Home Page Business

Invitalia: rifinanziato con 25 milioni il bando Brevetti +

La misura mira a valorizzare i progetti innovativi di pmi, startup e spinoff. Domande finanziate fino a esaurimento dei fondi. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 21 ott 2020 fino ad esaurimento fondi

La pandemia ha danneggiato un numero enorme di imprese italiane, molte delle quali ad alto valore innovativo, quindi ricche di potenzialità per l’intero tessuto economico nazionale e internazionale. Per sostenere e tutelare i progetti innovativi di queste realtà, Invitalia ha rifinanziato con 25 milioni di euro il bando Brevetti +. Il provvedimento, promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, è mirato alla valorizzazione dei brevetti aziendali ritenuti più qualificati. La misura si rivolge alle PMI e startup innovative, a cui viene destinato il 15% del fondo. I brevetti infatti possono essere poi sfruttati economicamente anche a livello internazionale, producendo valore per l’intero Paese.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando Brevetti +
  • A chi è rivolto il bando: micro, piccole e medie imprese italiane
  • Fondi disponibili: 25 milioni di euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Invitalia
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 21 ottobre 2020 fino a esaurimento delle risorse

Obiettivo e fondo stanziato

Brevetti + nasce per valorizzare i brevetti dei progetti innovativi, in seguito alla ricerca pubblica e privata. L’obiettivo è sostenere la competitività delle micro, piccole e medie imprese italiane e valorizzare gli aspetti più innovativi di queste realtà. Il bando è stato rifinanziato con 25 milioni di euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese con sede legale e operativa in Italia che abbiano uno dei seguenti requisiti: siano titolari o licenziatarie di un brevetto concesso in Italia dopo il 1° gennaio 2017; titolari di una domanda nazionale di brevetto per invenzione industriale depositata dopo il 1° gennaio 2016 con esito “non negativo”; titolari di una domanda di brevetto europeo o di una domanda internazionale depositata dopo il 1° gennaio 2016; nuove imprese costituite sotto forma di società di capitali a seguito di operazioni di spin-off.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto che sostiene fino all’80% delle spese ammissibili sostenute. Per gli spinoff e i progetti svolti nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, il contributo copre l’intero investimento, arrivando al 100% del costo ammissibile. L’importo massimo del bonus è di 140.000 euro. Il contributo è concesso in regime “de minimis”.

Spese ammesse dal bando

Le spese ammesse al contributo sono quelle legate all’acquisto di servizi specialistici per valorizzare economicamente un brevetto in termini di redditività, produttività e sviluppo di mercato. In particolare, è possibile richiedere il contributo per acquistare servizi legati a industrializzazione e ingegnerizzazione; organizzazione e sviluppo e trasferimento tecnologico.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Termine di scadenza

Le domande di partecipazione possono essere inviate dalle ore 12:00 del 21 ottobre 2020 fino a esaurimento delle risorse disponibili. Le domande già presentate al 31 gennaio 2020 che non sono state finanziate a causa dell’esaurimento del fondo, saranno immediatamente valutate da Invitalia.

Procedure e invio domanda

La domanda di partecipazione e tutta la documentazione richiesta devono essere inviate esclusivamente in via telematica tramite la seguente casella PEC brevettiplus@pec.invitalia.it. Occorre convalidare l’istanza con firma digitale e segnalare un indirizzo PEC dell’azienda richiedente, che verrà utilizzato per tutte le comunicazioni ufficiali.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Non ci sono graduatorie, la procedura di concessione del contributo avviene a sportello, ovvero gradualmente con l’arrivo delle domande e fino a esaurimento delle risorse. In seguito alla comunicazione della concessione, l’impresa beneficiaria è tenuta a presentare la richiesta di erogazione. Le aziende ammesse e beneficiarie che violano requisiti e accordi subiscono la revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e gli allegati si possono consultare e scaricare dal portale di Invitalia.

Per informazioni è possibile contattare Invitalia al numero 848.886.886 o inoltrare la richiesta tramite l’area riservata, previa registrazione sul relativo sito web.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...