Home Page Business

Sbloccati i ristori automatici per fiere, eventi e logistica: i dettagli

Al via i ristori per i settori più colpiti dalla pandemia: ecco chi sono i beneficiari, come fare domanda e come ripartire con la propria azienda

Alt text

La pandemia ha rappresentato un momento difficile per particolari categorie, in particolare ha provocato il blocco delle attività per fiere, congressi ed eventi e problemi per la logistica e trasporti, turismo. Per i lavoratori di questi settori, il Ministero del Turismo ha stanziato dei fondi di sostegno, i cosiddetti ristori. I dettagli sono pubblicati all’interno del Decreto Sostegni n.41/2021. Recentemente, il Ministro Massimo Garavaglia ha poi firmato i due Decreti con tutte le condizioni e i requisiti per ottenere i contributi.

Come ottenere i ristori per categorie colpite dal Covid-19

Il fondo stanziato dal Governo ammonta a 100 milioni di euro. Questi saranno erogati automaticamente, non bisognerà inoltrare alcuna domanda. Il provvedimento era stato approvato ad aprile 2021 ma era fermo perchè si aspettava il lasciapassare dell’Unione Europea.

Ristori turismo, eventi e logistica: chi sono i beneficiari

Il bacino di beneficiari è costituito da 1.173 imprese con codice Ateco 82.30.00, quindi tutti coloro che lavorano nella logistica, nei trasporti e allestimento con almeno il 50% di fatturato prodotto grazie a fiere e congressi. La prima fase di aiuti è rivolta a chi ha subito una perdita di fatturato medio mensile che parte dal 30% a partire dal 1° gennaio al 20 giugno 2021, rispetto agli stessi mesi del 2019. Per la seconda fase si dovrà aspettare la realizzazione di una piattaforma, che servirà a inoltrare le domande. Quindi, il primo pacchetto di aiuti è composto da 121 mila euro per gli enti fieristici, 121 mila euro per chi organizza congressi e 81 mila euro per le imprese che si occupano di logistica e trasporti.

Le aziende beneficiarie devono avere sede legale in Italia e non avere in corso procedure concorsuali, nè pratiche simili. Inoltre, per ricevere gli aiuti bisogna essere in regola con i pagamenti fiscali, assicurativi e previdenziali e non essere in difficoltà economica al 31 dicembre 2019. I contributi rientrano nell’ambito degli Aiuti di Stato in regime “de minimis” (reg. 1407/2013).

Turismo ed eventi: consigli per la ripartenza

La pandemia ha bloccato tante aziende operanti nel settore del turismo e degli eventi, ma adesso, grazie alla campagna di vaccinazioni, al numero ridotto di casi e all’arrivo della bella stagione, si può finalmente ripartire. Ma come affrontare la ripartenza col piede giusto? Ci sono tante attività da riorganizzare, tra queste c’è anche l’aggiornamento del numero telefonico, del sito web, degli orari di apertura e chiusura della sede, informazioni cruciali da offrire ai clienti. Infatti, oggi i consumatori si affidano alla rete per reperire tali informazioni. E in questo caso, è possibile aggiornare i contatti in modo facile e immediato.

Come? Grazie alla piattaforma Presenza Online che permette, da un unico punto di aggiornare tutti i dati aziendali in circa 50 piattaforme digitali: Google My Business, Facebook, TomTom, PagineGialle, PagineBianche e tante altre. Non rimane che scoprire tutti i vantaggi del servizio Italiaonline e ripartire al meglio.

Gestisci la tua Presenza Online?
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Caricamento contenuti...