Home Page Business

Pronto Cassa, contributo fino a 10mila euro della Regione Lazio alle aziende in difficoltà

La Regione Lazio concede finanziamenti agevolati ad aziende e Partite IVA in crisi a causa dell’emergenza Covid-19. Ecco come funziona

DATA APERTURA dal 10 apr 2020 fino ad esaurimento fondi
regione Lazio

L’emergenza Coronavirus ha provocato enormi disagi alla società, danneggiando in particolar modo le imprese. Molte hanno dovuto frenare o addirittura interrompere l’attività. Attualmente, tante di loro si trovano in crisi economica e hanno bisogno immediato di liquidità per sostenere le spese più urgenti. Pronto Cassa è la misura della Regione Lazio che include un pacchetto di misure per lavoratori e imprese. Tra questi spicca l’erogazione di prestiti con modalità semplificata destinati a MPMI e liberi professionisti per coprire urgente fabbisogno di liquidità.

La procedura è gestita grazie alla piattaforma Fare Lazio, nata per riunire gli interventi agevolativi previsti dalla Regione Lazio legati all’accesso al credito. La piattaforma è gestita da Artigiancassa e Medio Credito Centrale ed è dotata con fondi POR FESR Lazio 2014-2020.

Scheda riassuntiva bando “Pronto cassa”

  • Nome del bando: Pronto Cassa – Emergenza COVID 19-Finanziamenti per la liquidità delle MPMI
  • A chi è rivolto il bando: micro, piccole e medie imprese e liberi professionisti che operano nella Regione Lazio
  • Fondi disponibili: 55 milioni di euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Lazio
  • Le date da segnarsi sul calendario: Compilazione del modulo online sulla piattaforma Fare Lazio: dalle ore 10 del 10 aprile 2020. Invio e protocollo della richiesta online: dalle ore 10 del 20 aprile 2020

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è sostenere le micro, piccole e medie imprese e liberi professionisti che operano nella Regione Lazio e che, a causa dell’emergenza sanitaria causata dal Covid-19, hanno dovuto frenare o interrompere l’attività e hanno quindi bisogno di liquidità immediata per sostenere le spese aziendali. Per sostenere le richieste di finanziamento sono stati stanziati 55 milioni di euro.

Soggetti interessati

Possono presentare la domanda i liberi professionisti con Partita IVA e le micro, piccole e medie imprese con un massimo di 9 dipendenti e costituite da almeno 36 mesi. I richiedenti devono avere sede operativa nella Regione Lazio. Possono presentare la domanda anche le imprese che hanno un’esposizione bancaria maggiore di 100mila euro.

Non sono ammesse imprese che abbiano già avuto accesso ad un finanziamento col Fondo Rotativo Piccolo Credito.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Contributo

L’agevolazione consiste in un finanziamento con modalità semplificata, ovvero caratterizzato da un iter burocratico più snello e quindi ideale per ottenere liquidità in tempi più previ rispetto al normale.

L’importo massimo che può essere richiesto è di 10mila euro, a tasso di interesse zero. Il finanziamento può essere restituito da 1 a 5 anni con un preammortamento di 12 mesi (ma solo per prestiti con una durata minima di 24 mesi). Ogni impresa può avere solo un finanziamento a valere sulla sezione V – Emergenza Covid-19.

Spese ammesse dal bando

La misura non richiede alcuna spesa da rendicontare.

Termine di scadenza

Le domande possono essere compilate online a partire dalle ore 10:00 del 10 aprile 2020. L’invio e il protocollo sono attivi dalle ore 10:00 del 20 aprile 2020.

La modalità di accesso al credito semplificata sarà applicata fino al 15 giugno 2020 e verrà automaticamente prorogata in caso di aggiornamenti normativi legati all’emergenza Covid-19.

Procedure e invio domanda

La domanda può essere inviata online attraverso la procedura presente nella piattaforma www.farelazio.it. Per avviare la procedura è necessario iscriversi alla piattaforma attraverso la pagina Censimento Utenti e ottenere così le credenziali d’accesso. Ci si può registrare subito e a partire dalle ore 10:00 del 10 aprile 2020 è possibile iniziare a compilare il modulo con la domanda e preparare o caricare online la documentazione necessaria.

L’iter può essere completato solo dalle ore 10:00 del 20 aprile inviando e protocollando tutta la documentazione necessaria sempre tramite l’area privata dalla piattaforma Fare Lazio.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Dopo l’invio della domanda, l’ufficio responsabile analizzerà la sua ammissibilità. Nello specifico verranno verificati i seguenti requisiti:

  • La capacità da parte dell’azienda di poter restituire il finanziamento in base alla situazione contabile aggiornata al 31 dicembre 2019 o all’ultimo bilancio approvato.
  • La regolarità contributiva dell’impresa richiedente.
  • Autocertificazione da parte dell’azienda di avere subito dei danni (sospensione o riduzione dell’attività) provocati dall’emergenza Covid-19.
  • Regolarità con il rimborso di ulteriori finanziamenti, non aver subito revoca per inadempimenti di finanziamenti, in riferimento al periodo antecedente all’emergenza Covid-19 (31 dicembre 2019).

Le richieste che superano la verifica e possiedono i requisiti richiesti accedono al credito agevolato. Ogni mancanza rispetto a obblighi, requisiti e termini di scadenza vedrà la revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Per eventuali domande sulla misura è possibile contattare Fare Lazio alla pagina Contatti. In alternativa è possibile contattare il numero verde 800.979780.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...