ognuno può trovare la propria formula per incuriosire e accontentare i propri clienti. Ecco come fare.

E-commerce e rientro a scuola: individua il target

Il primo passo per pianificare la strategia di vendita pensata per il rientro a scuola è quello di individuare all’interno del proprio target dei sottogruppi potenzialmente interessati a prodotti specifici. Per esempio, se si ha un e-commerce di abbigliamento, si possono individuare bambini e ragazzi come categoria principale da coinvolgere nella strategia, proponendo degli outfit ideali per il primo giorno di scuola o interi corredi costituiti da diversi capi che includono l’ora di italiano, quella di educazione fisica e così via.

Ma il target può anche essere quello degli insegnanti. A tal proposito, ricordiamo che esiste il Bonus Docenti, un’incentivo all’acquisto introdotto da Governo Italiano, che corrisponde a 500 € da spendere anche per la formazione e l’aggiornamento. Quindi, l’idea di organizzare corsi di ogni tipo è rivolta alle società di formazione, che possono approfittare dell’aiuto e del rientro a scuola. Il bonus si può usare anche per acquistare libri, corsi, computer, software e così via.

E-commerce: ad ognuno i propri prodotti

In base al target individuato, nell’e-commerce verranno promosse particolari categorie di prodotto da acquistare. Ogni negozio può immaginare una soluzione per aumentare le vendite. Sicuramente chi vende materiale scolastico, come libri, zaini, cancelleria ha la strada spianata, ma anche attività apparentemente lontane da questo mondo, per esempio le farmacie online possono trovare la strada per aumentare le vendite a settembre.

Per esempio, ci sono tante categorie di clienti a cui una farmacia si rivolge, dai più piccoli ai nonni, che spesso sono chiamati ad accompagnare e supportare i loro nipoti. Per ogni segmento del target si può pensare a un kit per il rientro a scuola, composto da prodotti disponibili in farmacia, per esempio integratori adatti a ogni età. Ad esempio, ai ragazzi si può proporre un integratore per migliorare la concentrazione, mentre per i più piccoli ci sono dei piccoli giochi, dolci e integratori specifici. Anche i negozi di elettronica possono aumentare le vendite in tanti modi in questo periodo, in particolare proponendo Tablet e Computer per la DAD o per lo studio a casa.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Ma le possibilità sono tante, addirittura negli ultimi anni marchi di arredamento come Ikea (apparentemente non coinvolti nel rientro a scuola) hanno creato delle vere e proprie offerte relative a scrivanie, librerie, sedie e così via. Insomma, ogni imprenditore può individuare una categoria specifica di clienti e selezionare di conseguenza i prodotti che più si adattano alle loro esigenze del momento.

Rientro a scuola: incentivi per aumentare le vendite

In questo periodo, molti e-commerce mettono a punte delle strategie per incrementare le conversioni e quindi la competitività aumenta. Per migliorare i risultati, oltre a un’assistenza clienti impeccabile, la disponibilità dei prodotti e una piattaforma funzionale e usabile è possibile sfruttare incentivi di diverso tipo. Alcune idee:

  • Incentivo basato su cause sociali e volontariato: in questo caso l’e-commerce destina una parte dei ricavi a un’associazione di volontariato o una ONLUS. Anche se non c’è un incentivo diretto per il cliente, questo tipo di iniziativa è una leva di vendita molto forte ed efficace.
  • Sconti di diverso tipo: oltre al classico taglio prezzi su specifici prodotti, l’imprenditore può pensare a un coupon da spendere da ottobre per tutti coloro che a settembre spendono almeno 100 euro o altro importo nel punto vendita online.

Inoltre, si può ricorrere a tecniche di vendita come l’up selling e il cross selling. Per esempio, si ha uno sconto se oltre al diario si acquista anche l’astuccio e altro materiale (cross selling) oppure si risparmia se si acquistano due o più zaini presso lo stesso negozio (up selling), idea da proporre a chi ha più figli.

Le idee per cogliere tutte le opportunità del rientro a scuola sono tante. Naturalmente, anche la grafica dell’e-commerce deve essere ripensata ad hoc, magari inserendo immagini che richiamano lo studio, i compagni di classe, gli insegnanti e altri aspetti dell’inizio dell’anno scolastico. Non dimenticare di sfruttare al meglio tutti i canali di marketing, dai social network, all’advertising fino alla newsletter che per questo tipo di iniziative è sicuramente molto utile.

Vuoi migliorare il tuo e-commerce e aumentare le vendite online? Italiaonline ti supporta con una serie di servizi ad hoc.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...