Home Page Business

Torino: al via il Bando Sprint per la digitalizzazione delle pmi

La Camera di Commercio di Torino concede contributi a fondo perduto alle micro e piccole aziende del territorio: ecco come partecipare al bando

DATA APERTURA dal 22 mar 2021 al 30 apr 2021
regione

Il Bando S.P.R.I.N.T. (Sostegno Progetti Ripartenza Imprese & Nuove Tecnologie) della Camera di commercio di Torino nasce con l’obiettivo di aiutare le aziende del territorio a superare il difficile periodo di crisi sanitaria ed economica.

L’ente camerale vuole incentivare la ripresa del sistema economico concedendo contributi a fondo perduto alle aziende che vogliono adottare tecnologie digitali e strumenti, informatici e non. Il momento richiede una forte digitalizzazione e riorganizzazione aziendale. Ed è per questo che le aziende devono prepararsi, migliorare la capacità di risposta all’emergenza, garantendo la continuità delle proprie attività e preparandosi alla ripresa, da eseguire in tempi rapidi. Ecco in cosa consiste il bando SPRINT, quali sono i requisiti e come fare domande.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando voucher SPRINT 2021
  • A chi è rivolto il bando: micro e piccole imprese Torino e Provincia
  • Fondi disponibili: 2 milioni di euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Torino
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 22 marzo al 30 aprile 2021

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando SPRINT indetto dalla Camera di Commercio di Torino è aiutare le aziende del territorio a fronteggiare le difficoltà legate alla pandemia. Si concederanno, quindi, contributi a fondo perduto per diversi obiettivi: nuove tecnologie per chi adottare o rafforzare lo smart working oppure soluzioni più legate alla sicurezza, che quindi sono pensate per il distanziamento e l’anti-contagio e più adatte a realtà che richiedono la presenza fisica in sede di personale e clienti. Le opportunità sono tante e consentono alle aziende di risparmiare sui propri investimenti. Per tale misura è stato stanziato un fondo da 2 milioni di euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro e piccole imprese con sede legale e/o unità operativa nella circoscrizione della Camera di Commercio di Torino. Le aziende devono essere attive, iscritte al Registro delle Imprese e in regola col pagamento del diritto annuale e con gli obblighi previdenziali e contributivi.

Gestisci la tua Presenza Online?
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Contributo

L’agevolazione consiste in un voucher che copre il 50% delle spese ammissibili sostenute. L’importo massimo del voucher è 3000 euro mentre l’investimento minimo per accedere al bando ammonta a 1000 euro. Non è previsto un tetto massimo per l’investimento.

Spese ammesse dal bando

Le spese ammissibili sono quelle relative all’acquisto di servizi e beni strumentali, nuovi o usati. Sono ammesse anche le spese per servizi di consulenza e formazione mirate alla gestione dell’emergenza Covid-19. Tra queste troviamo, per esempio, l’acquisto di computer, tablet e altri dispositivi e accessori finalizzati allo smart working; spese per la locazione e telematizzazione delle attività; per l’acquisto di servizi cloud e altre soluzioni capaci di garantire una collaborazione a distanza; spese per la configurazione della rete, per l’acquisto e l’installazione di VPN, VoIP e altre tecnologie che possono risultare utili in azienda; spese per software di diverso tipo e strumenti per la connettività; spese per acquistare soluzioni orientate alla sicurezza del personale e di tutti coloro che accedono all’azienda (es: pannelli in plexiglass per il distanziamento).

Sono ammesse le spese sostenute dal 23 febbraio 2020 fino alla data di presentazione della domanda.

Termine di scadenza

Le domande possono essere inviate dalle ore 9:00 del 22 marzo 2021 alle ore 17:00 del 30 aprile 2021. Il bando può essere chiuso anticipatamente in seguito all’esaurimento di risorse disponibili.

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione possono essere inviate esclusivamente online attraverso lo sportello online “Contributi alle imprese” del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov. La registrazione al sistema Telemaco richiede due giorni lavorativi. Le domande devono essere sottoscritte con firma digitale o autografa dal legale rappresentante dell’azienda oppure da un intermediario abilitato.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande saranno gestite tramite procedura valutativa a sportello, cioè in base all’arrivo in ordine cronologico. L’istruttoria durerà 90 giorno e al termine della procedura verrà decretato l’esito per l’azienda candidata. L’ente pubblicherà un elenco di imprese ammesse al contributo, ma anche le domande non ammesse. Eventuali violazioni degli obblighi da parte dei beneficiari comportano la revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Tutta la documentazione relativa a bando ed allegati si trova nel sito web della Camera di Commercio di Torino.

Ulteriori informazioni possono essere richieste al seguente indirizzo e-mail: sprint@to.camcom.it. Mentre, tutte le comunicazioni ufficiali sul bando devono essere gestite tramite PEC usando il seguente indirizzo: innovazione@to.legalmail.camcom.it.

Per problemi tecnici legati all’uso del sistema online Webtelemaco si può contattare l’assistenza al numero tel. 049 2015215.

Gestisci la tua Presenza Online?
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Caricamento contenuti...