Pmi creative: il MISE stanzia nuovi fondi per il 2022

Il Governo ha stanziato ulteriori 20 milioni di euro per favorire la digitalizzazione delle imprese artistiche e culturali. Ecco le caratteristiche dei contributi

Alt text

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato un nuovo Fondo da 40 milioni di euro destinato alle PMI creative. Sono, infatti, sempre di più le piccole e medie imprese che hanno nel cassetto un progetto ricco di potenzialità ma poche risorse per realizzarlo. Con questa iniziativa, il Ministero intende, quindi, investire su un settore messo a dura prova dalla pandemia, che ha bisogno di risollevarsi in seguito alla crisi: parliamo del settore dell’arte e della cultura. Il nostro Paese, d’altronde, è ricco di preziose opere d’arte, attrazioni storiche e culturali, luoghi da tutelare e valorizzare grazie proprio alle imprese. Perciò l’arrivo di nuove risorse è sicuramente un segnale positivo per tutte le aziende del settore.

Nuovo fondo per le PMI creative: obiettivo digitalizzazione

Le risorse sono state stanziate dal Governo con un obiettivo specifico, quello di digitalizzare il settore dell’arte e della cultura: dall’acquisto di macchinari innovativi, servizi digitali e acquisizione e valorizzazione dei brevetti. I primi 20 milioni di euro sono destinati a tutte le azioni sostenute nel 2021, mentre gli altri 20 saranno usati per finanziare tutte le operazioni del 2022. Il Fondo è diventato operativo grazie alla firma del Ministro della Cultura Dario Franceschini ed è stato inviato alla Corte dei Conti per la registrazione ufficiale.

Fondo PMI creative: beneficiari

Gli aiuti alle imprese verranno riconosciuti sotto forma di contributo a fondo perduto, finanziamenti agevolati e investimenti a sostegno del capitale sociale. Potranno partecipare ai bandi le imprese dell’arte e della cultura in tutte le declinazioni: produzione di progetti musical e artistici di ogni genere, diffusione e conservazione dei beni e servizi culturali, artistici, nell’ambito di architettura, biblioteche, musei, cinema, televisione e contenuti multimediali. Potranno partecipare anche imprese specializzate nello sviluppo di software, videogiochi e tutto il patrimonio materiale e immateriale. I bandi saranno aperti anche a chi organizza festival nell’ambito della letteratura e chi lavora nell’arte dello spettacolo.

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!
Scopri come

Il Ministro Giorgetti si è detto molto soddisfatto dell’operazione e pronto a mettere in atto altre decisioni mirate alla valorizzazione dell’arte e della cultura in Italia, ma soprattutto alla sua digitalizzazione. Ecco le sue parole: « è tra i nostri impegni prioritari sostenere queste attività che puntano a valorizzare quelle che sono in molti campi le eccellenze del nostro Made in Italy, favorendo un rilancio del settore sia in termini economici ma anche di opportunità per i numerosi giovani che investono nelle loro idee e nella creatività».

Questi fondi permetteranno a molte pmi e startup creative di realizzare i loro progetti innovativi e investire in nuove tecnologie. D’altronde la digitalizzazione oggi è una vera e propria necessità per le aziende che vogliono crescere ed essere competitive sul mercato. Le aziende che ancora non avessero intrapreso questo importante percorso possono iniziare proprio con lo sviluppo di un sito web professionale: gli esperti di Italiaonline sono pronti a supportare tutti gli imprenditori e i professionisti che vogliono impegnarsi per creare la propria piattaforma aziendale in modo facile, veloce e soprattutto efficace.

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!
Scopri come

Caricamento contenuti...