Home Page Business

Lombardia: aiuti per l'innovazione delle filiere di economia circolare

La Regione Lombardia vuole incentivare la transizione ecologica e l'innovazione nelle imprese del territorio. Ecco come partecipare al bando

DATA APERTURA dal 3 mag 2021 al 15 lug 2021
regione Lombardia

La Regione Lombardia, in collaborazione con Unioncamere Lombardia, ha pubblicato il nuovo bando per l’innovazione delle filiere di economia circolare. Con questa iniziativa si vogliono riqualificare le filiere del territorio e soprattutto incentivarne l’innovazione e la transizione ecologica. Adottare l’economia circolare permetterebbe ai diversi comparti di ridurre l’impatto ambientale e migliorare la competitività. Perciò, verranno premiate iniziative come il riuso dei residui di produzione, dei materiali riciclati in alternativa a quelli vergini e la riduzione dei rifiuti. Si tratta di un’iniziativa che guarda al futuro e soprattutto che contribuirà al rilancio dell’economia dopo il difficile periodo legato alla crisi sanitaria.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando per l’innovazione delle filiere di economia circolare – edizione 2021
  • A chi è rivolto il bando: MPMI della Lombardia
  • Fondi disponibili: € 3.621.000
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione L OMBARDIA
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 3 maggio al 15 luglio 2021

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando della Regione Lombardia è favorire la transizione ecologica delle piccole e medie imprese, in particolare si vuole incentivare il modello dell’economia circolare, anche in vista di una ripresa dell’economia regionale. Col bando verranno, quindi, sostenuti progetti di riuso dei materiali di lavorazione e dei residui derivanti dai cicli produttivi, valida alternativa alle materie prime vergini. Contrapponendo l’economia circolare a quella lineare si hanno enormi vantaggi: dalla riduzione dei rifiuti al basso impatto energetico.

Inoltre, si allunga il ciclo di vita dei prodotti. I principi dell’economia circolare sono un’opportunità concreta per creare nuovi modelli di impresa e rinnovare i modelli produttivi tradizionali. Le attività possono essere eseguite in ogni fase del ciclo di vita, per questo motivo la collaborazione di tutti gli attori della filiera è vitale. Il fondo ammonta a € 3.621.000 suddivisi tra le varie Camere di Commercio.

Soggetti interessati

Possono partecipare le micro, piccole e medie imprese con sede in Lombardia, in forma singola o in gruppo, composto da almeno 3 imprese della stessa filiera produttiva. In quest’ultimo caso, le aziende devono individuare un capofila, ovvero l’interlocutore che si preoccuperà di essere il referente con Unioncamere Lombardia, il soggetto gestore del bando.

Contributo

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto che copre il 40% delle spese ammissibili sostenute, assegnato a ogni impresa partecipante. L’investimento minimo è di 40 mila euro, mentre il contributo massimo è di 120 mila euro.

Spese ammesse dal bando

Sono ammissibili le spese di consulenza e collaborazione con enti di ricerca e altre organizzazioni chiamate in causa per finalità legate al progetto. Sono ammesse le spese per l’acquisto di attrezzature tecnologiche e programmi informatici, per l’ingegnerizzazione di software e hardware, certificazioni ambientali e tecniche, spese per la tutela della proprietà industriale e per il personale in azienda. Tutte le spese devono espressamente riferite al progetto presentato per il bando. Tutte le spese devono essere intestate alla singola impresa. Inoltre, devono essere sostenute dal 7 aprile 2021 al 15 ottobre 2022.

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!
Scopri come

Termine di scadenza

Le domande possono essere inviate dalle ore 14:00 del 3 maggio 2021 alle ore 17:00 del 15 luglio 2021.

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione richiesta devono essere inviate esclusivamente in via telematica attraverso lo sportello online “Contributi alle imprese” della piattaforma Web Telemaco usando le credenziali avute precedentemente al 28 febbraio e selezionando la pratica “Richiesta contributi”. Per convalidare l’istanza occorre apporre la firma elettronica. Inoltre, è necessario comunicare un indirizzo PEC dove ricevere tutte le comunicazioni ufficiali legate al bando.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Il bando prevede una procedura valutativa a graduatoria, secondo cui a ogni progetto viene assegnato un punteggio. L’istruttoria tecnica è effettuata da uno specifico Nucleo di valutazione. Accedono al contributo i progetti che ottengono almeno 65 punti su 100. Al termine dell’istruttoria viene stilata la graduatoria, entro il 15 ottobre 2021.

L’erogazione del contributo avviene a saldo, in seguito alla verifica della rendicontazione presentata. Il contributo viene revocato nel caso in cui non vengano rispettati gli obblighi dalle imprese beneficiarie, mancanze nei rendiconti, progetto realizzato in maniera difforme a quanto presentato e per altre violazioni del bando.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati sono disponibili sul sito web della Regione Lombardia.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare Unioncamere Lombardia via e-mail a ambiente@lom.camcom.it.

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!
Scopri come
Caricamento contenuti...