Home Page Business

Sito web ristorante: scopri come farlo funzionare

Un biglietto da visita per il tuo locale? Una vetrina per il tuo menù? Il sito web ristorante è tutto questo e molto di più. A condizione, però, che sia realizzato come si deve. Ecco le regole da seguire per un sito efficace

Alt text

Il sito web è uno dei passaggi chiave per una strategia di marketing per ristorante, di successo. In questo articolo approfondiremo perché ha questo ruolo strategico. Ci concentreremo soprattutto su come si fa un sito ristorante che funzioni davvero, fornendo alcune indicazioni per la progettazione ed esempi che possano essere di ispirazione.

Sito web per ristorante: perché è importante?

A tutti è capitato, anche più di una volta, di cercare informazioni online su un locale e di riuscire a trovare solo le recensioni su TripAdvisor e, forse, un sito web ristorante obsoleto e poco curato. Questo tipo di esperienza può generare un’impressione iniziale non positiva e condizionare il customer journey. Oggigiorno, infatti, i clienti si aspettano di reperire non solo recensioni, ma belle foto, la pagina Facebook, il profilo Instagram e un sito aggiornato e che faciliti l’user experience.

La concorrenza nel settore ristorazione è alta e farsi trovare prima degli altri, attuando una buona strategia di marketing online, può davvero fare la differenza per la tua attività. In questo articolo ti mostriamo come emergere sul mercato e come chiamare i clienti all’azione – p.e. contattare, prenotare, seguire gli account social etc. – con il sito web del tuo ristorante.

Realizza il sito dei tuoi sogni
con i nostri esperti

Scopri come

Sito web ristorante: quali aspetti considerare?

Prima di entrare negli aspetti tecnici, soffermiamoci sulla filosofia che sottende il sito web per un ristorante. Elenchiamo, a tal fine, le caratteristiche alle quali prestare attenzione in fase di progettazione:

  • Professionale – Deve rappresentare l’identità del tuo ristorante, in modo accurato e se possibile con un tocco di originalità. Serietà e affidabilità sono due tratti che devono emergere, anche se si tratta di un ristorante a conduzione familiare. N.B. Non sottovalutare l’impatto visivo: anche una ricetta della tradizione contadina, con una foto di qualità, può fare la figura di un piatto stellato.
  • Funzionale – Deve rispondere all’esigenza fondamentale di farti trovare ed è quindi basilare che sia ottimizzato per i motori di ricerca e responsive, ovvero fruibile dalle diverse tipologie di dispositivi, smartphone in primis.
  • Pratico – Deve facilitare la vita al cliente e rendere la sua navigazione facile e piacevole. I contatti devono essere bene evidenziati: la mappa navigabile e il numero di telefono cliccabile, per non frapporre passaggi intermedi al contatto. Altro consiglio utile: Consenti di prenotare un tavolo, o un servizio di asporto / consegna a domicilio direttamente online.

Template sito web ristorante: come si fa?

E adesso vediamo come creare un sito per ristorante, con le caratteristiche giuste sopra elencate, buttando giù uno schema delle pagine che lo compongono:

  • Home Page: pagina cruciale, nella HP devono essere presenti foto e brevi didascalie per linkare alle principali sezioni del sito, una sezione “News”, contatto telefonico, collegamenti agli account social etc.
  • Chi siamo: puoi chiamarla “Storia” oppure “Lo Staff” e serve a spiegare chi sono le persone che si dedicano, nel tuo locale, all’arte dell’accoglienza e della buona tavola. Metterci la faccia gioca sempre a tuo favore: quindi mostra il tuo team, con foto dei loro volti e descrizione delle loro mansioni.
  • Menù: è la ‘carta filosofica’ della cucina del tuo ristorante e può essere arricchita anche da eventuali foto di ‘cavalli di battaglia’, così come da un eventuale link alla lista dei vini. Per quanto riguarda i prezzi, si è notato che non metterli è una scelta di alcuni ristoranti di alto / altissimo livello, mentre per tutti gli altri può essere controproducente non indicare il costo dei piatti, specialmente se il ristorante offre il servizio da asporto o la consegna a domicilio.
  • Gallery multimedia: il primo senso coinvolto nell’assaporare un cibo è… la vista. Motivo per il quale le fotografie di qualità e sincere sia dei piatti, che della location (ambienti interni, affacci esterni etc.), sono il contenuto principale del sito internet del ristorante. Stesso discorso vale per i video, che possono essere pubblicati in Home Page e mostrare lo chef impegnato in alcune attività di preparazione dei piatti e nella lavorazione degli ingredienti.
  • Contatti: dove ti trovi e come è possibile contattarti? La risposta è in questa sezione. Mappa per indirizzo, numero di telefono, orari di apertura, un form / plugin di prenotazioni online, sono questi gli elementi che non possono mancare.

