Home Page Business

PMI Riviera ligure, bando per i voucher digitali: come partecipare

La Camera di Commercio stanzia un fondo di 262 mila euro per la digitalizzazione delle aziende locali. Verranno concessi contributi a fondo perduto

DATA APERTURA dal 20 lug 2020 al 20 sett 2020
regione Liguria

La digitalizzazione delle aziende italiane è tra le priorità del Governo, che ha pensato a diverse iniziative per incentivare l’acquisizione di nuove competenze e tecnologie. Serviranno per modernizzare i processi produttivi e l’organizzazione, ma anche per modificare la visione del futuro e incrementare la competitività di tutto il territorio interessato. Insomma, è una sfida importante attuata grazie alle tante Camere di Commercio seminate sul territorio nazionale. Tra queste, spicca anche la Camera di Commercio Riviere di Liguria Imperia La Spezia Savona che, come tante altre, concede contributi a fondo perduto alle micro, piccole e medie imprese della propria circoscrizione. In questo caso si tratta di contributi per la digitalizzazione delle imprese, in modo da ridurre il divario con i competitor esteri.

Scheda riassuntiva bando

  • Nome del bando: Bando Voucher Digitali I4.0 – Anno 2020
  • A chi è rivolto il bando: imprese della Riviera ligure
  • Fondi disponibili: 262.000 euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio Riviere di Liguria Imperia La Spezia Savona
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domande: 20 luglio 2020. Data fine invio domande: 20 settembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

La Camera di Commercio di Riviere di Liguria Imperia La Spezia Savona ha approvato il bando nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0 voluto dal Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 12 marzo 2020. Il testo prevede infatti l’attivazione dei Punti Impresa Digitale (PID) e altre iniziative volte a sostenere la digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese.

Nello specifico la misura si prefigge tre obiettivi:

  • Sviluppare la capacità di collaborazione sia tra le aziende, che tra queste e i soggetti qualificati nell’ambito delle tecnologie I4.0 in modo da realizzare progetti basati su modelli di business 4.0 e green oriented.
  • Promuovere l’uso da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale dell’ente camerale di competenze e tecnologie digitali legate al Piano Transizione 4.0.
  • Incentivare lavori legati a digitalizzazione e automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza Covid-19 e ripartenza nella fase post-emergenziale.

Per sostenere questo intervento è stato stanziato un fondo di 262.000 euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici che alla data della domanda e fino all’erogazione del contributo mantengano i seguenti requisiti:

  • Unità locali operative nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio Riviere di Liguria Imperia La Spezia Savona.
  • Attive, iscritte al Registro delle Imprese e in regola col pagamento del diritto annuale.
  • Non in difficoltà al 31 dicembre 2019.
  • I rappresentanti, gli amministratori, i soci non devono avere cause di divieto, decadenza, sospensione e simili.
  • In regola con obblighi contributivi e norme su salute e sicurezza sul lavoro.
  • Non siano fornitori della Camera di Commercio.
  • Non devono avere già ottenuto i voucher digitali I4.0 nel 2018 e 2019.

Ogni impresa può presentare una sola domanda di contributo.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Contributo

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di voucher che copre un massimo del 70% delle spese ammissibili. I voucher hanno un importo massimo di 10.000 euro, mentre l’investimento minimo per ottenerlo è di 2.000 euro.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese per:

  • Servizi di consulenza e/o formazione legati ad una o più delle tecnologie descritte nell’articolo 2 del bando.
  • Beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione funzionali all’acquisizione in azienda delle tecnologie descritte nell’articolo 2 del bando, come ad esempio la realizzazione di un e-commerce.
  • Spese per l’abbattimento degli oneri di qualsiasi tipo, come spese di istruttoria, interessi etc.

Le spese possono essere sostenute dal 1° gennaio 2020 fino al 120° giorno successivo alla data di concessione del contributo.

Termine di scadenza

Le domande per accedere al contributo si possono presentare dalle ore 8:00 del 20 luglio 2020 alle ore 21:00 del 20 settembre 2020.

Procedure e invio domanda

Le domande devono essere inviate esclusivamente in modalità telematica, mediante l’indirizzo PEC dall’azienda richiedente. Alla domanda, firmata digitalmente, dovranno essere allegati i documenti appositamente completati indicati nel bando. L’indirizzo di destinazione della domanda è cciaa.rivlig@legalmail.it.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande verranno valutate tramite procedura a sportello, cioè secondo l’ordine cronologico di arrivo. Ogni istanza sarà sottoposta a istruttoria amministrativo-formale e alla verifica di tutti i requisiti richiesti dall’avviso, tra cui il controllo degli ambiti di intervento e delle tecnologie impiegate per il progetto. Verrà controllato anche l’investimento minimo previsto, grazie ai preventivi di spesa e altri documenti legati ai costi pervenuti insieme alla domanda. L’ufficio competente può richiedere l’integrazione di eventuali documenti, utili per determinare la concessione del contributo. La concessione del contributo verrà comunicata direttamente all’azienda beneficiaria, mentre l’erogazione del voucher avverrà previo invio della rendicontazione delle spese sostenute.

Il contributo viene revocato in caso di mancata o difforme realizzazione del progetto secondo quanto presentato nella domanda, in caso di mancata trasmissione della documentazione necessaria per la rendicontazione e nei tempi concordati. Inoltre, verrà revocato nel caso in cui gli organi competenti siano impossibilitati dallo svolgere controlli a causa del beneficiario o in caso di esito negativo dei controlli.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutta la documentazione sono consultabili e scaricabili dal sito web della Camera di Commercio.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere ai seguenti indirizzi e-mail:

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

  • digitalpromoter@rivlig.camcom.it
  • pid@rivlig.camcom.it

Caricamento contenuti...