Home Page Business

Micro impresa: essere competitivi con il marketing "su misura"

Promuovere nel web una micro impresa richiede innanzitutto la consapevolezza di muoversi in uno scenario di business molto specifico. Scopri come applicare strategie di marketing adeguate per distinguerti e farti trovare.

Alt text

La micro impresa si configura come una tipologia di azienda con caratteristiche proprie, che opera nel mercato di riferimento sfidando anche aziende di dimensioni maggiori. Per affrontare la competizione e promuoversi con successo è necessario sfruttare le potenzialità del web, applicando regole di marketing molto puntuali.

Micro impresa cos’è e quali caratteristiche ha?

Solitamente sentiamo parlare di PMI, ovvero di piccole e medie imprese, come se fossero un’entità unica. In realtà, se da un lato è vero che queste tipologie di aziende sono il pilastro dell’economia italiana e il motore di quella europea, è altrettanto vero che parliamo di soggetti diversi fra loro per caratteristiche giuridiche e operative.

All’interno di questo insieme denominato PMI, che conta 760.000 aziende, l’86% è costituito da micro imprese (Fonte: Studio Banca IFIS, marzo 2018). Facendo riferimento ad una raccomandazione della Commissione Europea possiamo distinguere in modo univoco fra micro impresa, piccola impresa e media impresa, evidenziando le seguenti caratteristiche della micro impresa:

  • numero di dipendenti inferiore a 10 unità come accade alla maggior parte delle imprese familiari;
  • fatturato annuo inferiore ai 2 milioni di euro;
  • nessuna emissione di titoli su mercati regolamentati.

Marketing per micro imprese: specificità e metriche

Il primo ostacolo che, nella maggior parte dei casi, la micro impresa si trova a fronteggiare – quando cerca canali promozionali – è la scarsità delle risorse, sia economiche, che di tempo. Trovare un budget da investire nella comunicazione e dedicare il proprio tempo, per esempio all’aggiornamento del blog professionale, piuttosto che della pagina Facebook aziendale, sono possibili difficoltà per ditte dove le professionalità sono o altamente specializzate, oppure ‘spalmate’ su più mansioni. Questa premessa porta ad una diretta conseguenza sul piano da attuare per la promozione della micro impresa: i margini di errore sono praticamente pari allo zero e lo studio delle strategie deve essere il più accurato possibile per ottimizzare le risorse ridotte.

Sei un professionista della casa e vuoi trovare nuovi clienti?

Entra GRATIS su PgCasa

Proviamo quindi a sintetizzare i concetti chiave del marketing per le micro imprese e per le ditte con sede fisica geo-localizzata, comprese quelle su strada, come parrucchieri, professionisti per la casa, artigiani etc.:

  • Metrica mirata: la vanity metrics così importante per i grandi brand, specialmente sui social network – cuoricini, like, followers e il tasso di social engagement – deve necessariamente lasciare il posto alla metrica del ROI (Return on Investment). Il ritorno sull’investimento arriva al termine di una preliminare e approfondita analisi di numeri e dati che abbia come obiettivo la rapidità di esecuzione e l’efficacia massima.
  • Innovazione: per quanto sembri difficile da concepire, con la tecnologia sempre più presente nella vita sociale e professionale, in molti settori dove operano professionisti come idraulici, elettricisti, falegnami, il web non è ancora inquadrato come un terreno di ‘caccia’ per trovare nuovi clienti. Saper cogliere questa opportunità permette di acquisire un vantaggio sulla concorrenza e proietta l’impresa in una nuova dimensione, aumentando sia la visibilità che le possibilità di contatto con la clientela e facendo contestualmente crescere la reputazione online.
  • Specificità: le teorie del marketing tradizione devono essere misurate sul mercato di riferimento, sul budget a disposizione e sulle risorse umane disponibili. Strategie generiche rischiano di vanificare i grandi sforzi che la micro impresa mette in campo per affrontare un piano di marketing e comunicazione.

Le opportunità del marketing online per la micro impresa

Un dato su tutti deve fare riflettere chi si occupa di promozione per una micro impresa: sono 33,5 milioni gli utenti giornalieri di Internet in Italia (Fonte: Audiweb, gennaio 2019). Fra di loro ci sono con certezza dei potenziali clienti, per ogni settore di mercato, che aspettano soltanto di essere intercettati. Come? Innanzitutto conoscendoli, profilandoli e sapendo rispondere alle loro esigenze in tempo reale grazie alla digitalizzazione.

Questo aspetto, con l’utilizzo massivo di smartphone e tablet assume un rilievo preponderante: le persone vogliono essere informate, desiderano restare in contatto con i marchi e con i professionisti dei quali hanno sentito parlare o che conoscono per esperienza diretta e, sopra ogni altra cosa, si aspettano che tutto ciò avvenga in modo facile, diretto, possibilmente con un solo click. Newsletter, social networks, sito aziendale, blog sono esempi di strumenti declinabili sulle specificità della micro impresa e sui quali è possibile investire anche budget limitati che permettono comunque di ingaggiare gli utenti e di trasformarli in clienti dei propri prodotti / servizi.

Caricamento contenuti...