Home Page Business

Le strategie del Marketing Alberghiero contro la crisi da Covid-19

La pandemia di Covid-19 ha causato una profonda crisi nel settore del turismo: ecco quali sono alcune strategie di marketing alberghiero da mettere in pratica.

Alt text

A causa della pandemia da Covid-19 che ha colpito gran parte dei paesi del mondo, uno dei settori che ha subito una maggiore battuta d’arresto è stato quello del turismo. Se in un primo momento molti reparti alberghieri hanno dovuto ridimensionarsi, questo non deve essere il caso della promozione alberghiera. Bloccare la comunicazione con la propria community è sempre un errore perché rischia di rovinare il lavoro svolto negli anni: per questo è importante fermarsi e ricostruire una strategia di marketing alberghiero ad hoc per questo delicato momento storico. Ecco quali sono alcune best practices a cui ispirarsi.

Marketing alberghiero strategie: le azioni da mettere in campo

In un periodo delicato come quello di questi mesi, è normale lasciarsi prendere dallo sconforto: proprio per questo è importante affidarsi a dei professionisti del marketing nel settore turistico e alberghiero che abbiano capacità di problem solving. Gli strumenti di comunicazione digitale infatti sono fondamentali per mantenere un contatto diretto con la propria community nonostante le difficoltà: ecco quali sono alcune strategie da mettere in campo.

Sfruttare i social media per declinare nuovi contenuti

I social media si sono rivelati uno strumento essenziale per poter dimostrare “vicinanza” quando la possibilità di muoversi è venuta a mancare. Durante questa fase diventa quindi decisivo rivedere il piano editoriale quotidiano e costruire dei nuovi contenuti che aiutino la community a sentirsi parte di un progetto condiviso. Riconnettersi con le persone significa fornire dei contenuti esclusivi: molte strutture alberghiere per esempio si sono dedicate a tour a 360 gradi della proprietà, ad interviste al personale, a video di ricette dello chef del ristorante e a suggestioni e ispirazioni in vista dei prossimi viaggi, quando la situazione permetterà di incontrarsi di nuovo. In questo modo si è mantenuto il focus attivo sui plus della struttura, mostrando alla community un atteggiamento propositivo e ottimista, nonostante la fase di crisi. La scelta di alimentare le relazioni si è rivelata assolutamente vincente.

Aumenta la tua visibilità su Google
con campagne davvero ottimizzate

Scopri come

Rimodulare il tone of voice

Uno dei capisaldi del web marketing alberghiero è il tone of voice che viene utilizzato dalla struttura sui suoi canali, come sito, social media e newsletter. In una fase delicata come quella causata dalla pandemia, è fondamentale rivedere il proprio tono di voce, cercando di mantenere un approccio positivo e propositivo. Lamentarsi dello stato attuale delle cose è poco performante in termini di engagement, per questo è più utile dimostrarsi aperti all’ascolto, creare delle rubriche di intrattenimento, inviare una newsletter emozionale in cui si propongono ispirazioni e suggestioni in vista dei prossimi viaggi. Questo tipo di tone of voice è stato percepito come rassicurante dagli utenti, che si sono rifugiati in un futuro più roseo in cui dimostreranno sicuramente riconoscenza verso la struttura che li ha sostenuti in questi mesi.

Valorizzare e adattare la unique selling proposition

Durante una fase di stop forzato, come quella di quest’anno, è importante sfruttare ogni momento a disposizione per rivedere la propria unique selling proposition e riadattarla alla situazione corrente. Alcune strutture alberghiere immerse nella natura, hanno fatto della posizione e delle attività in solitaria il loro punto di forza, ideale per rassicurare gli utenti non appena sarà possibile viaggiare. In questo modo è possibile farsi trovare pronti e competitivi non appena il mercato si riattiverà e i viaggiatori potranno scegliere la meta dei loro viaggi.

Implementare lo storytelling

Una parte fondamentale del marketing alberghiero consiste nello storytelling non solo del prodotto, ma dell’esperienza che si propone e del territorio in cui si è inseriti. Durante una fase di stop, è utile, per chi non lo ha già fatto, andare a sviluppare una serie di contenuti in cui si intrattengono gli utenti raccontando tradizioni culturali ed enogastronomiche, opportunità di svago e divertimento e tutto ciò che si potrà fare una volta che si tornerà a viaggiare. Per questo molte strutture hanno sentito l’esigenza di sviluppare un blog aziendale in cui hanno creato una serie di contenuti ad hoc per ispirare gli utenti oppure delle interviste video, pubblicate sui social. Creare un contatto diretto con gli utenti e condividere con loro l’amore per il territorio e per il lavoro di ospitalità, è fondamentale per ripartire con il piede giusto quando la crisi si sarà fermata e gli spostamenti saranno nuovamente possibili.

Vuoi aumentare la visibilità della tua attività online?

scheda azienda gratis

Caricamento contenuti...