Home Page Business

Incentivi per le assunzioni, la Regione Lazio aiuta le PMI

La Regione Lazio ha messo a disposizione delle imprese 3 milioni di euro per aumentare l’occupazione nella fascia di età 15-50 anni

DATA APERTURA dal 1 gen 2020 al 29 gen 2021
regione Lazio

Aumentare il tasso d’occupazione è uno degli obiettivi che si prefissa ogni ente statale e regionale. Farlo in un periodo storico complicato come quello che stiamo vivendo non è semplice. Trovare un nuovo lavoro dopo averlo perso è ancora più difficile: ricominciare tutto da zero è una sfida impegnativa da affrontare. Per questo motivo la Regione Lazio ha deciso di aprire un bando da tre milioni di euro con il quale aiutare le aziende ad assumere persone disoccupate con un’età compresa tra i 15 e i 50 anni. Per poter inviare la domanda è necessario rispettare dei requisiti, sia per quanto riguarda le imprese sia le persone da assumere. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Scheda informativa Bonus occupazionale per le imprese

  • Nome del bando: Bonus occupazionale per le imprese – Sostegno all’occupazione per i disoccupati destinatari delle politiche attive regionali
  • A chi è rivolto il bando: Imprese che assumono con contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato disoccupati con un’età compresa tra i 15 e i 50 anni
  • Fondi disponibili: 3 milioni di euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Lazio
  • Le date da segnarsi sul calendario: La scadenza del bando è fissata alle ore 12:00 del 29 gennaio 2021. L’assunzione deve essere effettuata entro il 31 dicembre 2020.

Obiettivo e fondo stanziato

Come si può intuire dal nome del bando “Bonus occupazionale per le imprese – Sostegno all’occupazione per i disoccupati destinatari delle politiche attive regionali” l’obiettivo è favorire l’occupazione di persone che hanno perso il lavoro e hanno partecipato all’iniziativa “Ricollocazione Generazione”. La Regione Lazio ha messo a disposizione delle aziende una cifra di 3 milioni di euro.

Soggetti interessati

In questo particolare caso bisogna fare una distinzione tra i destinatari e i beneficiari del bando. I beneficiari sono tutte le imprese presenti nella Regione Lazio, mentre i destinatari sono persone tra i 15 e i 50 anni in cerca di lavoro. Quindi è necessario spiegare con cura come e chi può richiedere il bonus per l’assunzione.

In primis, è necessario che la persona da assumere rispetti almeno uno di questi requisiti:

  • Per i neoassunti l’età deve essere compresa tra i 24 e i 50 anni ed essere disoccupati da almeno sei mesi.
  • Avere un’età tra i 15 e i 24 anni.
  • Non superare i 50 anni di età.
  • Non avere un diploma di scuola media superiore o professionale.
  • Non aver completato un corso di formazione a tempo pieno da più di due anni.
  • Vivere con più di una persona a carico.
  • Essere occupato in un settore in cui il tasso di disparità tra uomo-donna è superiore al 25%.
  • Appartenere a una minoranza etnica di uno Stato membro e avere la necessità di migliorare la propria formazione linguistica. Gli stranieri devono essere in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Per quanto riguarda le aziende, invece, i requisiti da rispettare sono:

  • Assunzione effettuata dopo il 19 marzo 2019.
  • Avere una sede nella Regione Lazio, la stessa dove il neo-dipendente svolgerà le proprie mansioni.
  • Essere iscritte al Registro delle Imprese della propria Camera di Commercio.
  • Essere in regola in materia di contributi nei confronti dei propri dipendenti.
  • Essere in regola con le norme di sicurezza sul lavoro.
  • Non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione o cessazione di attività.
  • Non aver effettuato nei sei mesi precedenti la domanda licenziamenti individuali, collettivi o attivato procedure di mobilità.

Contributo

Il valore del contributo varia a seconda della tipologia di contratto firmata dal nuovo dipendente. Per i contratti a tempo indeterminato (compreso l’apprendistato professionalizzante), il bonus è di 8.000 euro per un full time e di 4.000 euro per un part time. Per un contratto a tempo determinato di 12 o più mesi, l’agevolazione scende a 5.000 euro per un full time e a 2.500 euro per un part time. Infine, per un contratto a tempo determinato da 6 a 11 mesi, l’importo del bonus è di 2.500 euro per un full time e di 1.250 euro per un part time.

Per quanto riguarda il part time deve prevedere un monte ore di almeno il 50% rispetto a un orario di lavoro normale.

Spese ammesse dal bando

Essendo un bando finalizzato all’assunzione a tempo determinato o indeterminato, gli unici costi ammissibili sono quelli inerenti al salario annuo del dipendente. Nel salario è compresa la retribuzione lorda e i contributi obbligatori.

Termine di scadenza

C’è tempo fino al 29 gennaio 2021 per presentare la domanda di finanziamento, ma il limite massimo per le assunzioni è il 31 dicembre 2020. Il bando può essere chiuso in anticipo per esaurimento fondi (ma la Regione Lazio può decidere di mettere a disposizione altri soldi).

Procedure e invio domanda

L’invio della domanda avviene in via telematica utilizzando il sistema messo a disposizione dalla Regione Lazio. Per accedere alla piattaforma è necessario essere iscritti. La domanda prevede la presentazione di alcuni documenti, tra cui il modulo per ottenere il bonus occupazionale e una copia della prima busta paga del lavoratore (o dei lavoratori) neoassunti.

A seguito dell’invio, parte l’istruttoria da parte della “Direzione Regionale Lavoro – Area Attuazione Interventi” che esamina la domanda e decide per l’approvazione o per il rifiuto. Ogni decisione viene comunicata online con le motivazioni annesse.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Se la richiesta di contributo viene approvata, l’erogazione è immediata. L’azienda può subire dei controlli da parte dell’ente regionale per verificare che il finanziamento venga effettivamente utilizzato per tale scopo. La Regione Lazio, inoltre, può verificare la presenza del mantenimento dello stato occupazionale del neoassunto fino a 24 mesi dopo la data di assunzione.

Se dai controlli non risultasse tutto in ordine, l’impresa rischia una revoca totale o parziale del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Per avere supporto o richiedere ulteriori informazioni è possibile scrivere un’e-mail all’indirizzo bonus2019@regione.lazio.it. Ulteriori informazioni sono presenti sulla scheda informativa presente sul sito della Regione Lazio.

Caricamento contenuti...