Integrare il sito web ristorante nella strategia di marketing

Come abbiamo anticipato, il sito web ristorante rientra in una strategia di marketing articolata che prevede diverse azioni. Qui di seguito diamo un accenno alle cinque più comunemente messe in atto:

  • Local SEO: ottimizzare il sito significa soprattutto curarne i contenuti in relazione alle ricerche geolocalizzate degli utenti, ovvero quelle che permettono al motore di ricerca di restituire i risultati in base all’indirizzo IP del computer o alla geolocalizzazione del cellulare. Un esempio di questo tipo di query è “Ristorante etnico qui vicino”: se il tuo locale offre cibo giapponese e hai ben ottimizzato la local SEO potrai uscire nelle prime posizioni, aumentando le possibilità di ‘intercettare’ il cliente.
  • Pubblicità online: Google Ads e Facebook Ads sono due strumenti dominanti in questo ambito. Per sfruttarne al massimo le potenzialità dovrai settare gli obiettivi e segmentare il target, nonché stabilire il budget di investimento.
  • Pubbliche relazioni: cura le relazioni con i food blogger specializzati e con gli influencer. I primi gestiscono un loro sito, mentre i secondi sono attivi soprattutto su Instagram. Entrambe le figure servono per migliorare la brand awareness. Anche per le attività medio piccole è importante approcciarsi in modo professionale, per esempio organizzando un evento al quale invitare i media specializzati. Se il blog è importante come numero di visite e se l’influencer ha un profilo molto seguito e con un alto tasso di engagement, dovrà essere pattuito un compenso economico per la prestazione, che sia una recensione, un’attività di promozione, la presenza in loco
  • Reputation marketing: consiste, per quanto riguarda le attività di accoglienza e di ristorazione, soprattutto nel monitorare i siti di recensioni, come TripAdvisor, Facebook e Google. Un dato spiega l’importanza di questa azione: l’80% delle persone prima di scegliere dove mangiare controlla i giudizi online degli altri utenti. Rispondere ringraziando per le recensioni positive e dando una spiegazione educata a quelle negative, è essenziale per la tua reputazione online. Un passo falso può sempre capitare e in quel caso sta a te trovare le parole per esprimere, con garbo e con simpatia, le motivazioni.
  • Social media marketing: non è necessario presidiare tutti i social per aumentare la propria visibilità digitale. Anzi… È più producente usarne pochi in modo corretto, che aprire tanti account e poi abbandonarli. Per tale motivo, occorre un piano editoriale che stabilisca quali contenuti pubblicare sulle diverse piattaforme, quando pubblicarli e con quale scopo. Instagram, per esempio, è ideale per mostrare belle foto e sfruttare le tendenze con i giusti hashtag, mentre Facebook può integrare il sito web anche per le prenotazioni e i contatti. In ogni caso i social sono strumenti di interazione imprescindibili.

Esempi siti web ristorante: lasciati ispirare!

Concludiamo questo articolo, con una carrellata di siti web di ristoranti che sono un esempio pratico di quanto sopra esposto.

Il sito Alajmo.it funge da portale per tutti i locali della famiglia Alajmo, marchio internazionale della ristorazione di qualità. I vari locali hanno ciascuno un proprio sito, che ricalca nel template e nella grafica quello principale: la funzione prenota è sempre in primo piano, così come ogni HP dà ampio spazio alle varie sezioni, ciascuna arricchita da foto altamente rappresentative e da descrizioni puntuali.

Curatissimo il video di intro che apre la Home Page e introduce alle sezioni sulla filosofia del locale e sulla storia dello chef. Anche il menù del ristorante è ben visibile e riporta i prezzi dei piatti, scelta in sintonia con il servizio delivery. Fra i social viene data evidenza, in alto a sinistra, ai collegamenti agli account Facebook e Instagram.

Non poteva mancare il sito web di una pizzeria gourmet, ovvero di quelle pizzerie che sposano la filosofia del less is more: pochi ingredienti, ma locali e possibilmente con marchio di qualità controllata. Nel sito in oggetto le foto del locale e dello chef-pizzaiolo sono centrali e improntate alla semplicità informale, come si addice a questo tipo di locale. Per quanto riguarda invece il menù di navigazione della Home Page fa focus sugli ingredienti utilizzati, sulle news e sul particolare rione dove è situata la pizzeria.

Caricamento contenuti...