Home Page Business

Emilia Romagna: bando per la transizione digitale delle imprese artigiane

Le aziende artigiane dell'Emilia Romagna possono avere un contributo a fondo perduto per l'acquisizione di tecnologie, consulenze e skill digitali

DATA APERTURA dal 13 apr 2021 al 20 apr 2021
regione Emilia-Romagna

La digitalizzazione è un processo che interessa le aziende, di ogni dimensione e settore economico. Le imprese artigiane, in questo contesto, devono poter avere tutti gli strumenti e le competenze adatte per acquisire nuove tecnologie e skill digitali. Spesso, le realtà più piccole non hanno le risorse necessarie per questo tipo di investimento. Per tale motivo, la Regione Emilia Romagna ha stanziato un fondo di 5.5milioni di euro per le aziende del territorio che desiderano abbracciare la transizione digitale. Per i beneficiari è previsto un contributo a fondo perduto. Ecco i requisiti e i dettagli del bando.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Transizione digitale delle imprese artigiane
  • A chi è rivolto il bando: imprese artigiane dell’Emilia Romagna
  • Fondi disponibili: 5.500.000 €
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Emilia-Romagna
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 13 al 20 aprile 2021

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è incentivare la realizzazione di progetti innovativi nelle imprese artigiane. In generale, si vuole favorire la digitalizzazione del settore, permettendo a tutte le aziende, anche quelle più piccole, di poter adottare tecnologie all’avanguardia per rendere i processi più snelli ed efficienti. Questo cambiamento permette di migliorare la loro competitività e produttività, ma allo stesso tempo, ha un impatto positivo su tutto il territorio regionale. Le risorse disponibili ammontano a 5.500.000 € per il 2021.

Soggetti interessati

Possono accedere al bando le imprese artigiane del settore manifatturiero e quelle che pur non appartenendo a questo settore, svolgono la propria attività all’interno all’interno della catena di valore che riguarda pure la manifattura. Tali aziende interessate devono essere attive, iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio regionale, iscritte all’Albo Regionale delle imprese artigiane dell’Emilia Romagna, devono avere unità locale o sede operativa nell’Emilia-Romagna.

Contributo

Il bando prevede la concessione di un contributo a fondo perduto pari al 40% della spesa ammissibile sostenuta. Sono previste delle premialità del 5% per le aziende che producano un incremento dell’occupazione nel territorio, se l’azienda è caratterizzata da forte presenza di donne o giovani , nel casi in cui la sede operativa sia in una zona montana oppure nel caso il soggetto sia in possesso del rating di legalità. Il contributo massimo concedibile è di 40.000 €. L’investimento minimo dovrà essere di 30.000 €.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese per l’introduzione di almeno una delle 9 tecnologie (beni strumentali) abilitanti il Piano Impresa 4.0, relative consulenze, adozione di soluzioni digitali, adattamento e connettività degli impianti in modo da poter usare le tecnologie acquistate e introduzione delle competenze professionali necessarie. Tutti gli interventi devono essere eseguiti dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021.

Gestisci la tua Presenza Online?
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Termine di scadenza

Le domande possono essere presentate dalle ore 10:00 del 13 aprile 2021 alle ore 13:00 del 20 aprile 2021. Le domande si possono iniziare a compilare a partire dall’8 aprile 2021.

Procedure e invio domanda

La domanda e tutta la documentazione necessaria devono essere inviate esclusivamente in via telematica attraverso la piattaforma Sfinge2020. La domanda di presentazione deve essere presentata e sottoscritta con firma digitale dal legale rappresentante dell’azienda o soggetto terzo con procura speciale.

Controlli ed eventuale revoca contributi

La procedura di selezione sarà di tipo valutativo a graduatoria. L’iter si articola nelle seguenti fasi: istruttoria di ammissibilità formale, di ammissibilità sostanziale del progetto e valutazione di merito del progetto, della sua fattibilità finanziaria ed economica, con conseguente assegnazione del punteggio. La procedura si conclude in 90 giorni a partire dalla chiusura del bando, al termine verrà pubblicata la graduatoria. Il contributo verrà erogato previa presentazione della rendicontazione da parte del soggetto beneficiario, che deve essere inviata entro il 28 febbraio 2022. I beneficiari devono attenersi a tutti gli obblighi descritti nel bando, pena la decadenza o revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati sono disponibili nel sito web della Regione Emilia Romagna.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi allo Sportello Imprese dal lunedì al venerdì, dalle 9:30 alle 13:00, chiamando al numero telefonico 848.800.258 o inviando un’e-mail a infoporfesr@regione.emilia-romagna.it.

Gestisci la tua Presenza Online?
su motori di ricerca, siti e social da un unico punto

Scopri come

Caricamento contenuti...