Home Page Business

Digital Workspace Management: le nuove tendenze

Quali sono le tecnologie che permetteranno ai lavoratori di lavorare da remoto migliorando l'esperienza e la sicurezza aziendale? Ecco tutti i trend del futuro

Alt text

Digital Workspace è la nuova espressione utilizzata per descrivere in modo generale l’ambiente di lavoro digitale. Si tratta di una modalità lavorativa – alternativa alla classica giornata lavorativa in ufficio – sempre più diffusa. Lo spazio digitale serve quindi per svolgere al meglio ciò che viene comunemente chiamato smartworking o lavoro agile.

L’emergenza sanitaria ha incentivato queste soluzioni: soprattutto durante il primo lockdown molte aziende si sono dovute fermare. Quelle che sono riuscite a organizzare il lavoro “da casa” per i propri dipendenti hanno potuto continuare ad operare senza troppi danni. In questo contesto, i lavoratori non sono più limitati al classico lavoro in ufficio ma si stanno gradualmente abituando a svolgere le proprie mansioni da remoto, complice l’uso delle nuove tecnologie, dai software per videoconferenze al cloud computing. Le aziende che desiderano rimanere competitive devono adeguarsi a questo cambiamento e capire in anteprima quali saranno le tendenze del prossimo futuro. Matrix42, azienda europea esperta in soluzioni di digital workspace management ha stilato una lista dei principali trend dal 2021 in poi.

Digital Workspace Management: cloud computing e IoT

Negli ultimi mesi sono sempre di più le aziende che usano il cloud computing e queste tendenza è destinata a rafforzarsi anche nell’ambito del digital workspace management.

Il cloud è usato in tanti ambiti. Per esempio, viene impiegato per monitorare i costi e l’infrastruttura, ma anche per rendere l’azienda più sicura da eventuali attacchi informatici o dalla sottrazione illecita di dati. I servizi cloud sono sempre di più. Per questo motivo le aziende devono comprendere quali sono quelli più adatti alle loro esigenze e sceglierli accuratamente. Inoltre, per contenere i costi e avere una visione d’insieme è fondamentale automatizzare tutte le spese per i servizi di cloud dopo avere individuato quelli necessari.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

L’Internet of Things può essere integrata con successo in un progetto di Digital Workspace. Le imprese dovranno disporre di una cartina virtuale della propria infrastruttura digitale in modo da avere un’idea precisa delle connessioni esistenti e delle tecnologie utilizzate internamente, ma anche per gestire il contatto con l’esterno. La mappa può essere usata in tanti modi: dall’integrazione di nuove tecnologie utili alla protezione dei sistemi.

La sicurezza: come si evolverà

In questi mesi si è verificato un importante cambiamento per quanto riguarda la sicurezza aziendale. Prima le funzionalità venivano aggiunte successivamente all’introduzione delle tecnologie, ora il trend è quello della sicurezza integrata. Ciò permette di rendere forte e sicuro l’ambiente digitale dell’azienda e allo stesso tempo migliora anche l’esperienza dell’utente che non noterà più processi in background. Tra le soluzioni innovative sempre più diffuse tra le aziende spicca la User and Entity Behavior Analytics (UEBA).

Un altro dato da sottolineare è che la crescita del digital workplace ha avvicinato due reparti aziendali: quello che si occupa dello sviluppo delle applicazioni e quello che invece si occupa delle operazioni IT. Questa integrazione permette di migliorare il livello di sicurezza dei sistemi nel momento in cui si sviluppano nuovi prodotti, servizi, software e soluzioni aziendali.

Automatizzazione dei processi

Un’altra tendenza del digital workspace è l’automazione dei processi: si stanno riducendo al minimo gli interventi umani in diversi campi, soprattutto in quello della sicurezza informatica. A tal proposito, si impiega sempre più l’intelligenza artificiale e il machine learnig che, grazie all’uso intelligente dei dati, permette di svolgere in modo automatico, efficace e veloce diversi processi aziendali.

Queste soluzioni possono essere usate in tanti contesti: se per esempio si intercetta un attacco informatico, tutti i dati e i processi vengono spostati automaticamente in un ambiente protetto in modo che il pericolo sia sventato. E ciò accade grazie all’intervento di macchine formate per sventare crimini informatici. Allo stesso tempo, un bot informa il reparto IT e tutto il personale dell’attacco. Si può quindi decidere di attivare ulteriori procedure di difesa se necessario. Le tecnologie emergenti avranno quindi un ruolo sempre più centrale per la sicurezza aziendale.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...