Home Page Business

Nel settore Food & Beverage aumentano le vendite online: ecco i dati

Gli europei amano acquistare cibo e bevande online: li ordinano a domicilio o comprano via e-commerce. Gli imprenditori devono cogliere tale opportunità

Alt text

Durante la pandemia, gli italiani hanno rivoluzionato le proprie abitudini di acquisto. Il cambiamento ha interessato tanti settori e in particolare il Food & Beverage, cioè quello degli alimenti e delle bevande. Prima del 2020, le persone facevano la spesa nei punti vendita, ignorando in gran parte l’e-commerce, a parte un ristretto gruppo di acquirenti avanzati e orientati al cambiamento.

Invece, a partire dall’emergenza Coronavirus sono aumentati in modo esponenziale i consumatori che acquistano online cibo e bevande di ogni tipo, anche prodotti freschi, situazione che fino ad un anno e mezzo fa era impensabile. I nuovi dati confermano che il settore del Food & Beverage è uno dei più digitalizzati del momento e che le aziende che intraprendono la via dell’e-commerce stanno ottenendo numerosi benefici.

Alimenti e bevande: boom delle vendite online

Reply ha effettuato un’indagine sull’impatto del Covid-19 sul settore del Food & Beverage. I dati rivelano che la pandemia ha incentivato la digitalizzazione del comparto, interessato da una vera e propria rivoluzione: le aziende del settore devono cogliere al volo tale opportunità. In che modo? Chi ancora non ha un sito web dovrebbe avviarlo, dando la possibilità alle persone di prenotare online il ritiro di prodotti in negozio o la consegna a casa. Per non parlare dell’e-commerce che oggi rappresenta un importante canale di vendita per i negozi alimentari.

I dati del report parlano chiaro. In Europa, il settore Food & Beverage online è cresciuto del 140% nel 2020. In Italia è cresciuto del 140% registrando una delle migliori performance in tutta Europa. Allo stesso tempo, i negozi fisici hanno avuto un calo del 12% dei consumi, a causa delle restrizioni e dei lockdown imposti in tutta Europa. Le persone hanno quindi optato per l’acquisto online, molte hanno usato per la prima volta l’e-commerce, trasformandolo gradualmente in un’abitudine.

Food & Beverage: la crescita delle consegne a domicilio

I ristoranti, i bar, i locali e i negozi hanno organizzato efficienti servizi di delivery, ovvero consegna a domicilio. Alcune attività si sono affidate ad importanti piattaforme, come Deliveroo, Just Eat o Glovo. Altri negozi e ristoranti hanno invece sviluppato app e siti web proprietari che consentono alle persone di prenotare completamente online una pizza, un menù o la spesa da ricevere a casa. Le persone possono decidere se pagare online oppure direttamente al momento del ritiro. Queste soluzioni sono ancora tra le preferite dei consumatori di tutta Europa.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Da luglio a settembre 2020, il 34% degli europei ha ordinato cibo da asporto online: il Paese in cui questa abitudine è cresciuta maggiormente è il Regno Unito con un +46%, segue l’Italia con una crescita del +35%. L’ultima in classifica è la Francia con +27%.

I servizi di consegna a domicilio hanno permesso a ristoranti, pub, bar, pizzerie e altri locali di mantenere il contatto col cliente e trovare modi alternativi per raggiungerlo e non bloccare la produzione. Ripensare al modello di vendita è oggi fondamentale per rimanere sul mercato ed essere competitivi. Non mancano i casi originali e speciali. Per esempio, molti bar, ristoranti e locali hanno ideato delle vere e proprie box a tema da consegnare a domicilio.

Per esempio, la box aperitivo può includere degli spritz oltre a un tagliere e dei salatini, la box per la colazione, include un cornetto e altre delizie da consumare nel primo pasto della giornata. Non mancano box di buon compleanno magari da consegnare a casa di un amico che è costretto a festeggiare il compleanno a casa. Insomma, le idee per incrementare le vendite di cibo e bevande sono davvero tante e ora grazie ai tanti canali digitali a disposizione dei commercianti è possibile metterle in pratica.

Aumentano i pagamenti digitali

La pandemia ha influenzato anche i metodi di pagamento usati dai consumatori europei. Ci sono tanti segnali che indicano un cambiamento in atto: +87% degli europei rivela che preferirà i pagamenti digitali ai contanti. Inoltre, sempre più italiani ricorrono al QR Code (+34%).

Gli esercenti che offrono ai consumatori la possibilità di pagare con strumenti innovativi hanno già da ora una marcia in più: occorre rendere il processo di scelta del prodotto digitale e acquisto online molto più veloce e fluido, ottimizzare il processo di ordinazione dal menù virtuale, offrire una scelta personalizzata in base agli ordini precedenti, proporre un acquisto periodico soprattutto per prodotti confezionati oppure un sistema di sconti per i clienti più fedeli, come quelli che acquistano la colazione al bar quotidianamente. Queste idee si possono facilmente realizzare grazie ai numerosi strumenti digitali messi a disposizione delle aziende oggi.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...