Home Page Business

Progetti di Innovazione Digitale Regione Lazio, cosa sono

La Regione Lazio ha messo a disposizione delle MPMI del territorio 5 milioni di euro per progetti dedicati all’innovazione digitale

DATA APERTURA dal 4 mar 2020 al 21 apr 2020
regione Lazio

La Regione Lazio scende in campo al fianco delle micro, piccole e medie imprese presenti sul proprio territorio e mette a disposizione 5 milioni di euro per progetti di innovazione digitale. In un periodo storico in cui la digitalizzazione è uno degli obiettivi primari per una piccola e media impresa, la Regione Lazio aiuta le aziende che vogliono investire in nuovi sistemi tecnologici per migliorare e velocizzare la produzione oppure in soluzioni di digital marketing per crescere online.

Progetti di Innovazione Digitale è uno dei bandi promossi da Lazio Europa, il portale creato dalla Regione Lazio per la promozione dei finanziamenti regionali ed europei e rientra all’interno del POR FESR, il Programma Operativo Regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale.

Scheda informativa Progetti di Innovazione Digitale

  • Nome del bando: Progetti di Innovazione Digitale
  • A chi è rivolto il bando: MPMI e Liberi Professionisti con sede nei confini della Regione Lazio
  • Fondi disponibili: In totale i fondi disponibili sono pari a 5 milioni di euro. 2 milioni di euro sono riservati a Progetti presentati in Aggregazione Temporanea. Il 20% delle risorse (1 milione di euro) è riservato alle PMI presenti nei Comuni ricadenti nelle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio.
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Lazio
  • Le date da segnarsi sul calendario: Apertura bando: 4 marzo 2020 ore 12:00. Chiusura bando ore 18:00 del 21 aprile 2020.

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del finanziamento “Progetti di Innovazione Digitale” è abbastanza semplice e si può intuire dal nome: promuovere lo sviluppo digitale delle MPMI della Regione Lazio. E per farlo ha stanziato una cifra di 5 milioni di euro, di cui 3 milioni arrivano dall’azione 3.5.2 del POR FESR 2014-2020.

Due milioni di euro, invece, sono riservati a progetti presentati da Aggregazioni Temporanee, ossia da aziende che hanno stretto una partnership per ottenere il finanziamento di un loro progetto innovativo. Infine, un milione di euro è riservato alla MPMI ubicate in uno dei Comuni che fanno parte delle Aree di Crisi Complessa della Regione Lazio.

Realizza il sito dei tuoi sogni
con i nostri esperti

Scopri come

Soggetti interessati

“Progetti di Innovazione Digitale” è dedicato a tutte le micro, piccole e medie imprese (inclusi i liberi professionisti) che hanno la propria sede nei territori della Regione Lazio. Le MPMI possono presentarsi anche in forma aggregata, fino a un massimo di sei aziende.

Contributo

“Progetti di Innovazione Digitale” è un finanziamento a fondo perduto che copre fino al 40% delle spese ammissibili. La somma massima che si può ottenere è di 200.000 euro, anche nel caso di più MPMI aggregate in forma temporanea.

Essendo un contributo che copre solamente una parte delle spese presentate, la PMI o le aziende in Aggregazione Temporanea devono dimostrare di essere in grado di sostenere l’intero progetto. Per questo motivo il fatturato deve essere cinque volte superiore al valore del progetto non coperto dal contributo. In alternativa il Patrimonio Netto deve essere pari al valore del progetto non coperto dal contributo.

Spese ammesse dal bando

Il bando copre tutte le spese che riguardano innovazioni tecnologiche e digitali. In particolar modo sono ammesse spese per:

  • Sistemi digitali per introdurre innovazioni nei processi produttivi, logistici e commerciali.
  • Digital marketing.
  • E-commerce.
  • Sistemi di self scanning e self check-out.
  • Stampa 3D.
  • Internet of Things.
  • Sicurezza digitale.
  • Sistemi per l’Industria 4.0.

Ci sono altri requisiti da rispettare per ottenere il finanziamento e per presentare correttamente la domanda.

  • I costi presenti nel progetto non possono essere inferiori a 50.000 euro nel caso in cui la domanda venga presentata da una sola MPMI
  • Per le MPMI in Aggregazione temporanea i costi non devono essere inferiori a 50.000 euro e ogni azienda presente nel Progetto deve presentare costi per almeno 20.000 euro.

Termine di scadenza

Le domande possono essere inviate dalle ore 12:00 del 4 marzo 2020 fino alle ore 18:00 del 21 aprile 2020.

Procedure e invio domanda

Per realizzare la documentazione per la domanda di finanziamento è necessario utilizzare il sistema GeCoWEB della Regione Lazio dedicato alla gestione dei bandi. Per poter accedere alla piattaforma è necessario registrarsi tramite il sito www.impresainungiorno.gov.it. La domanda deve essere inviata tramite PEC.

Per preparare la modulistica necessaria alla presentazione della domanda, è possibile accedere su GeCoWEB già dal 5 febbraio. Per scaricare tutti i moduli necessari le aziende possono collegarsi alla sezione modulistica presente nella pagina web dedicata al bando.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Se la domanda di finanziamento viene accettata dalla Regione Lazio, il contributo viene erogato in due tranche.

La prima tranche riguarda l’anticipo ed è pari a una quota tra il 20 e il 40% del totale. Il saldo avviene solo dopo aver rendicontato sulla piattaforma GeCoWEB tutte le spese sostenute e rispettando le linee guida per la rendicontazione della Regione Lazio.

Per informazioni: mail, telefono, referente

La Regione Lazio ha messo a disposizione delle aziende e dei liberi professionisti interessati al finanziamento anche dei contatti dove richiedere maggiori informazioni. È possibile chiamare il numero verde 800.989.796 o in alternativa inviare un’email a info@lazioinnova.it o infobandiimprese@lazioinnova.it. Sul sito internet di Lazio Innova è presenta anche una scheda sintetica con tutte le informazioni e la documentazione necessaria.

Caricamento contenuti...