Home Page Business

Emilia Romagna: contributi per digital manufacturing e Industria 4.0

La Regione ha stanziato 400 mila euro per sostenere i progetti innovativi dedicati all'artigianato. Ecco come partecipare e altri dettagli

DATA APERTURA dal 27 ott 2020 al 31 dic 2020
regione

La strategia europea legata alla politica industriale ha due obiettivi: la transizione digitale ed ecologica. Il settore artigianale è in ritardo nello sviluppo di strategie e attività legate ai due obiettivi. Sono tante le Pmi che ancora non hanno affrontato un processo di trasformazione digitale. Il Covid-19 ha fatto emergere tali limiti e, allo stesso tempo, ha reso necessario attuare subito il cambiamento verso il digitale e la sostenibilità. Ed in questo contesto si inserisce la misura della Regione Emilia Romagna che, con il presente bando rivolto alle imprese, vuole incentivare la transizione delle aziende manifatturiere.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Sostegno a progetti promozionali a favore dell’artigianato
  • A chi è rivolto il bando: associazioni in forma singola o congiunta
  • Fondi disponibili: 400 mila euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Emilia Romagna
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio delle domande dal 27 ottobre al 31 dicembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è incentivare la resilienza e la competitività del settore dell’artigianato grazie a processi di innovazione, prendendo come modello Industria 4.0 e digital manufacturing. I progetti dovranno abbracciare tutte le sfumature del digitale applicato alla manifattura: dall’uso delle nuove tecnologie, all’aumento delle competenze in ambito produttivo, gestionale e organizzativo, fino alla comunicazione effettuata con i nuovi strumenti tecnologici e digitali.

Il fondo ammonta a 400 mila euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare le associazioni dell’artigianato maggiormente rappresentative a livello regionale, le fondazioni e le associazioni giuridicamente riconosciute che hanno come scopo la promozione dell’artigianato. Le domande possono essere presentate anche in forma congiunta. I proponenti devono avere sede in Emilia Romagna.

Contributo

La Regione concede un contributo a fondo perduto fino al 70% delle spese ammissibili.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese per consulenze e/o acquisizione di servizi specialistici correlati al progetto, spese legate all’organizzazione di laboratori, workshop ed eventi simili, spese per la promozione e diffusione dei risultati dell’attività e dello studio o anche spese per promuovere i risultati del progetto. Tra queste sono ammesse anche spese per campagne di promozione online. Infine, sono ammesse le spese per il personale coinvolto nel progetto, fino al 25% del totale.

Termine di scadenza

Le domande di partecipazione si possono inviare fino alle ore 13:00 del 31 dicembre 2020.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Procedure e invio domanda

La domanda di partecipazione e tutta la documentazione richiesta devono essere inviate tramite PEC industriapmi@postacert.regione.emilia-romagna.it. Nell’oggetto dell’e-mail occorre indicare la seguente dicitura: “Bando art. 13 legge regionale n. 1/2010” annualità 2021-2022.

La domanda e gli allegati devono essere sottoscritti con firma digitale del legale rappresentante dell’associazione richiedente o da un altro soggetto con procura speciale. In seguito all’invio dell’email, il candidato riceve una ricevuta che attesta anche data e ora del ricevimento.

Controlli ed eventuale revoca contributi

La valutazione delle domande verrà effettuata tramite procedura a graduatoria. L’iter si articola in due fasi istruttorie eseguite dal Servizio Qualificazione delle Imprese della Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa. Nello specifico, le domande verranno sottoposte a istruttoria di ammissibilità formale e valutazione di merito dei progetti, con la relativa assegnazione del punteggio. Il punteggio minimo per ricevere il contributo è di 60 su 100.

L’istruttoria si conclude entro 45 giorni dalla data di invio della domanda. Alla fine dell’istruttoria viene pubblicata la graduatoria delle domande che accedono al contributo, tutti i partecipanti riceveranno l’esito del bando. I beneficiari ottengono il contributo in base allo stato di avanzamento dei lavori, previa presentazione della rendicontazione delle spese ammissibili effettuate.

Il contributo viene revocato qualora venga accertata la carenza di uno dei requisiti richiesti ai beneficiari; qualora i progetti ammessi non vengano realizzati o siano realizzati in modo difforme a quanto deciso; qualora il progetto venga realizzato in misura inferiore al 50% di quanto presentato; in caso di violazione degli obblighi descritti nel bando.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e gli allegati si possono consultare e scaricare dal sito web della Regione Emilia Romagna.

Per eventuali informazioni sulla procedura è possibile un’e-mail a imprese@regione.emilia-romagna.it o chiamare il numero 848800258. In alternativa è possibile chiedere un appuntamento di persona allo Sportello Imprese della Regione Emilia Romagna.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...