Home Page Business

Regione Vicina, gli interventi della Regione Lazio in favore delle PMI

Regione Vicina prevede 11 gruppi di intervento pensati per i diversi ambiti della società, tra cui le imprese. Ecco quali sono i fondi previsti e come partecipare

Alt text

La Regione Lazio ha presentato Regione Vicina, un pacchetto di interventi pensato per sostenere la ripresa di cittadini e imprese in seguito all’emergenza sanitaria causata dal Covid-19. L’obiettivo è rimettere in moto i diversi settori e aiutare soprattutto le categorie più fragili, iniettando liquidità affinché nessuno rimanga indietro durante la delicata fase di convivenza col virus.

Le misure riguardano le famiglie, le donne che hanno subito violenza, i lavoratori meno tutelati, i genitori che lavorano ma anche le tante piccole e medie imprese che sono state costrette a chiudere per due mesi e che ora possono riaprire gradualmente. Queste ultime dovranno impegnarsi per recuperare il tempo – e il denaro – perso, dotandosi di tutte le misure anti-contagio disposte dal Governo.

Regione Vicina: quali sono gli 11 gruppi di intervento

Il pacchetto Regione Vicina si articola in 11 gruppi di intervento distinti in base all’ambito d’azione, molti di questi riguardano strettamente il tessuto imprenditoriale e i lavoratori, altri invece sono pensati per i cittadini, soprattutto i più svantaggiati. Innanzitutto, vediamo quali sono tutte le misure, a chi si rivolgono e a quanto ammonta il fondo:

  1. Nessuno Escluso racchiude tutte le iniziative pensate per studenti, tirocinanti e alcune categorie di lavoratori definiti “fragili” (come rider, colf e badanti). Per sostenere questa misura è stato stanziato un fondo di 40 milioni.
  2. Dalla parte delle donne è pensato per le donne prese in carico dai Centri Antiviolenza e case rifugio. Per loro sono previsti 5mila euro di contributo.
  3. Asili nido pubblici e privati è il pacchetto di aiuti pensato per aiutare i genitori che lavorano a gestire i figli, affidandoli a strutture accreditate. È stato stanziato un fondo complessivo di 14 milioni di euro.
  4. Fondo contro l’usura, di cui avevamo parlato in un precedente articolo, è pensato per le piccole imprese e i cittadini danneggiati dal Covid-19 che, non riuscendo ad accedere al credito attraverso i canali tradizionali, rischiano di affidarsi a soluzioni illegali e pericolose come l’usura. A tal fine sono previsti 400mila euro di contributi a fondo perduto.
  5. Il pacchetto Cultura prevede uno stanziamento di 8 milioni a sostegno degli spazi culturali (musei, biblioteche, archivi, etc.) A questi si aggiungono 5,6 milioni per cinema e teatri. Inoltre, sono stati stanziati 1,6 milioni da destinare alle librerie indipendenti.
  6. Turismo prevede un investimento di 20 milioni per gli operatori turistici, a cui si aggiungono 1,5 milioni di euro destinati agli agriturismi del Lazio.
  7. Sport si articola in diverse misure pensate per sostenere le associazioni sportive e le famiglie con aiuti a fondo perduto per un investimento totale di 5,2 milioni di euro.
  8. Per chi è in difficoltà è il pacchetto di interventi pensato per i cittadini che non riescono ad affrontare gli acquisti necessari (dalla spesa alle medicine) o sostenere un affitto.
  9. Per il territorio è la misura che interessa le aziende che operano nell’edilizia e nelle infrastrutture. Sono stati stanziati più di 10 milioni di euro.
  10. Per la sanità sono previsti diversi tipi di intervento, dal rimborso del taxi e NCC per il personale sanitario ad un contributo di 5 milioni di euro allo Spallanzani impegnato nella ricerca di un vaccino contro il Covid-19.
  11. Per aiutare le imprese è un pacchetto di interventi pensato per tutte le aziende del Lazio.

