Home Page Business

INNOAID, il bando della Regione Puglia per l'innovazione

Con una dotazione finanziaria di 30 milioni di euro, la Regione Puglia mira a innalzare il livello di innovazione del tessuto imprenditoriale locale

DATA APERTURA dal 10 apr 2020 fino ad esaurimento fondi
regione Puglia

Il Bando InnoAid della Regione Puglia nasce per incentivare l’acquisizione di servizi digitali tra le aziende del territorio, in modo da innalzare il livello di innovazione nel tessuto imprenditoriale locale, che mira a creare effetti positivi anche a livello nazionale e internazionale. A tal fine, la Regione, tramite la misura, aiuta economicamente le diverse realtà interessate a sostenere i costi legati alle consulenze, alla formazione e altri servizi che permettono di accedere a competenze innovative e tecnologie di ultima generazione.

Scheda riassuntiva bando

  • Nome del bando: Innoaid – Interventi per l’innovazione e l’avanzamento tecnologico delle imprese
  • A chi è rivolto il bando: micro, piccole e medie imprese della Puglia
  • Fondi disponibili: 30 milioni di euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Puglia
  • Le date da segnarsi sul calendario: Invio domande online: dalle ore 12:00 del 10 aprile 2019 fino ad esaurimento dei fondi

Obiettivo e fondo stanziato

Attraverso il bando InnoAID, la Regione Puglia vuole sostenere le micro, piccole e medie imprese nell’acquisto di servizi pensati per facilitare l’avanzamento tecnologico. In questo modo si intende aumentare e supportare la domanda di innovazione da parte delle imprese pugliesi, misurabile a livello locale e internazionale, oltre a contribuire alla razionalizzazione dell’offerta e dei servizi che costituiscono i processi aziendali. Infine, i servizi serviranno alle imprese per rafforzare la loro presenza nel mercato, accedere a nuove competenze e tecnologie, anche fuori dalla regione.

La misura si inserisce nella Strategia per la Specializzazione Intelligente “SmartPuglia 2020” che si concentra sui seguenti ambiti:

  1. Area di innovazione manifattura sostenibile: fabbrica intelligente (meccanica, manifatturiero, trasporti) aerospazio-aeronautica e meccatronica.
  2. Area di innovazione salute dell’uomo e dell’ambiente: benessere della persona, green blue economy, agroalimentare e agroindustria
  3. Comunità digitali, creative e inclusive: industria culturale e creativa e beni culturali

La dotazione finanziaria per realizzare gli interventi legati al bando è di 30 milioni di euro.

Soggetti interessati

Il bando si rivolge alle micro, piccole e medie imprese, in forma singola o associata. Ecco alcuni dei requisiti richiesti dal bando:

  • Essere iscritte al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio del territorio e rientrare nel codici ATECO ISTAT 2007 (elenco dei codici nell’allegato 2 del bando).
  • Avere sede o unità locale in Puglia.
  • Essere in regola con i contributi assistenziali e previdenziali a favore dei lavoratori.
  • Essere in regola con la normativa antimafia.
  • Avere la copertura finanziaria per realizzare il progetto.
  • Non avere usufruito in precedenza di altri finanziamenti pubblici finalizzati alla realizzazione delle stesse spese previste nel progetto.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto pari al 45% della spesa ammissibile sostenuta.

Spese ammesse dal bando

Sono ammessi al bando i seguenti interventi:

  • Servizi di consulenza in materia di innovazione, cioè servizi di consulenza per innovazione guidata dal design, per innovazione di prodotto/servizio e studi di fattibilità.
  • Servizi di consulenza e supporto all’innovazione, cioè servizi tecnologici di sperimentazione, servizi di supporto alla gestione della proprietà intellettuale e certificazione di prodotto.

Esistono anche delle regole per i fornitori dei servizi: non possono presentare la domanda di accesso in qualità di beneficiari, essere in possesso di una struttura imprenditoriale da almeno 2 anni o essere in possesso di partita IVA.

Sono ammissibili le spese, sostenute dai soggetti beneficiari che siano classificate come segue:

  • Acquisizione di servizi di consulenza su problematiche legate al progetto presentato.
  • Costi per ottenimento, convalida e difesa dei brevetti, degli altri diritti di proprietà industriale e intellettuale e altri attività immateriali.
  • Costi per l’acquisizione di servizi di consulenza e sostegno all’innovazione.

Sono ammissibili le spese sostenute e documentate a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda di partecipazione al bando. I lavori non possono durare più di 12 mesi.

Termine di scadenza

Le domande di partecipazione non hanno alcun termine di scadenza, possono essere trasmesse dalle ore 12:00 del 10 aprile 2019 fino ad esaurimento dei fondi.

Procedure e invio domanda

Per partecipare al bando è necessario inviare la domanda e la documentazione richiesta in via telematica tramite la sezione INNOAID della piattaforma Sistema Puglia. Le domande devono riportare la firma digitale del legale rappresentante. Inoltre, è necessario segnalare un indirizzo di posta elettronica certificata per tutte le comunicazioni ufficiali attinenti alla misura.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande pervenute saranno valutate con procedura a sportello fino a esaurimento dei fondi disponibili. La durata della valutazione sarà di 90 giorni, trascorsi i quali il soggetto richiedente riceverà l’esito della sua richiesta. Ogni progetto avrà un punteggio, la cui tabella dettagliata è stata pubblicata nel bando. L’erogazione del contributo ai beneficiari avverrà previa rendicontazione di tutte le spese ammissibili sostenute.

Il contributo può essere revocato nel caso in cui non siano mantenuti i requisiti di ammissibilità, per mancata realizzazione del progetto previsto o nel caso in cui venga realizzato in modo diverso da quanto previsto (senza autorizzazione), nel caso in cui i soggetti richiedenti non aprano una sede in Puglia entro e non oltre 30 giorni dalla data di concessione del contributo, nel caso in cui non vengano rispettati tutti gli altri obblighi previsti dal provvedimento.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Tutte le informazioni sul bando sono reperibili nella sezione INNOAID del sito Sistema Puglia.

Inoltre, chi ha necessità di ulteriori chiarimenti può consultare il portale www.sistema.puglia.it e compilare il modulo Richiedi Info su Bando presente nella sezione Innoaid.

Caricamento contenuti...