Home Page Business

5 tipologie di campagne display per la Display Advertising

Display Advertising: 5 tipologie di campagne display | Italiaonline Ecco le 5 tipologie di campagne display che puoi usare per la tua Display Advertising.

Alt text

Uno degli obiettivi principali del digital advertising è quello di guadagnare visibilità online, costruendo una solida Brand Awareness e creando contatti da trasformare in fruttuose opportunità di business.

Google ADS è la piattaforma di advertising di Google che permette di dare vita a campagne pubblicitarie targettizzate su un audience ideale e veicolabili nel web in maniera capillare ed incredibilmente proficua. Il display advertising è una delle metodologie più utilizzate online: semplice e mirata, è in grado di aumentare la consapevolezza del brand e portare ad ottimi ritorni sull’investimento. Vediamo meglio di cosa si tratta e quali tipologie di campagne display esistono a disposizione.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

Cosa sono le campagne display

Il mondo di Google Ads è diviso in diverse categorie di campagne che è possibile implementare, ognuna delle quali ha peculiarità ed obiettivi differenti. Esse si suddividono in:

  • campagne rete di ricerca
  • campagne display
  • campagne Google shopping
  • annunci video Youtube

Le campagne display permettono all’inserzionista che desidera promuovere il suo brand, prodotto o servizio, di mostrare i suoi annunci pubblicitari su una vasta rete di siti internet, sfruttando gli spazi pubblicitari in essi a disposizione. La creatività che viene realizzata allo scopo è detta banner, e consiste in un insieme di immagini, video e testi studiati allo scopo di attrarre irresistibilmente l’attenzione di chi naviga.

Il display advertising è generalmente utilizzato per costruire o aumentare la brand awareness e far conoscere il marchio ad un’audience più ampia. Attraverso contenuti visual ben studiati è possibile infatti generare interesse e potenziali contatti, o agganciare nuovamente la curiosità degli utenti che avevano già gravitato attorno ad un determinato sito web.

Le 5 tipologie di campagne display

Esistono cinque diversi tipi di campagne display utilizzabili in una strategia di display advertising. È possibile infatti customizzare la promozione che si desidera effettuare in base alla target audience di riferimento, alle sue specifiche demografiche ed ai suoi interessi o location. In tal modo il budget destinato a tali attività di marketing online sarà ben utilizzato e porterà a risultati efficienti.

Campagne remarketing

Le campagne di il remarketing, anche dette di retargeting, consentono di ricollegarsi con gli utenti che hanno già visitato un particolare sito web in passato, esponendoli al brand anche una volta che essi hanno abbandonato un particolare sito web.

Questa tipologia di campagna display è solitamente molto performante e capace di ottimi effetti positivi sul ROI. È possibile infatti tramite Google Ads aggiungere particolari snippet di codice alle pagine di un sito ed impostare specifici elenchi di remarketing, ossia liste di visitatori che hanno compiuto determinate azioni durante la navigazione, come visitare una pagina definita o un prodotto in particolare, e che saranno obiettivo degli annunci di retargeting.

E’ possibile creare diversi annunci di remarketing per diversi elenchi profilati di visitatori e la presenza online del marchio che gli utenti percepiranno anche dopo essere usciti dal sito aziendale contribuirà enormemente alla generazione in loro di fiducia e consapevolezza.

Target per posizionamento sul sito

Questa tipologia di campagna display consente all’inserzionista di scegliere su quali siti web pubblicare i propri annunci, anziché permettere a Google di selezionare arbitrariamente i migliori. L’opzione porta a molti vantaggi, dimostrandosi particolarmente efficace ed anche sicura: targettizzare siti web inerenti e connessi al proprio core business può aumentare esponenzialmente l’effetto di questo tipo si annuncio display.

Target per interesse

La possibilità di targettizzare i visitatori per interesse permette di profilare con precisione gli utenti ai quali mostrare un annuncio pubblicitario.

Esistono due tipi di targeting per interesse ossia i segmenti di pubblico per affinità ed i segmenti di pubblico in-market.

Segmenti di pubblico per affinità

Il pubblico selezionato per affinità comprende tutti quegli utenti che Google ha inserito in determinate categorie analizzandone gli interessi sul lungo termine: passioni, stile di vita, preferenze e profilo sono alcune delle caratteristiche di cui si tiene in considerazione nella targetizzazione.

Può trattarsi ad esempio di utenti che controllano spesso una determinata tipologia di siti internet, segue forum dedicati a quell’argomento e tiene d’occhio i trend del settore.

Segmenti di pubblico in-market

I segmenti di pubblico in-market includono invece utenti le cui intenzioni di acquisto sono state espresse con più o meno chiarezza e che Google ritiene possano effettuare un acquisto molto presto. Potrebbero avere di recente letto recensioni o controllato prezzi per un particolare prodotto, indicando una probabile propensione all’acquisto.

Targeting contestuale

E’ la forma di display advertising che, per ricercare un sito web pertinente all’interno del quale mostrare gli annunci, utilizza la ricerca per parole chiave. Le parole chiave inserite all’interno della campagna display verranno usate da Google come base per scandagliare il contenuto delle pagine del world wide web alla ricerca di siti pertinenti nei quali mostrare l’annuncio display.

Targeting per argomento

Il targeting per argomento consente infine all’inserzionista di esprimere una preferenza su argomenti specifici che le pagine web su cui verrà pubblicato l’annuncio dovranno trattare. Google si occuperà quindi di selezionare i siti web correlati alle tematiche oggetto di preferenza per farle combaciare armoniosamente con il banner display. Si possono scegliere argomenti generici, ad esempio il settore automotive, oppure dettagliare maggiormente le proprie preferenze, indicando anche sotto categorie come veicoli di lusso oppure veicoli commerciali o simili.

Sono molti quindi gli strumenti messi a disposizione dal display advertising per creare campagne strategiche e dai risultati potenzialmente ottimi. Una risorsa potente che integrata all’interno di un piano di marketing studiato nel dettaglio, potrà essere certamente di grande interesse.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

Caricamento contenuti...