Home Page Business

Regione Piemonte: contributi per la ripartenza e digitalizzazione dell'editoria

Dalla Regione 750 mila euro per la ripartenza e l'ammodernamento digitale di imprese editoriali e librerie indipendenti. Ecco i dettagli

DATA APERTURA dal 6 nov 2020 al 30 dic 2020
regione Piemonte

L’editoria rappresenta uno dei tanti settori colpiti duramente dall’emergenza sanitaria. Per sostenere le imprese editoriali e le librerie indipendenti del territorio, la Regione Piemonte ha stanziato un fondo di 750 mila euro. L’obiettivo non è solo quello di aiutare le aziende a ripartire, ma anche quello di incentivare l’ammodernamento tecnologico e digitale del settore. A tal fine saranno concessi contributi a fondo perduto ai progetti considerati meritevoli. Le domande si possono inviare fino all’esaurimento dei fondi.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Imprese editoriali e librerie indipendenti – Contributi 2020
  • A chi è rivolto il bando: imprese editoriali e librerie indipendenti
  • Fondi disponibili: 750.000 €
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Piemonte
  • Le date da segnarsi sul calendario: invio domande dal 6 novembre al 30 dicembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

Con il presente bando, la Regione Piemonte vuole sostenere il sistema culturale piemontese e sostenere progetti innovativi, di ammodernamento tecnologico, legati al settore editoriale, in particolare desidera aiutare le librerie e imprese editoriali indipendenti, cioè che non appartengono a nessuna catena o grande gruppo.

Le risorse economiche stanziate per realizzare la misura ammontano a 750.000 €.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le imprese editoriali e librerie indipendenti che al momento della presentazione della domanda siano iscritte al Registro delle Imprese di una delle Camere di Commercio del Piemonte, regione in cui devono avere sede legale e/o produttiva.

L’impresa deve essere indipendente e non appartenere a nessun gruppo aziendale, catena di librerie, grande gruppo editoriale; inoltre le imprese editoriali come attività prevalente si devono dedicare alla progettazione e pubblicazione di libri. All’interno del bando sono specificati i codici ATECO delle aziende ammesse al contributo.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Contributo

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto che sostiene l’80% delle spese ammissibili sostenute, per un importo massimo di 10.000 € per ogni impresa e libreria e di 8.500 € per ciascuna libreria che ha usufruito del bonus una tantum assegnato grazie alla Legge Regionale n.12/2020.

Spese ammesse dal bando

I progetti ammessi devono essere finalizzati alla realizzazione e sviluppo della produzione editoriale, anche in digitale e quindi devono riguardare l’intero processo produttivo, dall’idea al prodotto finito.

Inoltre, saranno ammessi a contributo i progetti che integrano l’uso di soluzioni digitali e tecnologiche, ma anche investimenti finalizzati allo sviluppo e alla promozione delle aziende e della loro offerta culturale anche attraverso modalità alternative per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

Termine di scadenza

Le domande devono essere inviate a partire dalle ore 9:00 del 6 novembre fino ad esaurimento dei fondi disponibili e comunque non oltre le ore 12:00 del 30 dicembre 2020.

Procedure e invio domanda

Le domande e tutta la documentazione devono essere inviate esclusivamente in via telematica tramite la piattaforma “FINanziamenti DOMande” (FINDOM) sul sito Sistema Piemonte. La domanda deve essere sottoscritta con firma digitale da parte del legale rappresentante dell’azienda o soggetto delegato accreditato.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Controlli ed eventuale revoca contributi

Il contributo viene assegnato tramite procedura valutativa a sportello, cioè in base all’ordine di arrivo delle domande. L’ente regionale che si occupa del processo di selezione e concessione del contributo è il Settore Promozione dei Beni librari e archivistici, Editoria e Istituti Culturali.

I soggetti beneficiari che rilasceranno dichiarazioni mendaci o inesatte, documentazione insufficiente o falsa, non si sottoporranno ai controlli o riceveranno l’esito negativo dei controlli subiranno la revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Per consultare e scaricare il bando e gli allegati è necessario connettersi al sito web della Regione Piemonte.

Eventuali informazioni sull’avviso e sulla procedura di selezione possono essere rivolte a Finpiemonte tramite il form di Contatto online oppure è possibile chiamare in numero telefonico 011/57.17.777 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 12:00.

Per problemi tecnici relativi all’uso della piattaforma online FINanziamenti DOMande è possibile contattare il numero 011/0824407 o inviare un’email a gestione.finanziamenti@csi.it.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...