Home Page Business

Core Web Vitals: cosa sono e che valore hanno per la SEO

I Core Web Vitals sono degli indicatori molto importanti legati alla velocità e alla stabilità di un sito web: scopri come influenzano la SEO

Alt text

Per Google la soddisfazione degli utenti è fondamentale, per questo negli ultimi mesi sono stati presentati dei nuovi indicatori legati alla velocità e alla stabilità di un sito web, che misurano la user experience. Questi fattori costituiscono il progetto Core Web Vitals 2020 e sono integrati alla SEO attraverso alcuni specifici indicatori che dal 2021 saranno a tutti gli effetti dei fattori di ranking. I Core Web Vitals assumeranno quindi sempre più importanza: ecco che cosa sono e che influenza possono avere sulla visibilità organica di un sito.

Core Web Vitals cosa sono

I Core Web Vitals costituiscono un insieme di parametri che sono legati alla velocità, alla stabilità e al tempo di risposta che ha il layout di un sito web. Negli ultimi mesi Google ha ufficializzato che questi indicatori saranno un valido aiuto per i proprietari di siti web che potranno di conseguenza valutare se l’esperienza degli utenti sul loro sito sia effettivamente adeguata o dove può essere implementata. Ecco in particolare che cosa sono i Coral Web Vitals e che ripercussioni hanno sulla SEO.

Largest Contentful Paint LCP

L’indicatore Largest Contentful Paint ha un obiettivo preciso: misurare la velocità di caricamento del sito che viene percepita dall’utente che ha avviato la navigazione, calcolando nello specifico il tempo di caricamento dell’elemento più grande sullo schermo. Nel dettaglio è compreso tra:

  • elementi di tipo immagini ;
  • elementi di tipo immagini dentro a elementi di tipo ;
  • elementi di tipo video
  • un elemento di blocco (Block-level) che contiene testo o altri elementi.

Più questa metrica è bassa, migliore è la prestazione del sito e la user experience degli utenti.

First Input Delay (FID)

Questo indicatore misura il tempo necessario per l’utente prima che possa compiere un’azione sul sito web: Google raccomanda un FID inferiore a 100 millisecondi. Questo parametro quindi rappresenta la prima impressione della reattività percepita dall’utente del sito web ed è proprio nei primi istanti che l’utente decide se continuare o meno la sua navigazione. Tra le azioni che il FID tiene in considerazione nella user experience ci sono i click e la pressione dei tasti.

Realizza il sito dei tuoi sogni
con i nostri esperti

Scopri come

Cumulative Layout Shift (CLS)

Il terzo indicatore, conosciuto come CLS, è dedicato alla misurazione della stabilità visiva del layout del sito. In sostanza si riferisce alla frequenza con cui le persone esperiscono un cambiamento inatteso nel formato del sito: più il punteggio ottenuto è contenuto, maggiore è la fluidità della navigazione e il ranking.

Core Web Vitals e SEO

Dopo aver analizzato ciascun parametro è evidente come i Core Web Vitals abbiamo una rilevanza fondamentale per migliorare la user experience dell’utente e guadagnare posizioni preziose in SERP. Questi tre indicatori si trovano negli strumenti offerti gratuitamente da Google e anche in Google Search Console che visualizza anche gli altri indicatori che vengono utilizzati da più tempo. Tenendo in considerazione i propri Core Web Vitals è possibile migliorare le proprie metriche meno performanti, garantendo agli utenti una user experience davvero piacevole e favorendo anche il posizionamento dei propri contenuti.

Caricamento contenuti...