Home Page Business

Umbria Next, 4 milioni di euro per rafforzare le PMI

Nuovo Fondo per il rafforzamento della struttura patrimoniale delle PMI. Le imprese umbre possono inviare le domande fino al 30 settembre 2020

DATA APERTURA dal 1 lug 2020 al 30 sett 2020
regione Umbria

La Regione Umbria grazie alla misura Umbria Next propone un nuovo intervento pensato per rafforzare la struttura patrimoniale delle PMI. Grazie a questa misura si mira a incentivare lo sviluppo del tessuto economico umbro, facendo leva sulla patrimonializzazione delle imprese, in modo da facilitare la transizione verso le Tecnologie 4.0 e quindi rendere le aziende più competitive. Il Fondo per il rafforzamento della struttura patrimoniale delle PMI è quindi pensato per le piccole e medie imprese, incluse le cooperative che operano in Umbria. L’obiettivo è anche quello di aiutarle a superare la crisi sanitaria ed economica causata dal Covid-19.

Scheda riassuntiva bando Regione Umbria

  • Nome del bando: Umbria Next – Fondo per il rafforzamento della struttura patrimoniale delle PMI
  • A chi è rivolto il bando: PMI della Regione Umbria
  • Fondi disponibili: 4.000.000 €
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Umbria tramite UmbriaInnova
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domande: 1° luglio 2020. Data fine invio domande: 30 settembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

Il Fondo per il Rafforzamento della struttura patrimoniale delle PMI è gestito dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese composto da Gepafin S.p.A. e Artigiancassa S.p.A.

Il Fondo nasce per permettere alle PMI di rafforzare la struttura patrimoniale. Potranno essere attivate acquisizioni e partecipazioni a fronte di un aumento di capitale sociale. L’acquisizione della partecipazione dovrà essere effettuata in condizioni di parità di un investimento di pari importo effettuato da un investitore privato, che possono essere anche i soci dell’impresa beneficiaria fino al 31 dicembre 2020. La dotazione finanziaria per l’intervento è di 4.000.000 di euro.

Soggetti interessati

La misura è aperta alle piccole e medie imprese sotto forma di società di capitali, incluse le cooperative. Le imprese richiedenti devono aver subito una riduzione del fatturato a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19, si devono essere costituite ed essere operative in data antecedente al 1° gennaio 2020. Inoltre, al momento della domanda devono essere iscritte al Registro delle Imprese, essere in regola coi contributi e devono avere sede operativa nel territorio della Regione Umbria. Nel bando sono elencati i settori esclusi dall’agevolazione.

Contributo

La partecipazione pubblica ha una durata che va dai 36 ai 120 mesi. L’importo minimo è di 25 mila euro mentre quello massimo di 250 mila euro ed è in ogni caso inferiore al 25% del capitale sociale dell’impresa. L’acquisizione della partecipazione avviene prevedendo anche la modalità di uscita dall’investimento tramite la sottoscrizione di un contratto di vendita al termine. Il costo dell’atto notarile è a carico dell’impresa beneficiaria.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Spese ammesse dal bando

Non sono previste rendicontazioni né elenchi di spese ammissibili.

Termine di scadenza

Lo sportello per compilazione e l’invio delle domande è accessibile dalle ore 13:00 del 1° luglio 2020 e fino alle ore 13:00 del 30 settembre 2020.

Procedure e invio domanda

Le domande di partecipazione devono essere presentate esclusivamente online tramite il portale UmbriaInnova, dove è presente la pagina dedicata al Fondo per il Rafforzamento della Struttura Patrimoniale delle PMI. Prima di compilare e inviare la domanda e tutta la documentazione richiesta è necessario iscriversi al portale Umbria Innova, accedendo alla sezione “Censimento Utenti” e compilare la schermata inserendo i dati del Legale Rappresentante o eventualmente di un delegato con apposita procura. Presentando la domanda, il richiedente accetta tutte le disposizioni presenti nel bando.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande sono sottoposte a istruttoria che mira ad accertare la corretta presentazione e completezza della domanda e di tutti i documenti richiesti. L’esito negativo dell’istruttoria viene comunicato dal soggetto gestore al richiedente tramite PEC. Le domande conformi alle richieste del bando verranno analizzate ed entreranno in una graduatoria stilata in base a diversi criteri. Ad ogni requisito è assegnato un punteggio. La graduatoria definitiva sarà deliberata dal Gestore e pubblicata sul portale Umbriainnova. Il Gestore invia ai beneficiari il contratto via PEC che dovranno rispedire entro 10 giorni. Una mancata ricezione entro 10 giorni causerà la revoca dell’agevolazione.

L’aiuto concesso equivale all’importo dell’intervento di partecipazione e verrà quindi concordato con l’ente gestore, ma è soggetto a decadenza o revoca nel caso in cui l’azienda beneficiaria abbia avuto il contributo sulla base di dati, informazioni e dichiarazioni mendaci o inesatte; nel caso in cui l’azienda venga meno ai requisiti elencati negli articoli 2 e 3 del bando; nel caso di impedimenti del beneficiario legato agli obblighi previsti nel bando e in presenza di inadempimenti.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati sono reperibili sul sito web di UmbriaInnova.

Il responsabile del procedimento è il Direttore Generale di Gepafin S.p.A.

Informazioni e chiarimenti sul bando possono essere richiesti a Gepafin S.p.A. tramite e-mail al seguente indirizzo restart@umbriainnova.it o ai seguenti numeri telefonici:

  • informazioni su bando ed istruttorie 075.99.76.475 o 075.50.59.811;
  • informazioni legate a problemi tecnici e all’uso della piattaforma online: 06.58.45.900

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...