Home Page Business

PMI Varese, bando Voucher 4.0, come partecipare

La Camera di Commercio di Varese col suo Punto Impresa Digitale concede voucher digitali alle aziende del territorio. Ecco il riepilogo del bando

DATA APERTURA dal 15 lug 2020 al 30 sett 2020
regione Lombardia

Il Piano Transizione 4.0 è un’importante iniziativa del Governo, istituita dal Ministero dello Sviluppo Economico tramite il Decreto del 12 marzo 2020. L’obiettivo è incrementare il livello di digitalizzazione delle aziende nazionali. A tal fine, vengono coinvolte anche le Camere di Commercio di tutta Italia, dove sono stati attivati i Punti Impresa Digitale o PID. Questi spazi sono pensati per affiancare le imprese nella trasformazione digitale. Tra le iniziative eseguite in accordo coi PID emergono anche i voucher digitali, contributi a fondo perduto per tutte le micro, piccole e medie aziende della circoscrizione. Attualmente le domande hanno già raggiunto i fondi disponibili, ma è possibile comunque fare richiesta di voucher in attesa che l’ente incrementi eventualmente la disponibilità finanziaria. Ecco il riepilogo del bando.

Scheda riassuntiva bando

  • Nome del bando: Bando voucher innovazione digitale – anno 2020
  • A chi è rivolto il bando: MPMI della CCIAA di Varese
  • Fondi disponibili: 176.200 euro
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Varese
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domande online: 15 luglio 2020. Data fine invio domande online: 30 settembre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

Il bando si inserisce nell’ambito delle attività legate al Piano Transizione 4.0 attivato in seguito al Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico il 12 marzo 2020, che ha approvato l’attivazione dei Punti Impresa Digitale (PID) 2020-2022 con l’obiettivo di promuovere la cultura digitale tra le micro, piccole e medie imprese della propria circoscrizione. Grazie al bando, la digitalizzazione viene incentivata tramite voucher di sostegno alle spese per l’acquisto di beni e servizi strumentali in ambito di innovazione digitale I4.0. Gli ambiti tecnologici richiesti sono elencati nell’articolo 2 del bando. Per sostenere la misura è stato stanziato un fondo di 176.200 euro.

Soggetti interessati

Il bando si rivolge a micro, piccole e medie imprese attive con sede legale o unità locale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Varese. I richiedenti devono essere iscritti al Registro delle Imprese e in regola con il pagamento del diritto annuale. Inoltre, non devono essere in fallimento, liquidazione, amministrazione controllata o altra situazione equivalente. Infine, le imprese interessate non devono avere forniture con la Camera di Commercio di Varese.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Ogni impresa può presentare una sola domanda di contributo.

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di voucher che copre il 50% delle spese ammissibili sostenute. I contributi avranno un importo massimo di 10.000 euro, fronte un investimento minimo di 3.000 euro. Le imprese con rating di legalità avranno una premialità di 250 euro nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei massimali de minimis.

Spese ammesse dal bando

Sono ammissibili le spese relative a:

  • Servizi di consulenza e formazione legati a una delle tecnologie elencate nell’articolo 2 del bando.
  • Acquisto di beni e servizi strumentali come ad esempio gli e-commerce.

Le spese possono essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda e fino al 180° giorno successivo alla data dell’approvazione della graduatoria dei beneficiari.

Vuoi vendere online?
Crea il tuo e-commerce con i nostri esperti!

Scopri come

Termine di scadenza

Le domande di contributo possono essere presentate dalle ore 12:00 del 15 luglio 2020 alle ore 17:00 del 30 settembre 2020. Attenzione: attualmente i fondi sono già esauriti per l’elevata richiesta di contributi, ma l’ente camerale si riserva il diritto di incrementare la disponibilità finanziaria qualora possibile.

Procedure e invio domanda

Le domande di contributo devono essere inviate esclusivamente in modalità telematica. Dal sito della Camera di Commercio di Varese occorre accedere alla sezione Contributi e poi alla pagina Punto Impresa Digitale per visualizzare documenti necessari e procedura. Nel bando è possibile trovare l’elenco di tutti i documenti necessari, da inviare oltre al modulo di domanda.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Le domande sono gestite tramite procedura valutativa a sportello, cioè in base all’ordine cronologico di presentazione. Dopo l’istruttoria amministrativo-formale, viene eseguita la verifica dei progetti, dei preventivi e degli ambiti tecnologici interessati. Le domande ritenute meritevoli vengono inserite in graduatoria, che viene formata in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande. Il voucher è erogato ai beneficiari, previa presentazione della rendicontazione.

Il contributo è revocato in caso di mancata o difforme realizzazione del progetto rispetto a quando presentato nella domanda; mancata trasmissione della documentazione relativa alla rendicontazione nei modi e tempi richiesti, rilascio di dichiarazioni false o inesatte, impossibilità di effettuare i controlli per cause imputabili al beneficiario e nel caso di esito negativo dei controlli.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati si possono consultare e scaricare dal sito ufficiale della Camera di Commercio di Varese.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Punto Impresa Digitale al numero telefonico: 0332 295.309-361.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...