Home Page Business

Invitalia: come funziona il voucher per l'internazionalizzazione

Invitalia concede voucher per l'internazionalizzazione nel 2021 a tutte le micro e piccole imprese italiane interessate. Ecco come partecipare

DATA APERTURA dal 9 mar 2021 al 22 mar 2021

L’attività a sostegno delle imprese italiane portata avanti da Invitalia continua. La nuova iniziativa è mirata ad agevolare i percorsi di internazionalizzazione delle micro e piccole imprese del nostro Paese. A tal fine, si intende agevolare l’incontro tra le aziende interessate e la rete di Temporary Export Manager accreditati dal Ministero degli Esteri. Queste figure aiuteranno le aziende a progettare, costruire e gestire tutte le attività all’estero. Le aziende avranno un sostegno sulle spese di consulenza e una premialità in base ai risultati raggiunti. Ecco i requisiti, come presentare domanda e tutti i dettagli del bando.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Voucher Internazionalizzazione
  • A chi è rivolto il bando: micro e piccole imprese
  • Ente che eroga il finanziamento: Invitalia
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 9 marzo al 22 marzo 2021

Obiettivo

Il bando è rivolto alle micro e piccole imprese (MPMI) manifatturiere che desiderano espandersi o consolidare la presenza nel mercati esteri. L’iniziativa ruota in particolare attorno ai servizi di consulenza del Temporary Export Manager (TEM), una figura determinante per il successo di un processo di internazionalizzazione.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro e piccole imprese (MPI) costituite in Italia, appartenenti al settore manifatturiero (Codice Ateco C). Si può partecipare anche sotto forma di rete di imprese.

Le aziende possono affidarsi a Temporary Export Manager iscritti all’apposito elenco del Ministero degli Esteri: i consulenti si possono iscrivere online tramite Invitalia dal 18 marzo al 6 maggio 2021.

Contributo

Il contributo consiste in un voucher concesso in regime “de minimis” dei seguenti importi: 20 mila euro alle micro e piccole imprese per contratti di consulenza a partire da 30 mila euro; 40 mila euro alle reti per contratti di consulenza a partire da 60 mila euro. A questi si possono aggiungere 10 mila euro nel caso in cui le attività portino ad un incremento di almeno il 15% del volume d’affari nel 2022 rispetto al 2021 oppure nel caso di incidenza del 6% nel 2022.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese per la consulenza di un Temporary Export Manager (TEM) con competenze digitali, che viene inserito temporaneamente nell’azienda e iscritto all’apposito elenco del Ministero degli Esteri. Le prestazioni del TEM sono fornite nei termini di consulenza manageriale di 12 mesi per le MPI e di 24 mesi per le reti. La consulenza riguarda diversi ambiti: analisi e ricerche di mercato, individuazione e acquisizione nuovi clienti, assistenza nei contratti di internazionalizzazione, piattaforma e-commerce, integrazione di canali di digital marketing, gestione dei flussi logistici.

Vuoi allargare i tuoi confini?
Fatti conoscere in tutta Europa con Europages!

Scopri come

Termine di scadenza

Sono previste due fasi. Nella prima occorre compilare e caricare la domanda: dalle ore 10:00 del 9 marzo 2021 alle ore 17:00 del 22 marzo 2021. Nella seconda fase si può inviare telematicamente: dalle ore 10:00 del 25 marzo alle ore 17:00 del 15 aprile 2021.

Procedure e invio domanda

La domanda e tutta la documentazione necessaria devono essere presentate online attraverso la piattaforma PA Digitale di Invitalia. Prima di inviare la domanda è necessario dotarsi di firma digitale, registrarsi al servizio SPID e avere un indirizzo PEC attivo, da usare per tutte le comunicazioni ufficiali sul bando.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Dopo una attenta valutazione, Invitalia provvede a concedere i voucher alla singola azienda o rete di imprese. La comunicazione legata alla concessione verrà data direttamente al beneficiario tramite PEC. Se in seguito a controlli emergeranno dichiarazioni inesatte o mendaci, inesistenza o decadenza di requisiti o altre violazioni, si provvederà a revocare il contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Tutte le informazioni sull’iniziativa sono disponibili sul sito web di Invitalia.

Eventuali chiarimenti possono essere richiesti a Invitalia telefonando al numero 848.886.886 dal Lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00 oppure scrivendo nell’area riservata all’interno del sito web.

Vuoi allargare i tuoi confini?
Fatti conoscere in tutta Europa con Europages!

Scopri come

Caricamento contenuti...