Home Page Business

E-commerce: tutti i numeri e i successi del Single's Day

L'11 novembre è la giornata di sconti e offerte ideata da Jack Ma, fondatore di Alibaba. L'iniziativa nel 2020 ha raggiunto un record di incassi. Ecco i dati e perchè è importante anche per le aziende italiane

Alt text

L’espressione Single’s Day è strettamente legata al mondo dell’e-commerce. Si tratta di una giornata completamente dedicata allo shopping online lanciata per la prima volta nel 2009 in Cina da Jack Ma, fondatore di Alibaba, il colosso asiatico del commercio elettronico. Il Single’s Day si celebra l’11 novembre e nasce proprio come alternativa asiatica del Black Friday di Amazon. Infatti la giornata è completamente dedicata a sconti e offerte.

L’evento è molto diffuso in Asia, mentre nei Paesi Occidentali, ancor di più in Italia, è ancora poco conosciuto ma si sta gradualmente espandendo. Quest’anno, nel nostro Paese alcuni importanti negozi hanno aderito al Single’s Day, tra cui Douglas, Sephora, Unieuro, Mediaworld, Zalando e Yoox. Sono tutte importanti catene commerciali di diversi settori e sicuramente faranno da “apripista” per i prossimi anni. Infatti, proprio come è successo con il Black Friday, anche l’11 novembre è destinato a diventare una giornata fondamentale per i venditori di tutto il mondo e quindi un’opportunità unica anche per le aziende italiane.

Single’s Day 2020 vs Amazon Black Friday

Iniziamo col dire, che il Single’s Day 2020 si è rivelato particolarmente importante per i venditori. Alibaba, colosso del commercio elettronico da cui l’evento prende vita, ha investito molto su questa giornata, soprattutto in vista della ripresa economica post-Covid. L’e-commerce cinese ha investito anche sulla visibilità in Italia, affidandosi a diversi marchi ma anche e soprattutto alla famosa influencer italiana Chiara Ferragni.

Inoltre, quest’anno l’iniziativa è stata ribattezzata “revenge spending” ovvero la “vendetta della spesa” proprio per sottolineare la voglia e la necessità di ripartire dopo l’emergenza. Non a caso coincide anche con il momento in cui in Cina dopo mesi finalmente si vive la fine delle restrizioni legate al Coronavirus.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Per tutta questa serie di motivi, il Single’s Day 2020 non è durato solo un giorno, ma ben due settimane, dal 1° all’ 11 novembre. In quindici giorni ha prodotto un valore di 74,1 miliardi di dollari, cifra incredibilmente maggiore rispetto ai 38 miliardi del 2019, in cui però si era svolto solo per 24 ore.

Per comprendere la portata dell’evento occorre confrontarlo con il Black Friday che quest’anno si è svolto il 13 e 14 ottobre, maturando un giro di affari di 10.4 miliardi di euro lordi (fonte: Statista). Insomma, il Single’s Day rappresenta un’opportunità unica per i merchant di tutto il mondo, anche e soprattutto per le aziende occupate nell’export. Senza contare che non è un mistero che il mercato cinese sia uno dei più importanti per i brand italiani, soprattutto quelli del lusso.

Single’s Day 2020: quali sono stati i prodotti più acquistati

Vediamo quindi quali sono i prodotti più ricercati dai consumatori durante il Single’s Day, che potrebbero aiutare anche le aziende italiane a organizzarsi adeguatamente per l’anno prossimo.

Innanzitutto, l’evento ha coinvolto circa 800 milioni di acquirenti in tutto il mondo, con una media di 583.000 ordini online al secondo. I consumatori cinesi hanno speso la maggior parte del budget per prodotti tecnologici e di bellezza.

Ma una importante nicchia di consumatori, quelli con un maggiore budget a disposizione, si sono dedicati all’acquisto di beni di lusso provenienti da Stati Uniti ed Europa. Infatti, bisogna contare che quest’anno molti consumatori e retailer cinesi hanno limitato i propri viaggi in Europa per acquistare prodotti di lusso da rivendere in patria e quindi il Single’s Day è stata un’occasione per recuperare il tempo perduto.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Tra i marchi di lusso più ricercati dai consumatori cinesi spiccano marchi di lusso come Balenciaga e Prada, che per la prima volta in assoluto hanno lanciato offerte ad hoc durante il Single’s Day appoggiandosi alla piattaforma cinese Tmall.

Si tratta di una rivoluzione senza precedenti: negli anni passati i marchi di lusso erano riluttanti a partecipare a questo tipo di iniziativa, credendo che danneggiasse la propria reputazione. Quest’anno, complici le vendite in calo a causa del Covid, si sono decise a partecipare e hanno così scatenato l’entusiasmo degli appassionati di tutto il mondo.

Per incentivare gli acquisti, molti brand hanno coinvolto anche i canali digitali. Per esempio, Cartier ha realizzato il suo primo appuntamento di shopping in diretta streaming. Questo format è stato adottato anche dalla stessa Chiara Ferragni alcune settimane fa per pubblicizzare la nuova linea make up realizzata in collaborazione con Lancôme. In questo modo è riuscita ancora una volta a fare da apripista a nuovi modi di vendere e fare marketing in Italia.

Insomma, il Single’s Day ormai non è più un appuntamento relegato alla Cina e al mercato asiatico, ma rappresenta sempre di più un’importante occasione di aumentare le vendite online anche per le aziende italiane, in particolare per quelle che esportano i propri prodotti all’estero. Per aumentarne la portata è fondamentale stare al passo coi i tempi e lanciare iniziative innovative come lo shopping in streaming. Il mondo dell‘e-commerce si conferma così uno dei più floridi e promettenti di tutto il mondo, una vera opportunità per le aziende nostrane.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...