Cos'è Googlebot e come scansiona i siti web

Per aumentare la visibilità del tuo sito web nei motori di ricerca devi sapere come funziona il Googlebot: ecco di cosa si tratta e come può aiutarti a crescere

Alt text

Quando Google decide come indicizzare una pagina web non lo fa a caso ma prendendo in considerazione una serie di elementi come la SEO, le immagini, il numero e l’autorevolezza dei link, la velocità di caricamento e così via.

Per poter eseguire queste operazioni in breve tempo si affida a uno strumento, o meglio di un algoritmo automatico, capace di analizzare i siti secondo fattori e parametri predefiniti.

Dall’esito di tale scansione deriva l’intero sistema di classificazione e indicizzazione delle pagine nei risultati del motore di ricerca. Vediamo nello specifico come funziona.

Cosa è il Googlebot

Conoscere il funzionamento del Googlebot è di vitale importanza per chi ha un sito web e vuole farlo crescere.

Inoltre, sapere come lavora il bot permette di prevenire e risolvere eventuali problemi tecnici legati alla SEO e a garantire che le pagine del sito siano sempre ottimizzate e accessibili ai bot che le devono valutare.

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Di fatto, il Googlebot è un programma che deve eseguire ben tre funzioni: lanalisi approfondita di pagine e contenuti, l’indicizzazione delle pagine e la loro classificazione.

In parole povere questo bot automatico cerca contenuti sul web, ne individua l’argomento e stabilisce a quali utenti possono interessare sulla base delle loro ricerche.

Inoltre, li paragona ad altri contenuti simili e stabilisce quali possono essere i più autorevoli e di valore per una ricerca specifica, in un particolare momento.

Il bot di Google si occupa anche di tenere costantemente aggiornata una sorta di grande biblioteca, un vero e proprio catalogo, in cui Google raccoglie tutti i contenuti da distribuire agli utenti che fanno ricerche online.

Volendo approfondire ulteriormente, esistono due Googlebot, uno ottimizzato per desktop, ovvero per le ricerche fatte da pc e uno dedicato al mobile. Un sito web può essere visitato da entrambi i bot, a meno che le pagine non siano state convertite in mobile-first (ovvero è stato segnalato a Google che sono ottimizzate per mobile) e quindi la scansione di Googlebot verrà effettuata usando il bot mobile, e solo una piccola parte sarà effettuata con il bot desktop.

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Come fa Googlebot a scansionare un sito web

Spiegare il funzionamento di un Googlebot senza entrare troppo nel tecnico non è impossibile. Di fatto, si comporta come il responsabile di un archivio o un bibliotecario che deve conoscere tutti i libri e le pubblicazioni presenti in un catalogo e sapere se si basano su altre fonti o se altri contenuti presentato delle referenze.

Il bot funziona allo stesso modo: deve conoscere tutti i siti web e le relazioni che intercorrono tra loro, per proporre il più adatto all’utente che fa una ricerca; in questo caso il catalogo sarà lindice del motore di ricerca.

Di fatto Google ha un vero e proprio elenco di URL da proporre agli utenti sulla base delle loro necessità, e tiene questo catalogo aggiornato analizzando costantemente tutti i contenuti e classificandoli in base a determinati parametri.

Un altro fattore importante da tenere a mente riguarda la frequenza della scansione. Il bot infatti prova a capire se tra le risorse già catalogate ci sia qualcosa che ha bisogno di essere controllato più volte: ad esempio un sito con notizie di attualità o un eCommerce con offerte che cambiano spesso o anche siti con contenuti molto stabili, che vengono modificati di rado.

Il bot registra tali piattaforme all’interno di una sezione dell’indice dedicata alle scansioni frequenti, per poi ridurne la frequenza col tempo. Se poi Google si accorge che un sito è rotto o particolarmente “tossico”, potrebbe addirittura dire al Googlebot di non perdere tempo a scansionare il sito, penalizzandolo però in termini di visibilità e non mostrandolo più agli utenti.

Ovviamente un aspetto cruciale da considerare per facilitare il lavoro dei bot di Google e far sì che il sito guadagni in visibilità è ottimizzare la SEO, in modo che il Googlebot comprenda subito quali sono i contenuti delle pagine web e li proponga agli utenti davvero interessati.

Se stai sviluppando il tuo sito o vuoi migliorare le performance uno esistente, ti sarà ormai chiaro che non puoi sottovalutare l’importanza della SEO per offrire agli utenti la miglior esperienza possibile e venire indicizzati su Google.

Italiaonline, con il suo team di esperti e un ampio ventaglio di prodotti su misura, può supportarti nell’ottimizzazione della SEO, assicurandosi che tutte le pagine del tuo sito, incluse immagini, menu, titoli e altri contenuti siano ottimizzati e performanti, rendendo il tuo sito web più facile da trovare. In base ai tuoi obiettivi, il team troverà con te la migliore strategia SEO per determinate parole chiave e ti terrà aggiornato con report trimestrali.

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Tags:
Caricamento contenuti...