Home Page Business

Regione Liguria: progetti di promozione dell'export

La Regione Liguria promuove l’internazionalizzazione delle filiere regionali attraverso un bando costruito ad hoc. Scopri i dettagli

DATA APERTURA dal 2 apr 2020 al 21 apr 2020
regione Liguria

Sono sempre di più le aziende, anche di piccole e medie dimensioni, che decidono di espandere i propri confini e operare anche all’estero. L’internazionalizzazione è un processo importante che può portare ottimi frutti soprattutto se viene operato da tutti i membri di una filiera: dal produttore, al commerciante. La Regione Liguria lancia un nuovo bando per promuovere i progetti di export che fanno proprio capo a una filiera.

Le domande possono essere inviate esclusivamente in via telematica e verranno gestite tramite procedura valutativa a sportello e gestite da Liguria International.

Scheda riassuntiva del bando

  • Nome del bando: Progetti di promozione dell’export destinati a imprese e loro forme aggregate individuate su base territoriale o settoriale.
  • A chi è rivolto il bando: associazioni di imprese
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Liguria
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domanda: 2 aprile 2020 – data fine invio domanda: 21 aprile 2020; dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 17.30 (festività escluse).

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo dell’iniziativa è aiutare le imprese che desiderano operare in mercati internazionali, dando la priorità alla logica di filiera: verranno prese in considerazione in particolare le aziende che condividono obiettivi e strumenti, e sviluppano strategie operative comuni.

Soggetti interessati

Possono presentare la domanda le associazioni di imprenditori che operano nella Regione Liguria. Le associazioni sono rappresentative dei settori dell’artigianato, del commercio, dell’industria e della cooperazione.

Le Associazioni possono presentare le domande in modo diretto o attraverso Società Controllate o Centri di Assistenza Tecnica. Inoltre, i progetti possono essere frutto di collaborazione con altre Associazioni impegnate nell’artigianato, industria, commercio, turismo, logistica e trasporti. In questo caso sarà necessario individuare un capofila che gestisca a nome di tutti la procedura.

Contributo

L’agevolazione è un contributo a fondo perduto che copre il 100% delle spese ammissibili. Il contributo è concesso in regime de minimis.

L’importo minimo del contributo è di 20 mila euro mentre quello massimo è di 100 mila euro.

Il contributo viene erogato entro 90 giorni dalla presentazione della richiesta da parte del beneficiario, in due fasi:

  • Anticipo del 50% a seguito della presentazione di una fideiussione o altra garanzia o in alternativa acconto del 50% in base allo stato di avanzamento dei lavori;
  • Saldo in seguito ad apposita richiesta da inviare online tramite il sistema Bandi online.

Spese ammesse dal bando

Il bando ammette iniziative finalizzate a:

  • Partecipazione a fiere e altri eventi di carattere internazionale.
  • Realizzazione materiale informazioni e promozionale in lingua straniera.
  • Organizzazione e partecipazione a workshop, conferenze e incontri di affari all’estero finalizzati all’internazionalizzazione.
  • Realizzazione sito web in lingua straniera.
  • Sviluppo e-commerce con vendita internazionale.

In base alle attività sopraccitate sono ammesse le spese per l’acquisto di:

Realizza il sito dei tuoi sogni
con i nostri esperti

Scopri come

  • Attrezzature, strumenti, dispositivi, hardware e software necessari alla realizzazione del progetto.
  • Realizzazione di siti internet in lingua straniera ed e-commerce.
  • Organizzazione e partecipazione a workshop e altri eventi previsti dal bando, incluse le spese di viaggio, vitto e alloggio da e verso Paesi esteri (limite 15%).
  • Promozione e diffusione del brand.
  • Personale impiegato nella realizzazione del progetto (limite 30%).
  • Consulenze specialistiche (limite 15%).

Sono ammesse le spese effettuate dalla presentazione della domanda, mentre gli interventi devono concludersi entro 12 mesi dalla data del provvedimento di concessione, che è possibile prorogare fino a 3 mesi. La spesa minima è di 20mila euro.

Termine di scadenza

Le domande possono essere inviate dal 2 aprile 2020 al 21 aprile 2020, dal lunedì al venerdì dalle ore 08:30 alle ore 17:30 (festività escluse).

La procedura offline è accessibile a partire dal 26 marzo 2020.

Procedure e invio domanda

Le domande, corredate da tutta la documentazione obbligatoria, devono essere inviate esclusivamente in via telematica tramite il sistema Bandi online accessibile dai siti www.liguriainternational.it e filseonline.regione.liguria.it.

Controlli ed eventuale revoca contributi

In seguito al ricevimento delle domande, la società Liguria International gestisce le richieste tramite procedura valutativa a sportello. L’istruttoria è divisa in due fasi: ammissibilità formale e merito del progetto proposto, in cui viene assegnato un punteggio. Liguria International si riserva la facoltà di chiedere eventuali precisazioni in merito alla domanda presentata da un richiedente. L’istruttoria termina entro 60 giorni dalla presentazione della domanda.

In caso di esito negativo, Liguria International invia apposita comunicazione al richiedente che ha 10 giorni di tempo per offrire le sue osservazioni ed eventualmente riuscire ad ottenere il contributo.

La revoca del contributo avviene quando il richiedente ammesso al contributo violi richieste ed obblighi indicati nel bando. Alcuni esempi:

  • Produzione di documenti non veritieri.
  • Ottenimento di altri aiuti di Stato per le stesse spese.
  • Rendicontazione insufficiente.
  • Non vengano confermati dati del progetto che ha ottenuto il contributo.
  • L’intervento non viene ultimato entro i termini prescritti e non vengono raggiunte le spese minime.

Gli organismi competenti possono effettuare in ogni momento controlli, anche attraverso ispezioni e sopralluoghi, per accertarsi che il progetto venga effettuato secondo quanto concordato.

Per informazioni: mail, telefono, referente

  • Il bando può essere consultato sul sito web della Regione Liguria.
  • Il titolare del Trattamento e responsabile della misura organizzativa, tecnica necessaria alla protezione dei dati è la Regione Liguria, Piazza De Ferrari 1- 16121 Genova.
  • Il Responsabile della Protezione dei Dati, che può essere contattato per questioni legate al trattamento dei dati, ai seguenti recapiti: email – rpd@regione.liguria.it; protocollo@pec.regione.liguria.it; – tel: 01054851.
  • Il Responsabile della gestione del sistema informativo è Liguria Digitale S.p.a., Parco Scientifico e Tecnologico di Genova Via Melen 77, 16152 Genova – Telefono: 01065451 Fax: 0106545422 email: info@liguriadigitale.it; posta certificata: protocollo@pec.liguriadigitale.it.
  • Il gestore del bando è LIGURIA INTERNATIONAL.

Caricamento contenuti...