Home Page Business

E-commerce e Facebook Ads, un binomio vincente

Facebook Ads rappresenta un ottimo strumento per far conoscere i propri servizi o prodotti. Nel commercio elettronico si rivela particolarmente prezioso, a patto di costruire una strategia che tenga conto di alcuni importanti aspetti

Alt text

Dare vita ad un sito e-commerce dal punto di vista tecnico è un’operazione che può sembrare complessa ma che è in realtà lineare e dagli ampi margini di realizzabilità: richiede certamente un ingente investimento di tempo e la messa in campo delle giuste competenze, ma è concretizzabile seguendo i giusti passaggi per portarlo da zero ad uno strumento di vendita avanzato e performante. È fondamentale creare un sito web efficiente e dotare il business delle caratteristiche indispensabili per essere funzionale come ad esempio un sistema di logistica all’avanguardia ed un’assistenza pre e post vendita eccellenti.

Costruire un sistema fluido e perfetto in ogni dettaglio non è però sufficiente perché il progetto arrivi al successo. L’obiettivo primario di un e-commerce è infatti quello di generare buoni flussi di vendita, e per poter raggiungere questo risultato deve attirare e convertire il maggior numero possibile di potenziali clienti. Come? Attraverso la promozione attiva e costante sui più efficaci canali di advertising. Facebook Ads si propone come una delle migliori piattaforme di promozione al momento presenti sul mercato: grazie ai milioni di utenti che giornalmente interagiscono sulle sue pagine, Facebook è un tool da prendere inderogabilmente in considerazione quando il proprio obiettivo è far conoscere e funzionare un sito di vendita online. Sempre più sofisticato e promettente, Facebook Ads è per un e-commerce un pozzo di occasioni da conoscere e saper maneggiare con estrema padronanza.

Promuovere il proprio e-commerce attraverso Facebook Ads

Attraverso i potenti strumenti di Facebook Ads infatti è possibile fare conoscere il proprio brand ed incanalare verso di esso traffico qualificato. Inoltre, la piattaforma permette di intraprendere campagne di advertising dagli obiettivi mirati, che portino gli utenti a compiere azioni specifiche. Scopriamo quindi come creare una campagna pubblicitaria per e-commerce con Facebook Ads seguendo alcuni semplici ma delicati passi.

Il primo step in assoluto per costruire una strategia ads vincente è quello di entrare nella sezione Gestione inserzioni di Facebook Ads, ossia l’area del social network che permette l’ideazione delle campagne pubblicitarie. Dal proprio profilo FB, aprendo il menu e cliccando su Gestione Inserzioni di verrà reindirizzati ad una pagina che mostra una panoramica degli account pubblicitari collegati al profilo: una volta all’interno di questa dashboard è sufficiente cliccare sul tasto verde Crea Inserzione per iniziare il procedimento di creazione e realizzare il primo post sponsorizzato.

Com’è strutturata una campagna advertising di FB

Per avere successo nella creazione di campagne di advertising FB profittevoli, è indispensabile innanzitutto avere ben chiara in mente la struttura generale di una promozione su FB Ads. La campagna si può considerare come il gruppo madre di primo livello, all’interno della quale si definisce l’obiettivo complessivo alla base della strategia di advertising. Essa racchiuderà a sua volta altre sezioni di secondo e di terzo livello: all’interno di una campagna si trovano infatti i cosiddetti gruppi di inserzioni, caratterizzati ognuno da diversi pubblici target, posizionamento dedicato e budget specifico, mentre ogni gruppo di inserzioni può includere molteplici inserzioni, i veri e propri annunci, che verranno mostrati al pubblico target prescelto.

Realizza le migliori campagne
su Facebook e Instagram

Scopri come

Settaggio della campagna: gli obiettivi

Una volta premuto il tasto Crea Inserzione, la prima cosa da fare è scegliere un nome per la campagna e capire quale sia il suo obiettivo primario, ossia la finalità di marketing che si desidera ottenere mettendo in campo questa strategia promozionale. Essa deriverà dall’analisi accurata degli obiettivi di marketing aziendali, e potrà avere differenti obiettivi, legati principalmente ad awareness e notorietà del brand, considerazione ed infine conversioni.

Il Pixel di Facebook

Prima di andare oltre nell’analisi della gestione di una campagna FB Ads, è importante definire un passaggio indispensabile: la creazione ed il settaggio del Pixel di Facebook. Si tratta di una stringa di codice che va inserita all’interno delle pagine del sito e-commerce che si desidera promuovere, considerabile una vera e propria intelligenza artificiale in grado di tracciare ogni mossa che gli utenti compiono durante la loro navigazione all’interno del sito web. Com’è facile intuire esso è indispensabile all’ottimizzazione delle campagne di promozione e permette di valutare con dovizia di particolari l’andamento di ogni campagna, oltre che di creare audience personalizzate ed attuare azioni di retargeting specifiche.

Per generarlo, è sufficiente cliccare su Crea un Pixel, dare il nome che si preferisce al pixel che si andrà a realizzare ed accettare le relative condizioni di utilizzo. Il codice relativo al neonato pixel andrà poi posizionato all’interno di quello del sito web di riferimento, e si dovrà infine procedere ad una verifica dello stesso cliccando su Verifica Pixel.

Gruppo di inserzioni

Una volta organizzato il pixel e definiti gli obiettivi generali della campagna pubblicitaria, si può procedere con la definizione dei dettagli del gruppo di inserzioni, ossia il modo con cui verrà pubblicizzata l’inserzione online sulle pagine del social. Le fasi sono principalmente tre: creare la target audience, definire il posizionamento e fissare il budget desiderato.

