Home Page Business

PMI italiane accelerano sulla digitalizzazione: ecco i dati

Le aziende italiane hanno reagito all’emergenza sanitaria investendo sulla trasformazione digitale. Ecco i dati del report Facebook

Alt text

L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha modificato improvvisamente organizzazione e produttività delle aziende di tutto il mondo, PMI italiane incluse. In questo contesto, dove a regnare è l’incertezza, le imprese del nostro Paese reagiscono premendo l’acceleratore sulla trasformazione digitale.

La situazione è stata analizzata da Facebook, in collaborazione con la Banca Mondiale e OCSE, nel report “Global State of small business report”. L’indagine ha preso in considerazione le realtà di oltre 50 Paesi di tutto il mondo che utilizzano anche il social network per promuovere il loro business. Uno dei dati più interessanti è che il 31% delle PMI ha realizzato più del 25% delle vendite tramite web a luglio. Abbracciare il digitale è fondamentale soprattutto per le aziende di dimensioni ridotte. Vediamo perchè e i risultati dello studio Facebook.

Come sono cambiati i consumatori

La pandemia ha modificato le preferenze di acquisto dei consumatori. Un altro studio, chiamato “Digital tools consumer survey” commissionato da Facebook ed eseguito da Deloitte si focalizza proprio su questo aspetto.

In Italia, il 48% del campione analizzato ha aumentato gli acquisti online durante l’emergenza Covid-19, mentre il 49% ha ammesso di aver usato sistemi di pagamento digitale e il 56% ha rivelato di aver usato i social o le app di messaggistica per comunicare con le aziende.

Sono cambiati anche i settori: le persone acquistano online prodotti diversi rispetto ad un anno fa, in particolare gli alimenti, cosmetici e articoli per la casa. Le aziende più reattive hanno saputo sfruttare questo trend.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Crescita delle attività locali

Nei mesi di isolamento domestico, il 57% dei consumatori italiani ha fatto acquisti presso imprese locali o comunque italiane e ancora oggi molti hanno mantenuto questa abitudine. Tra i motivi di questa scelta troviamo la migliore offerta proposta da tali attività e il servizio rapido.

Il 30% ha trovato queste aziende grazie agli strumenti digitali, tra cui i social network come Facebook ma anche le ricerche su Google e così via. Per quanto riguarda gli strumenti considerati utili per comunicare con l’azienda, il 70% degli intervistati ha menzionato WhatsApp mentre il 56% ha nominato Facebook.

Luca Colombo, Country Director di Facebook Italia ha ribadito quanto è importante per un’impresa la presenza online: “circa il 20% delle Pmi attive su Facebook a luglio ha dichiarato che nell’ultimo mese oltre il 50% del proprio business è stato realizzato attraverso i canali digitali”.

Il social network per sostenere la digitalizzazione delle PMI, con particolare riferimento a quelle danneggiate dal Covid-19, ha lanciato il programma #piccolegrandimprese.

Facebook e PMI: incontri dedicati alla digitalizzazione

“Facebook business open days” è l’iniziativa pensata per le aziende che vogliono prepararsi per affrontare il cambiamento in atto e soprattutto abbracciare la trasformazione digitale efficacemente. Prevede una serie di webinar gratuiti che si svolgeranno dal 24 settembre fino alla fine dell’anno.

Verranno affrontati i temi più disparati, ideali anche per chi muove i primi passi nel digitale: per esempio si parlerà di come usare i social network per il proprio business, come scegliere i canali, i strumenti di Instagram, Facebook e altre piattaforme.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...