Home Page Business

CCIAA Piacenza: bando per la ripartenza delle Pmi post-Covid

La Camera di Commercio, in collaborazione col Comune di Piacenza, concede contributi a fondo perduto per la messa in sicurezza delle aziende

DATA APERTURA dal 21 gen 2021 al 30 apr 2021
regione Emilia-Romagna

La pandemia ha modificato le priorità di tante aziende: molte realtà, per continuare a operare in sicurezza, hanno dovuto modificare la struttura della sede e l’organizzazione del lavoro, per esempio hanno distanziato le postazioni dei dipendenti, creato nuovi ambienti o inserito delle pareti divisorie e così via. Ancora oggi, a un anno dall’inizio dell’emergenza, è necessario migliorare questo aspetto e continuare a investire negli acquisti mirati alla messa in sicurezza. Per aiutare le imprese della propria circoscrizione a raggiungere tale obiettivo, la Camera di Commercio di Piacenza concede contributi a fondo perduto. Ecco il bando per ottenerli e tutti i dettagli.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando per la concessione di contributi per la ripresa in sicurezza delle attività economiche, nel quadro della emergenza sanitaria COVID-19
  • A chi è rivolto il bando: imprese di Piacenza e Provincia
  • Fondi disponibili: 425.000 €
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Piacenza
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio delle domande dal 21 gennaio 2021 al 30 aprile 2021

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando pubblicato dalla Camera di Commercio di Piacenza è supportare la ripartenza dopo l’emergenza sanitaria da Covid-19 delle imprese de territorio, inclusi consorzi e cooperative. A tal fine, l’ente camerale, con l’aiuto del Comune di Piacenza, ha stanziato 425.000 €. Una parte delle risorse (350.000 €) sarà destinata alle aziende con sede nel Comune di Piacenza.

Soggetti interessati

Sono ammesse al contributo le aziende, in forma singola oppure sotto forma di cooperativa o consorzio, con sede legale e/o operativa a Piacenza e provincia. Le aziende interessate devono essere attive e iscritte al Registro delle Imprese della CCIAA di Piacenza ed essere in regola col pagamento del diritto camerale e con gli obblighi contributivi e previdenziali. Inoltre, non devono essere in stato di fallimento, liquidazione o altra procedura concorsuale. Ogni impresa può presentare un’unica richiesta di contributo.

Contributo

L’agevolazione viene concessa sotto forma di contributo a fondo del 70% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 10.000 €. Le aziende con rating di legalità avranno diritto ad una premialità 100 €.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Il contributo è concesso in accordo con il regime “de minimis”. Il contributo è cumulabile con altri aiuti in regime “de minimis” e altri autorizzati dalla Commissione. Non possono partecipare le imprese già beneficiarie dell’edizione precedente del bando.

Spese ammesse dal bando

Accederanno al contributo tutte le attività finalizzate a prevenire il rischio di contagio da Covid-19 all’interno della sede aziendale o nei mezzi di trasporto strumentali dell’impresa. Nello specifico, tra le spese ammesse troviamo l’acquisto e messa in opera di attrezzature e strumenti di sanificazione, dispositivi di protezione, sistemi per regolare il flusso di persone e così via. Le spese devono essere sostenute dal 23 febbraio 2020 al 30 aprile 2021. L’investimento minimo è di 1000 €.

Termine di scadenza

Le domande di partecipazione devono essere inviate dalle ore 8:00 del 21 gennaio 2021 alle ore 20:00 del 30 aprile 2021.

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione possono essere inviate esclusivamente in modalità telematica, convalidate da firma digitale. Per l’invio occorre accedere allo sportello online “Contributi alle imprese” della piattaforma online Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov.

Sul sito della Camera di Commercio sono disponibili tutte le istruzioni per seguire in modo facile e veloce la procedura telematica, inoltre è stato creato un corso online per facilitare ulteriormente le aziende interessate. Tutte le comunicazioni ufficiali sul bando verranno gestite attraverso un indirizzo PEC: l’azienda è tenuta a fornire il domicilio digitale al momento dell’invio della domanda.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Controlli ed eventuale revoca contributi

La valutazione delle domande viene fatta tramite procedura a sportello, cioè in base all’arrivo delle istanze in ordine cronologico. Si tiene conto del numero di protocollo che viene inviato dal sistema Telemaco all’azienda candidata subito dopo la trasmissione della domanda. Non è prevista alcuna graduatoria, infatti le domande vengono esaminate singolarmente man mano che arrivano e l’esito viene comunicato direttamente all’impresa candidata, anche in caso di risultato negativo.

La Camera di Commercio effettuerà dei controlli a campione per accertarsi che le aziende beneficiarie svolgano gli interventi ammessi al contributo. Nel caso in cui i controlli vengano respinti dai beneficiari o abbiano un esito negativo, si provvede alla revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati sono pubblicati sul sito web della Camera di Commercio di Piacenza.

Per ulteriori informazioni e dubbi è possibile contattare l’ente camerale al seguente indirizzo e-mail: promozione@pc.camcom.it

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...