Home Page Business

Regione Toscana: bando per l'innovazione delle coop agricole

L'obiettivo è favorire l'ammodernamento e la competitività delle cooperative e consorzi del settore agricolo e forestale. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 21 ott 2020 al 1 feb 2021
regione Toscana

La Regione Toscana continua il suo impegno nei confronti nelle aziende e cooperative del settore agricolo, che per crescere, diventare competitive e rimanere al passo coi tempi, devono impegnarsi per digitalizzare prodotti e servizi. A tal fine, prosegue il bando del 2020 per la concessione di contributi volti a sostenere processi innovativi. Per il prossimo biennio sono stati stanziati 430 mila euro. Serviranno per aiutare economicamente le aziende che presentano progetti innovativi ritenuti meritevoli. Ecco i dettagli del bando.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando per una sovvenzione diretta alle cooperative agricole e a consorzi forestali a sostegno dei processi di innovazione
  • A chi è rivolto il bando: coop della Toscana
  • Fondi disponibili: 730 mila euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Toscana
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 21 ottobre 2020 al 1° febbraio 2021

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è incentivare gli investimenti nell’innovazione dei processi produttivi e organizzativi delle cooperative agricole e consorzi forestali. L’intervento mira ad avere ricadute positive sull’ambiente, sul clima e sull’innovazione del tessuto imprenditoriale del territorio. Il bando è finalizzato a promuovere progetti innovativi volti a sperimentare nuove tecnologie, tecniche e pratiche; e progetti di cooperazione tra coop. attraverso la costituzione di reti di impresa che permettano di unire le forze per crescere e diventare più competitive nel contesto locale e nazionale.

La dotazione finanziaria relativa al 2020 è di 300 mila euro. A questi sono stati aggiunti ulteriori 430 mila euro per il biennio 2021/2022.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le cooperative agricole e forestali e i consorzi forestali. Questi soggetti possono presentarsi in forma singola o associata, cioè sotto forma di rete di impresa. Tutti i candidati devono operare nella Regione Toscana e afferire ai settori vitivinicolo, olivo-olivicola, ortofrutticolo, cerealicola, forestale.

Contributo

Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale fino al 90% di spese ammissibili. Inoltre, è concesso solo per la fase pre-competitiva, ovvero quella che precede l’uso commerciale di prodotti, processi e servizi innovativi. L’importo massimo dell’aiuto è di 100 mila euro per progetto. L’importo minimo è di 50 mila euro.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Spese ammesse dal bando

I progetti devono mirare alla ridurre l’uso delle risorse idriche, l’uso di prodotti chimici, fitofarmaci nel settore agro-alimentare, avviare e monitorare processi innovativi impiegando tecnologie di “precision farming” e implementare la riorganizzazione aziendale. Tutti gli interventi devono essere svolti in Toscana in 24 mesi.

Tra le principali spese ammesse troviamo quelle finalizzate a consulenze di fattibilità, acquisto di macchinari, attrezzature e beni di consumo, pubblicità, missioni e trasferte. L’elenco completo è presente nel bando.

Termine di scadenza

I progetti possono essere presentati dal 21 ottobre 2020 al 1° febbraio 2021.

Procedure e invio domanda

Gli interessati sono tenuti a presentare il progetto e tutta la documentazione richiesta nel portale di ARTEA, seguendo la procedura online. Nel bando è presente l’elenco di tutti i documenti da allegare e le caratteristiche del progetto. Le domande che non si attengono a tali indicazioni verranno respinte.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande pervenute verranno gestite tramite procedura di graduatoria: ad ogni progetto verrà assegnato un punteggio, in base al quale verrà inserito in graduatoria. Verrà data priorità a progetti con richiesta di contributo inferiore. I punteggi e i criteri sono riportati nella apposita tabella. I beneficiari dovranno sottoscrivere un accordo tra le parti dove si impegnano a rispettare una serie di obblighi. In seguito alla concessione, il beneficiario dovrà presentare la rendicontazione delle spese per ottenere il contributo corrispondente. La richiesta del pagamento avviene tramite procedura online nel sito ARTEA. Il contributo può essere richiesto in anticipo presentando una fidejussione. Nel caso in cui il beneficiario violi gli obblighi e gli accordi, subirà la revoca dell’agevolazione.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e gli allegati si possono consultare e scaricare dal sito web della Regione Toscana.

Il responsabile dell’istruttoria è il Dirigente della Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale.

Per informazioni è possibile contattare la Regione al seguente numero di telefono: 055 438 2111

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...