Home Page Business

PMI Trapani, bando voucher digitali I4.0: come partecipare

La Camera di Commercio di Trapani ha pubblicato il nuovo bando per le imprese: si concedono contributi a fondo perduto

DATA APERTURA dal 10 ago 2020 al 10 ott 2020
regione Sicilia

I Punti Impresa Digitale, conosciuti anche come PID, sono dei punti di riferimento per le aziende di piccole dimensioni seminate in tutto il territorio nazionale. Sono istituiti all’interno delle Camere di Commercio e hanno il compito di affiancare e sostenere le imprese nei percorsi di digitalizzazione. Con il bando PID della Camera di Commercio di Trapani, si stanziano circa 35 mila euro che serviranno per sostenere economicamente le aziende che vogliono avviare un processo di trasformazione digitale. Ecco un riepilogo del bando.

Scheda riassuntiva bando

  • Nome del bando: Bando PID – Anno 2020
  • A chi è rivolto il bando: MPMI di Trapani
  • Fondi disponibili: euro 35.516,25
  • Ente che eroga il finanziamento: Camera di Commercio di Trapani
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio invio domande online: 10 agosto 2020. Data fine invio domande online: 10 ottobre 2020

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando della Camera di Commercio di Trapani è approvare il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID) e quindi promuovere la cultura e pratica digitale delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) del territorio operanti in ogni settore economico, tramite iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad una visione green oriented del sistema produttivo.

Nello specifico, con il bando si vogliono attivare due misure (Misura A e Misura B) per raggiungere i seguenti obiettivi:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti qualificati nelle tecnologie 4.0;
  • promuovere l’utilizzo di servizi e soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali per attuare la strategia definita nel Piano Transizione 4.0;
  • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operative delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e ripartenza nella fase post-emergenziale.

Gli ambiti tecnologici, a cui devono essere legati i progetti, sono invece elencati all’interno dell’articolo 2 del bando. Per il bando è stato stanziato un fondo pari a 35.516,25 euro.

Soggetti interessati

Il bando si rivolge alle micro, piccole e medie imprese con sede legale o unità locale nella circoscrizione della Camera di Commercio di Trapani. Le imprese richiedenti devono essere attive, iscritte al Registro delle Imprese e in regola col pagamento del diritto annuale. Non dovevano trovarsi in difficoltà al 31 dicembre 2019.

Devono inoltre aver assolto gli obblighi contributivi e previdenziali ed essere in regola con le normative legate alla salute e sicurezza sul lavoro. Infine, i beneficiari del contributo non possono essere anche fornitori della Camera di Commercio di Trapani. I voucher vengono concessi alla singola impresa che può presentare una sola domanda di contributo.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Contributo

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto che non può superare il 70% delle spese ammissibili. Il contributo massimo è di 2.000 euro. Le imprese che possiedono il rating di legalità avranno una premialità di 250 euro nel limite del 100% delle spese ammissibili.

Spese ammesse dal bando

I richiedenti possono presentare le seguenti spese per ricevere il contributo:

  • servizi di consulenza e formazione legati ad una o più tecnologie previste nell’articolo 2 del bando;
  • acquisto di beni e servizi strumentali;
  • spese per l’abbattimento degli oneri di ogni natura, come spese di istruttoria, interessi, premi di garanzia.

Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2020 e fino al 120° giorno successivo alla concessione del contributo.

Termine di scadenza

Le domande possono essere presentate dalle ore 8:00 del 10 agosto 2020 alle ore 21:00 del 10 ottobre 2020.

Procedure e invio domanda

La domanda e tutta la documentazione devono essere presentate esclusivamente in via telematica attraverso lo sportello online “Contributi alle imprese” all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov. La domanda può essere anche inviata da un delegato abilitato. Tutta la documentazione da inviare è elencata nel bando. La domanda deve essere firmata digitalmente, pena l’esclusione dal contributo. Inoltre, è necessario segnalare un indirizzo PEC per tutte le comunicazioni ufficiali legate alla misura.

Controlli ed eventuale revoca contributi

Per la Misura A è prevista una procedura valutativa a graduatoria, secondo il punteggio assegnato al progetto; per la Misura B è prevista una procedura valutativa a sportello, in base all’ordine cronologico di arrivo della domanda. Le domande devono superare l’istruttoria amministrativo-formale e la valutazione del singolo progetto, che deve possedere i requisiti richiesti nel bando.

Il contributo viene erogato previa rendicontazione. Gli organi competenti sono autorizzati ad effettuare controlli per verificare che i lavori procedano nei modi e tempi indicati dal progetto. Il voucher viene revocato nel caso vi sia una mancata o difforme realizzazione del progetto, mancata trasmissione della rendicontazione entro i termini previsti, rilascio di dichiarazioni mendaci oppure in seguito all’impossibilità di effettuare controlli o nel caso questi ultimi abbiano esito negativo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e gli allegati si possono scaricare dal sito web della Camera di Commercio di Trapani.

Per informazioni è possibile contattare il Trapani – InforCenter, situato in Corso Italia n. 26 – 91100, ai seguenti recapiti telefonici: 0923/876.301 – 0923/876.302.

Guadagna tempo e clienti
con l’offerta digitale di Italiaonline

Scopri come

Caricamento contenuti...