Home Page Business

Ricerche online: cosa hanno cercato gli italiani sul web nel 2021

Quali sono le parole più cercate online nel 2021? Lo svela Semrush nel report che può essere uno punto per costruire la strategia di marketing 2022

Alt text

Il 2021 è quasi finito e, come ogni anno, è arrivato il momento di fare un bilancio finale, in modo da capire quali sono stati i trend e prevedere anche cosa ci attende nei mesi futuri. Se il 2020 è stato un anno di rottura, a causa dell’arrivo della pandemia, nel 2021 l’umanità ha provato – e sta ancora imparando – a convivere con la cosiddetta “nuova normalità”, quella caratterizzata dal costante pericolo di contagio, dal bisogno di proteggersi, ma anche dalla diffusione del digitale e altre soluzioni innovative. Nel 2021 il mondo ha finalmente riaccolto gli eventi, tra cui le Olimpiadi di Tokyo e il campionato di calcio Euro 2021. E nonostante l’arrivo dei vaccini, il Coronavirus non è sparito, anzi sono nate diverse nuove varianti che hanno portato a nuove misure di controllo e protezione. In questo contesto, quali sono stati i termini più cercati online dagli utenti? Scopriamo cosa ha incuriosito, emozionato ed appassionato di più la popolazione mondiale grazie a uno studio condotto da Semrush. Le informazioni potrebbero aiutare chi ha un’impresa e sta organizzando il nuovo piano di marketing per il 2022.

Principali ricerche online del 2021: dallo sport alla cronaca

Nel 2021, tra i termini più cercati spiccano quelli legati agli eventi sportivi, in particolare Euro 2021, NBA e le Olimpiadi di Tokyo. Tra gli atleti troviamo in prima linea le ricerche su Emma Raducanu, la prima donna britannica a vincere un titolo del Grand Slam di Tennis negli ultimi 44 anni.

Un altro filone di ricerche molto importante riguarda le serie tv. Netflix si conferma la principale piattaforma di contenuti video con una media di 129,4 milioni di ricerche mensili, seguito da Amazon Prime Video e Disney+. Mentre i titoli più cercati del 2021 sono Squid Game (101 milioni di ricerche mensili), Loki e Bridgerton (30,4 milioni al mese).

Spotify si posiziona in cima alle classifiche riguardando i servizi di musica in streaming. Sono diminuite, invece, le ricerche su base annua di Soundcloud, Pandore e iTunes. Insomma, Spotify è la piattaforma più usata dai clienti e non è un caso che negli ultimi mesi sia stata anche interessata da inserzioni pubblicitarie in formato audio: anche le pmi iniziano a investire con successo su questo mezzo.

L’anno appena trascorso è stato caratterizzato da tanti fatti di cronaca nera, e gli utenti hanno usato la rete per informarsi meglio sugli accaduti. In particolare, tra le ricerche di tendenza troviamo l’omicidio da parte della polizia del ragazzo latinoamericano Adam Toledo, l’omicidio della Youtuber Gabby Petito e la morte di Brian Laundrie.

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Ricerche 2021: principali e-commerce di moda

Accanto alle numerose statistiche pubblicate da Semrush, c’è anche quella che riguarda un settore che potrebbe essere davvero interessante per chi vende online: l’e-commerce di abbigliamento. Perchè ci si focalizza su questo aspetto? Perchè dal 2020 le abitudini di acquisto a livello globale sono cambiate, infatti molte persone hanno iniziato a fare acquisti online in modo frequente. Nel 2021 l’e-commerce si è espanso ancora di più.

Aumentano le ricerche relative ad abbigliamento comodo e sportivo, dove il brand Nike ha continuato a dominare la scena con 120 milioni di visite mensili al sito web ufficiale, con un significativo picco nel mese di agosto. Aumentano anche le ricerche di Shein, brand fast-fashion, il cui traffico sul sito ufficiale è cresciuto del 72% con una media di 40 milioni di visite mensili. Seguono importanti piattaforme come H&M, Zara, Asos, Nordstrom, Uniqlo, Macy’s e Gap.

Tendenze moda 2021

Il mondo del fashion cambia velocemente, perciò gli imprenditori devono stare attenti ai nuovi trend da sfruttare. In questo ambito, Semrush si concentra sui prodotti che hanno ottenuto volumi di ricerca più elevati. In particolare, il mercato è dominato da prodotti di moda comodi, ideali per stare a casa. Infatti, nel 2021 – e probabilmente anche nel 2022 – le persone continueranno a trascorrere tanto tempo a casa, lavorando in smart working oppure seguendo meeting online, DAD e altri eventi a distanza. Cresce l’interesse attorno alle tute, in particolare gli utenti hanno cercato i pantaloni della tuta, ma anche leggings e felpe. Non si perde l’interesse attorno agli abiti per cerimonie ed occasioni speciali, come abiti e fascinator, le cui ricerche medie sono aumentate del 58% durante l’anno. Insomma, la necessità di vestirsi per rimanere a casa è una costante, ma la voglia di tornare agli eventi mondani e concedersi un bel vestito o un accessorio elegante è sempre presente.

Queste tendenze ci permettono di tracciare un bilancio del 2021 ma anche capire su cosa orientare le vendite nell’anno che sta per arrivare. I dati sono molto interessanti anche per preparare il proprio negozio per i saldi invernali 2022, la prossima occasione per aumentare le vendite da parte di negozi ed e-commerce.

Sapere quali sono i termini di ricerca principali permette a chi ha un sito web e soprattutto un e-commerce di creare una strategia SEO ancora più efficace, in modo da diventare più visibile nella SERP dei motori di ricerca. Con Italiaonline è possibile costruire la propria strategia di marketing, incluso un piano SEO ad hoc per la propria azienda: chiedi subito una consulenza ai nostri esperti!

Dove appare il tuo sito?
Ottimizzalo in chiave SEO con i nostri esperti!
Scopri come

Caricamento contenuti...