Home Page Business

CCIAA Lucca: contributi alle Pmi per investimenti in digitalizzazione

L'ente camerale ha stanziato 500 mila euro per il bando "Contributi alle imprese per investimenti in Digitalizzazione, Sostenibilità e Internazionalizzazione". I contributo sono concessi a sportello

DATA APERTURA dal 15 ott 2020 al 30 nov 2020
regione Toscana

La ripartenza dopo l’intensa crisi socio-sanitaria legata al Covid-19 dipende anche dalla capacità delle aziende di uscire dall’emergenza ed effettuare investimenti. Per sostenere la ripresa delle realtà della propria circoscrizione, la Camera di Commercio di Lucca ha stanziato 500 mila euro per la concessione di contributi alle imprese maggiormente danneggiate dalla pandemia. Queste dovranno avere determinati requisiti, come il calo di fatturato nel 2020 e si dovranno candidare proponendo un progetto di digitalizzazione, sostenibilità o internazionalizzazione.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Contributi alle imprese per investimenti in Digitalizzazione, Sostenibilità e Internazionalizzazione
  • A chi è rivolto il bando: MPMI di Lucca e Provincia
  • Fondi disponibili: 500 mila euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Lucca
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 15 ottobre fino al 30 novembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

Il bando della Camera di Commercio di Lucca mira a stimolare la ripresa delle imprese del territorio. Per raggiungere tale obiettivo, le imprese dovranno concentrarsi su progetti di carattere innovativo. I progetti, innanzitutto, dovranno essere mirati all’introduzione di nuove tecnologie, conformi al progetto Impresa 4.0, all’interno dell’azienda. In alternativa si dovranno concentrare sulla sostenibilità ambientale, tramite acquisizione di qualifiche e certificazioni da parte delle aziende; o ancora mirare all’internazionalizzazione. In quest’ultimo caso il progetto potrà mirare sia alla presenza delle aziende all’estero, sia alla promozione dei prodotti e servizi tramite piattaforme digitali.

Gli ambiti di intervento dei progetti ammessi sono quindi tre: digitalizzazione, sostenibilità delle attività economiche e internazionalizzazione.

Il fondo stanziato ammonta a 500 mila euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese con sede legale ma anche unità operativa a Lucca e Provincia. Le aziende interessate devono aver subito una riduzione di fatturato a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Inoltre, al momento di presentazione dell’istanza devono avere i requisiti elencati nell’articolo 3 del bando.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Per partecipare le aziende devono aver effettuato il testo di maturità digitaleSelfi4.0”.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili sostenute, fino a un bonus massimo di 5000 €. L’investimento minimo è di 2000 €.

Spese ammesse dal bando

Sono ammesse le spese per l’acquisto, anche in leasing (max 30% del totale), di beni strumentali materiali e immateriali necessari per la realizzazione del progetto; le spese per acquisire licenze d’uso, per noleggiare attrezzature e per pagare canoni di diverso tipo; l’acquisto di servizi di consulenza e formazione e le spese di presentazione delle pratiche (massimo 100 €).

Tutte le spese devono essere sostenute a partire dal 1° settembre 2020.

Termine di scadenza

Le domande devono essere presentate a partire dal 15 ottobre 2020 fino ad esaurimento delle risorse e comunque entro il 30 novembre 2020.

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione richiesta devono essere inviate esclusivamente in via telematica tramite lo sportello “Contributi alle Imprese” del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov. Per convalidare l’istanza è necessario apportare la firma digitale del responsabile legale dell’azienda o di un delegato autorizzato.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande vengono valutate a sportello, cioè in base all’ordine cronologico di arrivo. L’istruttoria si conclude dopo 60 giorni dall’invio dell’istanza con l’atto dirigenziale che dichiara conclusa positivamente o negativamente la procedura. Nel primo caso, il candidato diventa beneficiario del contributo; nel secondo caso la domanda non è ammessa.

L’esito è comunicato sul sito web della Camera di Commercio di Lucca. Il contributo viene erogato previa rendicontazione della spesa ammissibile sostenuta.

Il beneficio viene revocato qualora cadano i requisiti di ammissibilità; nel caso in cui l’intervento non sia attinente a quello richiesto nel bando; nel caso in cui non si raggiunga l’importo minimo di investimento; nel caso di mancate integrazioni; nel caso in cui non sia possibile effettuare controlli a causa del beneficiario o questi abbiano esito negativo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati possono essere consultati e scaricati dal sito web della Camera di Commercio di Lucca.

La responsabile del procedimento è Silvia Galli – Ufficio Sviluppo Imprenditoriale, che può essere contattata per chiarimenti e informazioni al numero telefonico 0583.976.405 o via e-mail all’indirizzo: silvia. galli@lu.camcom.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...