Questi sono tutti gli ambiti di intervento pensati per sostenere chi vive ed opera nella Regione Lazio. Molti di questi sono strettamente pensati per le aziende. Vediamoli nel dettaglio.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Regione Vicina: pacchetto di interventi per aiutare le imprese

L’ultima misura citata si chiama Per aiutare le imprese e riguarda da vicino il tessuto imprenditoriale della Regione. È, a sua volta, costituita da 4 diversi interventi.

  • Il primo è pensato per bloccare sia i mutui di 4mila aziende sia i rimborsi dei prestiti ottenuti grazie ai bandi regionali per 12 mesi.
  • Il secondo mira a bloccare per tre mesi alcune tasse regionali, ovvero IRESA (imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili civili), IRBA (imposta regionale sulla benzina per autotrazione) e il bollo auto.
  • Il terzo intervento accoglie quanto disposto dal Decreto Cura Italia, cioè è pensato per sostenere tutte le aziende che, durante l’emergenza sanitaria, hanno riconvertito la propria produzione, dedicandosi alla realizzazione di DPI (dispositivi di protezione individuale) e altre soluzioni pensate per contenere il contagio.
  • Il quarto ed ultimo pacchetto di interventi si chiama Pronto Cassa e prevede un fondo di 500 milioni di euro per erogare prestiti e garanzie alle imprese. Le imprese possono richiedere un finanziamento a tasso zero fino a 10mila euro. Per accedere è necessario avere tutti i requisiti previsti dal bando.

Regione Vicina: aiuti per cantieri e infrastrutture del Lazio

Un altro pacchetto di interventi previsti da Regione Vicina è pensato per le imprese che operano nell’edilizia. All’interno dell’elenco sopraccitato è definito “Per il territorio” ed è articolato in due tipi di aiuti:

  • Il primo mira ad accelerare i pagamenti dei lavori in cantieri e infrastrutture in modo che le imprese edili abbiano subito la liquidità necessaria per fronteggiare la crisi.
  • Il secondo intervento mette a disposizione 10 milioni di euro per le imprese e i lavoratori impegnati nella ricostruzione post-sisma. Il sostegno economico è destinato alle imprese impegnate in 195 cantieri nell’area sismica. Molti cantieri infatti che sono stati sospesi durante l’emergenza sanitaria, ma alcuni lavori sono già terminati e quindi verranno correttamente pagati. Ciò permette di iniettare liquidità in un settore bloccato dall’emergenza, che ha bisogno di ripartire con le giuste risorse.

Regione Vicina: misure per cultura, sport e turismo

Ma Regione Vicina, proprio come dice il nome, vuol sostenere anche quei settori colpiti duramente dal blocco delle attività: parliamo di sport, turismo e cultura. Attualmente non si sa bene come e quando ripartiranno a tutti gli effetti. Sono stati stanziati diversi fondi per sostenere i luoghi della cultura, come i teatri e i cinema, ma anche le librerie indipendenti e i centri sportivi. Infine, il Lazio si occupa anche di sostenere le strutture turistiche con 3 misure differenti:

  • Un bonus per le attività alberghiere ed extra alberghiere (disponibilità finanziaria: 15 milioni di euro).
  • Un bonus per tour operator e agenzie di viaggio (fondo di 3 milioni di euro).
  • Un bonus per le attività extralberghiere non imprenditoriali (fondo di 2 milioni di euro).

Oltre a questi, è previsto anche un aiuto per far ripartire gli agriturismi, fondamentali per la riscoperta dei tanti borghi seminati nel Lazio, e fondamentali per lo sviluppo economico.

Molti dei bandi annunciati con l’intervento Regione Vicina devono ancora essere pubblicati, tra cui proprio quelli per il turismo. Non rimane che presidiare il sito ufficiale della Regione Lazio e partecipare in base al settore in cui si opera.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...