Home Page Business

Incentivi per l'innovazione, il bando per le PMI sarde

Il nuovo bando di Sardegna Ricerche nasce per sostenere i progetti innovativi delle aziende locali. Contributi fino a 15 mila euro. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 18 mag 2020 al 31 dic 2020
regione Sardegna

È stato presentato al pubblico il 29 maggio 2020, attraverso una diretta online il nuovo bando “Microincentivi per l’innovazione” pensato per sostenere le imprese sarde che vogliono realizzare nuovi prodotti e processi innovativi o migliorare quelli esistenti. I beneficiari potranno avere un contributo massimo di 15.000 euro per acquistare servizi di consulenza specifici. Per sostenere la misura sono stati stanziati 700.000 euro.

Scheda riassuntiva bando Sardegna

  • Nome del bando: Bando pubblico “Microincentivi per l’innovazione” – III Edizione
  • A chi è rivolto il bando: micro, piccole, medie imprese della Sardegna
  • Fondi disponibili: 700.000 euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Sardegna Ricerche
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data pubblicazione bando: 18 maggio 2020. Data fine invio domande: 31 dicembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è incentivare le imprese della Sardegna a realizzare i propri progetti innovativi, acquistando servizi di consulenza per sviluppare nuovi prodotti e processi aziendali. In tal senso, le aziende beneficiare incrementeranno la propria competitività e contribuiranno allo sviluppo del territorio.

Un’attenzione particolare, con una maggiore intensità d’aiuto, viene data alla valorizzazione della proprietà intellettuale e le attività pensate per gestire i rischi legati alla diffusione del Covid-19. È possibile fare domanda per progetti di quattro tipi:

  • Standard.
  • Interventi Covid-19.
  • PI-1 Valorizzazione di titoli di proprietà industriale (brevetti, design e marchi).
  • PI-2, Servizi di assistenza e informazione in tema di Proprietà Intellettuale.

Per la realizzazione del bando vengono messi a disposizione 700.000 euro a valere su risorse dell’Azione 1.3.2. del POR FERS Sardegna 2014-2020.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando micro, piccole e medie imprese di ogni settore, compresi lavoratori autonomi e professionisti con sede operativa principale nella Regione Sardegna.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Le imprese interessate devono essere attive e regolarmente iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio, ed essere in regola col pagamento del diritto camerale e degli altri contributi previsti.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto per un importo massimo di 15.000 euro. Gli aiuti sono concessi in base al regime “de minimis” – Regolamento (UE) n. 1407/2013.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese legate alla realizzazione di nuovi prodotti e processi produttivi oppure proiettate al miglioramento di prodotti e processi già esistenti. I progetti devono prevedere ricadute positive anche sulla Regione Sardegna e riferibili ad almeno uno degli obiettivi tecnologici della Strategia di Specializzazione intelligente regionale (S3). I contributi sono destinati all’acquisto dei servizi individuati nel Catalogo dei Servizi per le Imprese della Sardegna. In dettaglio le tipologie di progetti che possono essere presentati e relative condizioni:

  • Progetto PS – Standard: costo massimo del progetto € 18.750 – intensità dell’aiuto: 80%
  • Progetto IC – Interventi Covid-19: costo massimo progetto € 15.000 – intensità dell’aiuto: 100%
  • Progetto PI -1 – Valorizzazione di titoli di proprietà industriale: costo massimo progetto € 15.000 – intensità dell’aiuto: 100%
  • Progetto PI -2 – Servizi di assistenza e informazione in tema di Proprietà Intelletuale – importo massimo dell’aiuto pari a € 15.000 (costi amministrativi inclusi) – intensità dell’aiuto: 100% per i costi di consulenza e 50% per i costi amministrativi.

L’impresa può scegliere liberamente il fornitore di servizi per realizzare il progetto. Questo però deve dimostrare di avere competenze ed esperienza adeguata e autocertificarle attraverso il proprio curriculum vitae.

Termine di scadenza

La domanda può essere presentata dalle ore 12:00 del 15° giorno successivo alla data di pubblicazione del bando (18 maggio 2020) fino alle ore 12 del 31 dicembre 2020.

Procedure e invio domanda

La domanda di partecipazione e tutta la documentazione necessaria devono essere inviate esclusivamente in via telematica attraverso la piattaforma della Regione Autonoma della Sardegna SIPES. Il soggetto proponente per convalidare la domanda deve disporre di una casella elettronica PEC e della firma elettronica. La domanda digitale deve essere sottoscritta dal rappresentante legale o dal suo procuratore, infatti per accedere alla procedura è indispensabile avere un’identità digitale.

Controlli ed eventuale revoca contributi

La selezione delle domande viene effettuata tramite procedura valutativa a sportello, cioè secondo l’ordine cronologico di arrivo. L’istruttoria è suddivisa in una valutazione formale di ammissibilità e una valutazione tecnica, in cui si approfondisce il progetto e le sue caratteristiche. L’istruttoria si conclude con una comunicazione formale al soggetto richiedente, in caso di concessione o meno. In caso di esito positivo, viene indicato l’ammontare delle agevolazioni disponibili in base alle spese proposte, gli obblighi del beneficiario, tempi e modalità di realizzazione del progetto e altre prescrizioni.

La durata del progetto è di 8 mesi a partire dalla data di comunicazione della concessione, che può essere prorogato per altri 2 mesi. In seguito alla rendicontazione finale viene poi erogato il contributo. I soggetti beneficiari che non rispettano gli obblighi e le disposizioni previste nel bando subiscono la revoca totale del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e la modulistica possono essere consultati e scaricati dal sito web di Sardegna Ricerche.

Per informazioni è possibile inviare un’e-mail al seguente indirizzo PEC: protocollo@cert.sardegnaricerche.it o all’indirizzo e-mail: mangia@sardegnaricerche.it

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...