Home Page Business

CCIAA Maremma e Tirreno: incentivi per l'internazionalizzazione delle pmi

La Camera di Commercio concede contributi a fondo perduto alle micro, piccole e medie imprese del territorio che vogliono espandersi all'estero

DATA APERTURA dal 25 gen 2021 al 1 dic 2021
regione Toscana

Operare nei mercati internazionali rappresenta un importante vantaggio competitivo per le aziende. Per incentivare le aziende del territorio a intraprendere o rafforzare un percorso di internazionalizzazione, anche attraverso nuove tecnologie e strumenti innovativi, la Camera di Commercio Maremma e Tirreno ha stanziato un fondo di 50 mila euro. Servirà a intercettare i progetti meritevoli e sostenerli economicamente attraverso contributi a fondo perduto per le attività all’estero.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando per la concessione di contributi per l’internazionalizzazione delle imprese
  • A chi è rivolto il bando: MPMI della CCIAA Maremma e Tirreno
  • Fondi disponibili: 50.000 €
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio Maremma e Tirreno
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 14 gennaio al 1° dicembre 2021

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è rafforzare la presenza delle aziende della circoscrizione della Camera di Commercio Maremma e Tirreno, in particolare quelle di ridotte dimensioni, nei mercati internazionali. A tal fine, si concedono voucher per l’internazionalizzazione, da usare anche per acquisire strumenti e tecnologie innovative.

Il fondo stanziato ammonta a 50 mila euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese, anche sotto forma di cooperative e consorzi, con sede legale e/o unità locale presso le Province di Livorno o Grosseto. Le aziende interessate devono essere attive, regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, in regola col pagamento del diritto annuale e degli altri adempimenti contributivi e previdenziali.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Contributo

L’agevolazione viene concessa sotto forma di contributo volto a coprire il 70% delle spese ammissibili sostenute, per un importo massimo di 2000 euro ad impresa. Nel caso in cui le imprese siano risultate beneficiarie dell’edizione 2020 del bando, l’importo massimo del contributo si riduce a 1000 euro. L’investimento minimo che l’impresa deve sostenere per accedere all’agevolazione è di 1000 euro.

Nel caso in cui il fondo non sia sufficiente per finanziare tutte le domande ammissibili pervenute, il contributo dell’impresa che occupa l’ultima posizione della graduatoria verrà ridotto in base alle risorse disponibili. Il contributo viene concesso con il regime “de minimis”.

Spese ammesse dal bando

Sono ammissibili solo le spese direttamente finalizzate alla realizzazione dei progetti ammessi (le cui caratteristiche sono riportate nell’articolo 2 del bando). Alla luce di ciò, vengono ammesse le seguenti spese: servizi di consulenza e strumentali; noleggio di strumenti e altri beni necessari per il progetto; realizzazione di spazi espositivi in fiere e altri eventi di settore fisici o virtuali e incontri d’affari.

Le spese devono essere sostenute dal 1° gennaio 2021 fino al 1° dicembre 2021.

Termine di scadenza

Le domande di partecipazione possono essere presentate dal 25 gennaio al 1° dicembre 2021.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione devono essere inviate esclusivamente in via telematica tramite PEC al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata: cameradicommercio@pec.lg.camcom.it. Nell’oggetto del messaggio deve essere indicata la seguente dicitura: “Bando internazionalizzazione 2021”. Ogni e-mail deve contenere una sola domanda di partecipazione. Occorre utilizzare il proprio indirizzo PEC per tutte le informazioni ufficiali legate al bando.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande vengono valutate con una procedura a sportello, cioè in base all’ordine cronologico di arrivo. Farà fede la ricevuta di protocollo con data e orario che arriva anche all’azienda candidata. L’istruttoria dura complessivamente 60 giorni dall’arrivo dell’istanza. I soggetti beneficiari sono obbligati al rispetto delle condizioni previste dal bando: avere e mantenere i requisiti per tutto il tempo richiesto, non rilasciare dichiarazioni mendaci o inesatte, attenersi a tutti gli altri obblighi. In caso di violazione il contributo verrà revocato.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati sono disponibili nel sito web della Camera di Commercio Maremma e Tirreno.

Per informazioni è possibile contattare il Servizio di promozione e Sviluppo economico dell’ente camerale. Le due referenti sono Dr.ssa Michela Stasio e Dr.ssa Maria Roberta Paris. Possono essere contattate all’indirizzo e-mail promozione@lg.camcom.it; per le informazioni ufficiali è necessario scrivere all’indirizzo PEC: cameradicommercio@pec.lg.camcom.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...