Home Page Business

Perché fare mobile marketing nel 2021: ecco i dati

Con l’87% dei cittadini che utilizza device mobili per collegarsi a Internet, appare sempre più chiaro perché sia necessario fare mobile marketing: i dati del 2021

Alt text

Lo smartphone è il mezzo preferito per navigare in rete, seguito dal tablet. I dati raccolti nel 2020 dall’Osservatorio Mobile B2C Strategy del Politecnico di Milano lo confermano. Nell’ultimo anno l’87% delle persone ha usato un device mobile per collegarsi a Internet, per un totale di 35,1 milioni di utenti in Italia. Un numero che è cresciuto di 1,5 milioni rispetto al 2019, complici anche le restrizioni dettate dalla pandemia da Covid-19. Resta il fatto che questi numeri rendono ancora più evidente la necessità di fare mobile marketing nel 2021, considerato che in media gli italiani trascorrono 77 ore al mese online da device mobili per navigare in rete, fare ricerche, acquisti e consultare i propri documenti.

Mobile marketing: i dati su italiani e abitudini online

Secondo i dati dell’Osservatorio Mobile B2C Strategy del Politecnico di Milano, che ha come obiettivo quello di aiutare le imprese italiane a comprendere l’importanza del mobile marketing, gli italiani che utilizzano uno smartphone o un tablet per navigare in Internet sono cresciuti del 4.5% rispetto al 2019, attestandosi su un totale di 35,1 milioni di utenti. Inoltre, è aumentato anche il tempo trascorso in media dagli italiani ogni mese online da dispositivi mobili: 77 ore al mese, il 29% in più rispetto ai dati rilevati nel dicembre 2019. Quel che è ancora più importante è che la crescita non ha riguardato solo i siti Over the top (Ott), come ad esempio Amazon, Facebook o Google, ma anche le property digitali delle principali imprese italiane che sono cresciute del 15% rispetto a gennaio 2020.

Mobile marketing: la spinta del Covid-19

Se il trend dell’uso del mobile aveva già portato negli anni precedenti a comprendere l’esigenza di fare e investire risorse sul mobile marketing, l’emergenza sanitaria dettata dal Covid-19 ha dato una significativa accelerazione. Nonostante l’arretratezza dell’Italia nella digitalizzazione, sempre più persone bloccate in casa per le restrizioni imposte da lockdown e quarantene per la pandemia hanno spostato le loro abitudini di navigazione online sui dispositivi mobili.

:

Crea la tua
campagna pubblicitaria online!

Scopri come

La survey condotta in collaborazione con Bva-Doxa ha permesso di stabilire che il 97% dei mobile surfer, proprio per via dello stare in casa ha incrementato l’uso di smartphone e tablet. A utilizzare i dispositivi mobile sono il 69% degli utenti, mentre l’uso di altri mezzi come la TV o il PC si fermano rispettivamente al 60% e al 52%. Questo perché anche gli acquisti su e-commerce e la spesa si spostano online attraverso la comodità delle app per smartphone, senza il bisogno di dover accendere il PC.

Mobile marketing 2021: trend in crescita

Lo spostamento su mobile degli utenti, e quindi dei potenziali clienti delle PMI italiane, richiede un adattamento delle strategie di marketing. Se negli ultimi anni appariva chiaro come la tendenza alla navigazione in rete soprattutto da smartphone e tablet richiedesse un maggiore investimento sul mobile marketing, nel 2021 questo trend si consolida sotto la spinta del Covid-19. Una situazione ben compresa anche dalle aziende, che investono sempre di più su siti web responsive e app dedicate ai propri servizi e prodotti.

Inoltre, nel 2020 gli investimenti pubblicitari sul canale mobile sono aumentati del 9% rispetto all’anno precedente, per un importo di 1,9 miliardi di euro. I formati più usati nel digital advertising per mobile sono il video, che cresce dell’11%, e il display advertising in aumento del 9% rispetto al 2019.

:

Crea la tua
campagna pubblicitaria online!

Scopri come

Caricamento contenuti...