Home Page Business

Emilia Romagna: 3 milioni per export e partecipazione a fiere

Il bando della Regione Emilia Romagna finanzia progetti di promozione dell'export e partecipazione a eventi fieristici. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 4 nov 2020 al 4 dic 2020
regione Emilia-Romagna

La partecipazione agli eventi fieristici e altri incontri internazionali è un passo fondamentale per poter varcare i confini del Paese e stringere rapporti commerciali all’estero. Attualmente il settore fieristico e legato agli eventi B2B è bloccato a causa del Covid-19, anche se esistono alcune occasioni di incontro virtuale. Per incentivare la partecipazione delle aziende alle fiere, quando l’emergenza sarà terminata, la Regione Emilia Romagna ha promosso il bando sull’export. L’obiettivo è contribuire totalmente alle spese sostenute per avviare nuovi canali di vendita, anche e soprattutto grazie a soluzioni digitali.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Progetti di promozione dell’export e per la partecipazione a eventi fieristici – Anno 2021
  • A chi è rivolto il bando: MPMI dell’Emilia Romagna
  • Fondi disponibili: € 3.335.000
  • Ente che eroga il finanziamento: Emilia Romagna
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande della prima finestra dal 4 novembre al 4 dicembre 2020. Invio domande della seconda finestra dal 1° giugno 2021 al 30 giugno 2021.

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è incentivare la promozione internazionale delle tante micro, piccole e medie aziende della regione. La misura infatti intende aiutare le imprese che desiderano affacciarsi verso nuovi mercati o trovare nuovi canali di vendita, anche e soprattutto grazie a soluzioni digitali. I progetti potranno anche avere ricadute positive per il sistema economico e sociale dell’Emilia Romagna. Il fondo stanziato ammonta a € 3.335.000.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità operativa in Emilia Romagna. I settori di attività ammessi ed esclusi al bando sono indicati nell’Appendice 1 dell’avviso.

Contributo

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto del 100% delle spese ammissibili sostenute dal beneficiario. L’importo massimo del contributo è di 10.000 €. Il contributo è concesso in base al regime “de minimis”.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese necessarie per il progetto di internazionalizzazione e partecipazione a fiere di settore. Nello specifico, sono ammesse due tipologie di spesa. La prima è “B2B ed eventi” e include la partecipazione a eventi promozionali o B2B fisici o virtuali internazionali. La seconda tipologia è quella della partecipazione di fiere internazionali in Italia o all’estero di natura fisica o virtuale dove l’azienda partecipa come espositore.

Le spese devono essere sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021. L’importo minimo fissato per l’investimento è di 5.000 €.

Termine di scadenza

Il bando prevede due finestre per inviare le domande. La prima parte dalle ore 12:00 del 4 novembre 2020 alle ore 16 del 4 dicembre 2020. La seconda finestra invece parte dalle ore 12:00 del 1° giugno 2021 alle ore 16:00 del 30 giugno 2021.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Ogni impresa può presentare una sola domanda per ogni finestra.

Procedure e invio domanda

La domanda e tutta la documentazione richiesta devono essere inoltrate esclusivamente in via telematica tramite la piattaforma SFINGE2020. La domanda dovrà essere completata con firma digitale e dovrà essere completa di tutti i documenti e le informazioni richieste, pena la non ammissibilità.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le istanze pervenute saranno valutate e finanziate tramite procedura a sportello, cioè in base all’arrivo in ordine cronologico, riferito a ciascuna finestra. L’istruttoria dura 30 giorni, calcolati dalla data di scadenza per presentare la domanda.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Prevede una fase di istruttoria amministrativo-formale e una valutazione tecnica. Inoltre, sono previsti dei criteri di priorità, che determinano la concessione del contributo a parità di ordine di arrivo e punteggio assegnato al progetto. Tra questi troviamo la presenza del rating di legalità dell’azienda richiedente.

Terminata la procedura di selezione, il Dirigente del Servizio Attrattività e Internazionalizzazione approverà l’atto con l’elenco di beneficiari ed esclusi dall’agevolazione. Il beneficiario dovrà quindi presentare una rendicontazione delle spese ammissibili sostenute entro il 29 aprile 2022. Potrà quindi avere il bonus.

L’agevolazione è revocata qualora il progetto non venga realizzato secondo quanto previsto dal bando e dall’atto di approvazione, nel caso in cui non venga presentata la rendicontazione, se l’investimento è minore della cifra minima pattuita e in caso di ulteriore violazione delle disposizioni del bando.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati si possono scaricare dal sito web della Regione Emilia Romagna.

Per informazioni sulla procedura di invio domanda o altri dubbi sull’avviso è possibile contattare l’ufficio referente, ovvero lo Sportello Imprese dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13:00 al seguente numero di telefono 848.800.258 o scrivere un’e-mail a infoporfesr@regione.emilia-romagna.it.

Per domande sulla piattaforma e sulla procedura online per inviare la domanda è invece necessario contattare l’help desk di SFINGE2020 al numero 051.41.51.866.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...