Home Page Business

Finanziamenti SIMEST per l'internazionalizzazione: crescono le risorse a disposizione

Aumentano gli importi dei finanziamenti concessi da SIMEST: le imprese che desiderano operare all’estero hanno maggiori opportunità

Alt text

L’internazionalizzazione è un’opportunità importante per le imprese che desiderano crescere e diventare competitive oltreconfine. Spesso però le risorse economiche non sono sufficienti per intraprendere questo percorso, soprattutto se si gestisce una PMI e ancor di più in questo momento storico, in cui si calcola un crescente bisogno di liquidità per le spese ordinarie, a causa della crisi sanitaria ed economia.

Fortunatamente esistono diversi strumenti finanziari pensati appositamente per le imprese italiane che vogliono operare all’estero. In Italia il Polo principale è rappresentato da SIMEST che mette a disposizione diverse soluzioni per le aziende che vogliono avviare o rafforzare la presenza anche fuori dall’Europa. SIMEST, società del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti controllata al 76% da SACE, offre agevolazioni e diversi tipi di finanziamento, molti di questi gestiti grazie a risorse pubbliche. Per potenziare l’efficacia delle misure, SIMEST ha aumentato gli importi massimi degli investimenti concessi alle imprese.

Finanziamenti SIMEST: nuove risorse e agevolazioni

Aumentano le risorse a disposizione di SIMEST e di conseguenza anche gli importi massimi previsti per i finanziamenti, che variano in base alla strategia, alle dimensioni dell’azienda e altri dettagli patrimoniali. L’obiettivo è anche quello di dare maggiore stabilità all’impresa e attirare con più facilità gli investimenti da parte di grandi aziende e MidCap.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Oltre all’aumento di fondi, SIMEST ha introdotto altre agevolazioni per aziende che operano all’estero. Innanzitutto, è stata attivata l’esenzione fino al 31 dicembre 2020 di prestazione di garanzie per avere il finanziamento. Inoltre, si prevede la possibilità di avere il 40% del prestito a fondo perduto, fino a un massimo di 100 mila euro. Mentre la parte restante può essere restituita con un tasso agevolato. Entrambe sono state introdotte a giugno 2020. Inoltre, con il Decreto Rilancio si amplierà l’elenco di spese ammissibili al finanziamento e il tipo di azienda finanziabile.

Finanziamenti SIMEST: quali sono i nuovi importi?

Le imprese potranno quindi accedere a diversi tipi di prestito utili per avviare o proseguire un percorso di internazionalizzazione. Il primo tipo di finanziamento è pensato per sostenere la solidità patrimoniale delle PMI richiedenti in modo da incrementare le loro competitività internazionale. Il tetto del finanziamento è passato da 400 mila a 800 mila euro per una durata di 6 anni, più 2 di pre-ammortamento.

Il secondo tipo di finanziamento è pensato per sostenere le spese dedicate a eventi, fiere, esposizioni e missioni di sistema promosse da MAECI e MISE e organizzate da associazioni di categoria, include anche le consulenze. L’importo passa dai 100 mila ai 150 mila euro per un importo massimo che può coprire il 100% delle spese previste.

Un ulteriore prestito è pensato per sostenere le spese degli studi di fattibilità e sale a 200 mila euro per tutte le consulenze dedicate a investimenti commerciali e a 350 mila euro per gli studi per investimenti produttivi. La copertura è anche in questo caso del 100% delle spese previste.

Chi desidera aprire un ufficio, un negozio, un centro di assistenza, uno showroom o altro locale all’estero può invece richiedere un finanziamento fino a 4 milioni di euro (in precedenza l’importo massimo era di 2,5 milioni) che serviranno anche per coprire i costi del marketing e delle attività promozionali. Infine, l’ultima tipologia di prestito è pensata per chi desidera avviare un e-commerce di carattere internazionale e copre le spese sostenute per lo sviluppo della piattaforma e tutte le attività on-page inerenti. Inoltre, può essere richiesto anche per chi vuole affiliarsi ad un marketplace fornito da terzi. In questo caso l’importo massimo del finanziamento è di 450 mila euro per la creazione di una piattaforma proprietaria e di 300 mila euro per l’affiliazione ad un marketplace.

Per ulteriori informazioni sugli strumenti finanziari è possibile consultare il sito web SIMEST.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Caricamento contenuti...