Home Page Business

Lombardia: agevolazioni per la partecipazione delle PMI alle fiere

Le imprese lombarde che desiderano partecipare a fiere di carattere internazionale possono accedere ai contributi della Regione. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 15 sett 2020 fino ad esaurimento fondi
regione Lombardia

Le fiere di carattere internazionale rappresentano una grande opportunità per tutte le aziende interessate ad oltrepassare i confini italiani. Sono un ottimo trampolino di lancio per promuovere la propria attività e magari incontrare eventuali collaboratori, investitori e altri professionisti con cui stringere accordi commerciali. Dopo il periodo di sospensione a causa del Covid-19, tali appuntamenti riprenderanno gradualmente anche dal vivo e le aziende potranno quindi confermarne la partecipazione, riuscendo ad affrontare al meglio la ripresa. La Regione Lombardia per stimolare le imprese a partecipare a tali eventi ha pubblicato un nuovo bando. Verranno infatti concessi contributi per il sostegno di tutte le spese legate alla partecipazione di eventi fieristici. Domande dal 15 settembre 2020.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando per la concessione di contributi per la partecipazione delle PMI alle fiere internazionali in Lombardia
  • A chi è rivolto il bando: MPMI della Lombardia
  • Fondi disponibili: 2.7 milioni €
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Lombardia
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 15 settembre fino ad esaurimento delle risorse

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è promuovere i prodotti e tutte le attività del Sistema Lombardia al livello internazionale, creando, grazie ad eventi fieristici, occasioni di incontro tra aziende lombarde e buyer provenienti dall’estero. Le fiere sono infatti un’ottima opportunità per incentivare gli accordi commerciali ed è per questo motivo che la Regione Lombardia vuole aiutare le imprese di piccole dimensioni a partecipare. Tali realtà sono infatti state danneggiate dall’emergenza sanitaria e, senza un sostegno economico, potrebbero faticare a sostenere i costi delle fiere e altri eventi promozionali. Allo stesso tempo, col bando si desidera stimolare la rinascita del settore fieristico della Lombardia. La misura ha quindi un doppio obiettivo. Le risorse disponibili ammontano a 2.7 milioni €.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese con almeno una sede operativa in Lombardia. Le candidate devono essere attive, iscritte al Registro delle Imprese, in regola con il pagamento del diritto annuale e di altri obblighi contributivi, come attestato dal DURC. Inoltre, non dovevano essere in difficoltà in data 31 dicembre 2019.

Viene ammesso al bando solo chi partecipa all’evento come espositore diretto, ovvero i titolari dell’area espositiva. Inoltre, possono partecipare al bando anche gli espositori che hanno già partecipato ad edizioni fieristiche precedenti.

Contributo

Le imprese vengono divise in base alla tipologia. I nuovi espositori non hanno mai partecipato alle precedenti edizioni delle fiere (per eventi con cadenza annuale o inferiore) o alle precedenti 2 edizioni (eventi con cadenza biennale o superiore). Gli espositori abituali hanno già partecipato almeno una volta alle 2 o 3 edizioni precedenti della fiera.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Il contributo è concesso ai nuovi espositori nella misura del 50% delle spese ammissibili (per la partecipazione ad una sola fiera) o del 60% delle spese ammissibili (due o più fiere) fino ad un massimo di 15.000 euro.

Il contributo per gli espositori abituati è del 40% delle spese ammissibili (partecipazione a una sola fiera) o del 50% delle spese ammissibili (partecipazione a due o più fiere) fino a un massimo di 10.000 euro.

A questi importi si aggiunge una premialità del +5% in caso di microimpresa o in caso di startup. L’agevolazione sarà erogata a saldo, previa rendicontazione delle spese sostenute. L’agevolazione è concessa ai sensi del regime “de minimis”. L’investimento minimo previsto deve essere di 6.000 euro.

Spese ammesse dal bando

Le spese ammissibili riguardano la partecipazione alla fiera e vanno dall’affitto dell’area espositiva agli oneri obbligatori previsti, fino all’allestimento dello stand, personale (hostess o traduttori), spese per la pulizia o per usufruire dell’energia elettrica o altri servizi. Sono ammesse anche le spese per consulenze propedeutiche alla partecipazione, spese di comunicazione e promozione (marketing in filiera e sui canali online). A questi si aggiungono costi generali, riconosciuti in maniera forfettaria per un massimo del 7%.

Le spese devono essere destinate alle fiere con qualifica internazionale inserite nel calendario della Regione Lombardia. Tutte le spese possono essere sostenute solo fino al 31 marzo 2023. Le domande possono prevedere la partecipazione a una o più fiera, a patto che si siano svolte dal 1° settembre 2020 e il 31 dicembre 2022.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Termine di scadenza

Le domande possono essere inviate a partire dalle ore 10:00 del 15 settembre 2020 fino a esaurimento delle risorse disponibili.

Procedure e invio domanda

Le domande e tutti gli allegati adeguatamente compilati in base alle disposizioni del bando devono essere presentati esclusivamente in via telematica attraverso lo sportello Bandi Online. Per ogni impresa può essere ammessa e finanziata una sola domanda. Dovranno essere presentate almeno 30 giorni prima della data di inizio della prima fiera a cui si vuole partecipare. Questa scadenza non vale per le domande presentate fino al 15 ottobre 2020.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande pervenute sono accolte e selezionate tramite procedura valutativa a sportello. Ogni domanda verrà analizzata da un apposito Nucleo di Valutazione che esaminerà il progetto. Alla fine della procedura, ad ogni domanda verrà assegnato un punteggio che può andare da 0 a 100. Sono previste delle premialità. Sono ammissibili le domande con un punteggio minimo di 50 punti, che saranno ammesse in base all’ordine cronologico di presentazione. Dopo la conclusione dell’ultima fiera per la quale si è richiesto il contributo, l’azienda beneficiaria dovrà presentare all’ente la rendicontazione per ricevere il contributo, erogato in un’unica soluzione.

Il contributo verrà revocato qualora l’azienda beneficiaria rilasci dichiarazioni mendaci o inesatte, non rispetti i tempi e le modalità di invio della rendicontazione e altri accordi legati all’investimento e al progetto, e nel caso violi ulteriori disposizioni del bando.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e gli allegati possono essere consultati e scaricati dal sito web della Regione Lombardia.

Eventuali informazioni legate al bando possono essere richieste a Finlombarda scrivendo al seguente indirizzo e-mail: bandofiere@finlombarda.it.

Per problemi, dubbi e domande riguardanti l’invio della domanda e l’uso della piattaforma web è possibile contattare l’Assistenza Tecnica al Numero verde 800.131.151 o all’e-mail bandi@regione.lombardia.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...