Definizione del target

Considerata una delle parti più delicate e strategiche della costruzione di una campagna di advertising, la definizione del target di pubblico da raggiungere consiste nella decisiva scelta di un’audience specifica a cui verrà mostrata l’inserzione che rappresenterà la principale nicchia di mercato dell’e-commerce. La forza della piattaforma di advertising di Facebook sta proprio nella sua precisione e potenza nella definizione accurata dei pubblici da colpire. Sono molteplici gli aspetti della target audience che possono essere selezionati.

In primo luogo è possibile dare una collocazione geografica al pubblico scegliendone il paese, la città o persino il cap di riferimento. Facebook permette anche di decidere se l’annuncio realizzato dovrà essere mostrato a chi vive in un determinato territorio, alle persone che di recente si trovano lì oppure a coloro i quali viaggiano in quel luogo specifico. E’ possibile anche segmentare ulteriormente il pubblico per età, genere e lingua parlata in base alle peculiarità del prodotto o servizio che si propone, così come si può puntare ad una porzione di pubblico profilata in base ai suoi dati demografici, interessi e comportamenti.

Facebook offre inoltre l’opportunità di costruire un pubblico personalizzato, ossia un gruppo di utenti che è già entrato in contatto con il business in precedenza. Queste custom audience vengono generate caricando su FB i dati dei contatti quali gli iscritti alla newsletter, coloro che hanno già visitato una certa sezione dell’e-commerce o che hanno compiuto navigando su di esso azioni determinate. Si può anche decidere di mostrare le inserzioni solamente a chi ha interagito con la pagina FB, visualizzato i video proposti, o qualunque altra azione rilevante. Le combinazioni sono infinite, e le possibilità a livello di business sono intuitivamente sterminate.

Le dimensioni del pubblico target andranno ad aumentare o diminuire a seconda del dettaglio che si darà alle sue caratteristiche, andando a fornire un’idea dell’impatto che la campagna così costruita potrà avere. Quanto restringere o ampliare il target dipende da fattori quali la tipologia di negozio online che si sponsorizza, dal suo collegamento con un territorio specifico, o dai risultati che si si prefigge di conquistare.

Posizionamento dell’inserzione

Definito il gruppo di utenti del proprio piano di marketing, bisognerà indicare a Facebook dove esattamente andare a posizionare l’inserzione. Si può optare sia per un posizionamento automatico che per un posizionamento che invece includa o escluda specifici dispositivi sui quali far comparire l’annuncio o determinate piattaforme di riferimento.

Scelta del budget

E’ possibile indicare a Facebook un budget totale oppure un budget giornaliero da investire sulle campagne. Non esiste un budget ottimo o minimo da investire in quanto esso dipenderà necessariamente dal capitale a disposizione da spendere sulle diverse attività di marketing intraprese dal brand, e dai propositi delle singole campagne. E’ consigliabile però iniziare con budget bassi, come ad esempio 10 € giornalieri, ed andare a salire con gli importi mano a mano che si prende confidenza con Fb Advertising, le sue regole ed i suoi segreti.

Creazione dell’inserzione: creative e testo

Regolati tutti i parametri nei gruppi di inserzioni, è il momento di dare vita all’inserzione vera e propria, ovvero la creative che il pubblico vedrà scorrendo il feed di Facebook e delle piattaforme social associate, come Instagram. Cosa può fare la differenza tra un’inserzione di successo da una mediocre? Il copywriting, strategicamente incentrato su tecniche di persuasività ed engagement, oltre che ben formattato, le buyers persona molto ben strutturate e contenuti grafici dal grande appeal. In ogni caso, come spesso accade nel marketing online, la sperimentazione è la chiave vincente per arrivare a grandi traguardi.

Fare pubblicità con Facebook Ads: i vantaggi

Ora che è più chiaro come sia possibile implementare una campagna Facebook Ads, è bene chiedersi quali siano i vantaggi di scegliere FB come piattaforma di Advertising rispetto agli altri numerosi strumenti di marketing. Il più lampante è correlato strettamente alle caratteristiche del social network ed alle informazioni che i suoi utilizzatori decidono spontaneamente di condividere con la piattaforma: l’eccellente profilazione del target possibile su FB Ads rende possibile raggiungere bacini d’utenza altamente profilati, in base a età, interessi, lavoro, comportamenti abituali online e infinite altre variabili combinate.

Oltre a questa generica segmentazione inoltre il Pixel di Facebook rende possibile ottimizzare ulteriormente la targettizzazione di specifici gruppi di utenti, rendendo fruibili le inserzioni a categorie precise di lead, potenziali clienti e audience di interesse, spingendoli con maggiore facilità verso call-to-action costruite ad hoc. Ciò è ancora più interessante all’interno di una strategia di promozione di un negozio e-commerce, permettendo uno straordinario monitoraggio dei comportamenti ed un approccio mirato ad ogni singolo utente. Queste informazioni rappresenteranno importanti pilastri di partenza per lo sviluppo di strategie di marketing data driven.

Tutto ciò unito all’opportunità di tracciare costantemente i risultati delle proprie campagne ed alla convenienza della piattaforma rispetto ad altri canali a disposizione per veicolare il proprio messaggio, fanno di Facebook Ads un alleato dall’enorme richiamo per ogni e-commerce manager.

Realizza le migliori campagne
su Facebook e Instagram

Scopri come

Tags:
Caricamento contenuti...