Home Page Business

Veneto: 3 milioni per la digitalizzazione delle PMI del turismo

La Regione Veneto concede un voucher per la digitalizzazione alle aziende del settore ricettivo e turistico. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 20 ott 2020 al 3 nov 2020
regione Veneto

Il settore turistico e ricettivo è tra i più colpiti dalla crisi sanitaria da Covid-19. Infatti, a causa del lockdown, della paura dei contagi e di altre motivazioni simili, molte persone quest’anno hanno rinunciato ad una vacanza, anche di pochi giorni. Di conseguenza, molte strutture come Hotel, campeggi, B&B, stabilimenti di ogni tipo hanno accusato gravi perdite. La Regione Veneto ha stanziato un fondo da 3 milioni di euro per sostenere la ripresa delle aziende di settore. Nello specifico, il bando incentiva la digitalizzazione di tali imprese. Infatti, le nuove tecnologie rappresentano sicuramente un canale per crescere anche durante l’emergenza.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Bando per l’erogazione di contributi per investimenti innovativi in ambito digitale nel settore ricettivo turistico per favorire la ripresa della domanda turistica dopo l’emergenza COVID-19
  • A chi è rivolto il bando: MPMI del Veneto
  • Fondi disponibili: 3 milioni di euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Veneto
  • Le date da segnarsi sul calendario: manifestazione di interesse: dal 20 ottobre al 3 novembre 2020; conferma: fino al 5 novembre; accreditamento: dal 23 novembre 2020; invio domanda: dal 25 novembre al 23 dicembre 2020.

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando della Regione Veneto è promuovere gli investimenti in ambito digitale da parte delle aziende venete del settore ricettivo e turistico, gravemente colpito dalla crisi sanitaria ed economica del Covid-19. La misura nasce quindi per facilitare la ripresa dei flussi turistici dopo l’emergenza. Inoltre, con il bando si intende migliorare l’efficienza delle strutture ricettive in termini di sostenibilità e tutela dell’ambiente. A tal fine si è stanziato un fondo di 3 milioni di euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le micro, piccole e medie imprese attive, regolarmente iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio. Inoltre, devono essere titolari della sede situata nella Regione Veneto in cui verranno realizzati gli interventi. Le aziende interessate non devono essere in stato di liquidazione, fallimento o concordato preventivo. Tra le imprese interessate al contributo troviamo le strutture ricettive alberghiere, quelle all’aperto, strutture ricettive complementari e in ambienti naturali.

Contributo

Il contributo è concesso sotto forma di voucher in base alle tipologie di intervento. Gli interventi sono diverso tipo e combinabili in modo da raggiungere il contributo massimo di 6.000 €.

Viene concesso un massimo di 3.500 € per gli interventi innovativi per l’acquisto e la consulenza di servizi, software, hardware e altra strumentazione tecnologica, tra cui anche soluzioni tecnologiche digitali volte a favorire forme di distanziamento.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Inoltre, sono previsti voucher importo massimo di 1.000 € per interventi volti a favorire la connettività a banda ultra larga per l’impresa ricettiva; fino a 3.500 € per l’aggiornamento del sito web aziendale e fino a 500 € per interventi di assistenza tecnica per l’uso di software aziendali. Le agevolazioni sono concesse ai sensi del Regolamento “de minimis”.

Spese ammesse dal bando

Le spese sono strettamente collegate alle tipologie di intervento, devono essere coerenti col progetto e con le finalità del bando e pagate dal soggetto beneficiario dopo il 1° marzo 2020.

Termine di scadenza

La compilazione della manifestazione di interesse può avvenire dalle ore 10.00 di martedì 20 ottobre 2020 alle ore 17.00 di martedì 3 novembre 2020. La conferma deve essere effettuata entro e non oltre le 17.00 del 5 novembre 2020. Si consiglia di comunicare prima dell’apertura dei termini di presentazione della manifestazione d’interesse (e non oltre il 27 ottobre) eventuali variazioni dell’indirizzo PEC dell’azienda depositato presso il Registro delle Imprese.

L’accreditamento si può effettuare dal 23 novembre 2020. Infine, la domanda si può inviare dalle ore 10.00 del 25 novembre 2020 alle ore 17.00 del 23 dicembre 2020.

Procedure e invio domanda

Le imprese interessate devono innanzitutto inviare una manifestazione di interesse tramite lo sportello online dedicato, presente nel sito web della Regione Veneto, raggiungibile al seguente indirizzo: https://cdnbandi.regione.veneto.it/334C-voucher-fesr/.

In seguito all’invio della manifestazione di interesse, l’interessato riceve sul proprio indirizzo PEC le istruzioni per inviare la conferma. A questo punto deve seguirle e confermare i lsuo interesse a partecipare al bando entro la data di scadenza segnalata nell’avviso. La PEC sarà quindi fondamentale per gestire tutte le comunicazioni ufficiali sul bando.

La domanda di partecipazione al bando deve essere inviata solo dalle aziende in possesso di posizione utile nell’elenco provvisorio (vedi paragrafo successivo). La domanda e tutta la documentazione devono essere inviate esclusivamente in via telematica attraverso il SIU (Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria) della Regione Veneto, raggiungibile al seguente link: https://siu.regione.veneto.it/DomandePRU. Prima di utilizzare il SIU è necessario iscriversi e ottenere le credenziali.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Controlli ed eventuale revoca contributi

L’ordine cronologico di presentazione della domanda non è rilevante per la concessione del contributo. In seguito all’invio della conferma della manifestazione di interesse, viene creato un elenco provvisorio delle imprese ammesse. Tale elenco è approvato con provvedimento della Direzione Turismo e pubblicato nel sito web ufficiale della Regione Veneto. Le imprese che compaiono nell’elenco possono a questo punto presentare la domanda vera e propria.

L’istruttoria delle domande pervenute è gestita dalla Direzione Turismo della Regione che accerta l’ammissibilità delle domande e verifica la presenza dei requisiti. Entro 120 giorni dalla presentazione della domanda di partecipazione si conclude l’istruttoria e viene pubblicata la graduatoria delle domande ammesse al contributo. L’erogazione del contributo avviene previa rendicontazione.

Il sostegno viene revocato qualora il progetto non sia svolto nei modi e tempi previsti e di mancata rendicontazione, nel caso in cui l’investimento minimo sia insufficiente, qualora la realizzazione dei lavori non sia conforme a quanto deciso, in caso di dichiarazioni mendaci o inesatte e in seguito a qualsiasi tipo di violazione degli obblighi disposti dal bando.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati si possono consultare e scaricare dal sito web della Regione Veneto.

Eventuali informazioni sul bando si possono richiedere via e-mail a: turismo@pec.regione.veneto.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...