Fondo impresa femminile: al via gli incentivi per aziende gestite da donne

Il MISE ha stanziato 200 milioni di euro per sostenere l'avvio e lo sviluppo di imprese femminili. Le domande possono essere inviate da maggio. Ecco i dettagli

Alt text

Il Fondo Impresa Femminile stanziato dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) nasce per supportare la nascita e la crescita di aziende gestite da donne. Il Governo ha destinato 200 milioni di euro alle iniziative, di cui 160 fanno parte del PNRR, mentre 40 sono previsti dalla Legge di Bilancio. Verranno rilasciati sotto forma di contributo a fondo perduto e finanziamenti agevolati a chi ne ha diritto. Il Decreto del 30 marzo 2022 ha stabilito i termini e le procedure per inoltrare la domanda e ottenere così l’incentivo. Ecco i dettagli.

Fondo Impresa Femminile: date da ricordare

Gli incentivi verranno erogati con procedura a sportello, ovvero in base all’arrivo in ordine cronologico. Ecco il calendario da ricordare:

  • Chi vuole partecipare al bando per avviare una nuova impresa (valido anche per aziende costituite da meno di 12 mesi) potrà compilare la domanda dalle ore 10:00 del 5 maggio e presentarla a partire dalle ore 10:00 del 19 maggio
  • Chi vuole consolidare e far crescere un’impresa già esistente, ovvero costituita da più di 12 mesi, dovrà compilare la domanda dalle ore 10:00 del 24 maggio e presentarla dalle ore 10:00 del 7 giugno.

Invitalia gestirà le domande pervenute attraverso la procedura telematica.

Beneficiari e caratteristiche del contributo

Sono ammesse al beneficio le aziende caratterizzate da una prevalente partecipazione femminile, gestite da donne e lavoratrici autonome. Le aziende devono avere sede in Italia.

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!
Scopri come

Per l’avvio di una nuova impresa, si ha diritto a un contributo a fondo perduto:

  • pari all’80% delle spese ammissibili per programmi di spesa fino a 100 mila euro
  • pari al 50% delle spese ammissibili, per programmi con spese da 100 mila e fino a 250 mila euro

Oltre al contributo a fondo perduto, è previsto un finanziamento a tasso zero rivolto a chi si candida per il consolidamento dell’impresa esistente.

Caratteristiche dei progetti

Per ottenere l’incentivo, occorre presentare il proprio progetto di investimento valido per diversi settori. Sono infatti accolte le domande per fondare o far crescere un’impresa del settore industriale, artigianato, trasformazione di prodotti agricoli, ma anche commerciale, turistico e dei servizi. Le spese ammissibili sono pari a 250 mila nel caso di avvio di una nuova azienda o 400 mila euro per il consolidamento di realtà già esistenti. L’avvio della nuova azienda sarà preceduto da una adeguata formazione e un’assistenza gestionale e tecnica, in modo che la richiedente abbia tutti gli strumenti per iniziare al meglio e portare a termine il progetto. I beneficiari si impegnano a realizzare i progetti entro 24 mesi dalla concessione delle agevolazioni.

Chi realizza una nuova azienda o vuol far fare un salto a quella già esistente deve investire in marketing: farsi conoscere dalla propria clientela è fondamentale e oggi il web offre una vetrina senza paragoni. Per iniziare, è importante sviluppare il sito web aziendale. Italiaonline è pronta a offrire la propria consulenza e una serie di strumenti all’avanguardia per costruire il sito web aziendale in base alle esigenze di imprenditori e professionisti.

Realizza un Sito web professionale
con i nostri esperti!
Scopri come

Caricamento contenuti...