Home Page Business

PMI Regione Molise, come accedere al finanziamento Mi Fido di TE

Mi Fido di Te è la misura della Regione Molise che permette alle aziende del territorio di ottenere liquidità in tempi brevi. Scopri tutti i dettagli

DATA APERTURA dal 13 giu 2016 fino ad esaurimento fondi
regione Marche

Parola d’ordine: liquidità. Ottenere un prestito per le aziende è diventato sempre più complicato: bisogna presentare garanzie, dimostrare di avere un bilancio in ordine e rispettare altre decine di requisiti. In questo modo molte aziende restano fuori dal circuito del credito e non riescono a fare investimenti produttivi per la loro crescita. Per questo motivo la Regione Marche ha attivato dal 2016 il prestito “Mi Fido di Te”, rivolto a tutte le PMI presenti nel territorio regionale che non riescono a ottenere un mutuo per fare investimenti produttivi. In totale la Regione ha stanziato quasi 9 milioni di euro che possono essere utilizzati per avere immediatamente liquidità.

Le domande sono gestite tramite procedura valutativa a sportello, ovvero in base alla data di spedizione di tutta la documentazione. Il soggetto gestore è Finmolise SpA.

Scheda riassuntiva bando Mi Fido di Te

  • Nome del bando: Il nuovo prestito Mi Fido di Te
  • A chi è rivolto il bando: PMI e liberi professionisti del Molise
  • Fondi disponibili: 8.716.497,15 €
  • Ente che eroga il finanziamento: Regione Molise
  • Le date da segnarsi sul calendario: Data inizio presentazione domande: dalle ore 10:00 del decimo giorno successivo alla pubblicazione sul sito www.finmolise.it del bando

Obiettivo e fondo stanziato

L’obiettivo del bando è agevolare l’accesso al credito da parte delle piccole e medie imprese e dei liberi professionisti che operano nella Regione Molise e che si trovano in difficoltà ad ottenere prestiti tramite i canali tradizionali. L’aumento di capitale a disposizione può essere utile per operare o investire in nuovi progetti e riprendere l’attività aziendale a pieno regime in tempi ridotti. Per raggiungere tali obiettivi è stato stanziato un fondo di 8.716.497,15 euro.

Soggetti interessati

Possono partecipare al bando le piccole e medie aziende (PMI) e i liberi professionisti che hanno sede legale e operativa nella Regione Molise.

Alla data di presentazione della domanda, le imprese devono essere iscritte al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio regionale da almeno 1 anno solare. Mentre, i liberi professionisti devono aderire a ordini professionali o associazioni riconosciute dal Ministero dello Sviluppo Economico da almeno 1 anno solare.

Sono escluse dal contributo le aziende che operano nei seguenti settori: tabacco, produzione e commercio d’armi e munizioni, gioco d’azzardo, attività che coinvolgono animali vivi in esperimenti, attività che comportino impatti ambientali, attività di sviluppo immobiliare, attività finanziarie e life science nelle restrizioni previste.

Contributo

Il contributo è concesso sotto forma di mutuo chirografario con le seguenti caratteristiche:

  • Importo minimo: 5000 euro.
  • Importo massimo: ¼ del fatturato conseguito dall’azienda o libero professionista nell’anno precedente alla richiesta, fino a 25.000 euro.
  • Durata: da 36 a 72 mesi.
  • Tasso di mercato in base alla Comunicazione 2008/C 14/02 della Commissione europea legato al metodo di fissazione dei tassi di riferimento e di attualizzazione.
  • Tasso di mora in caso di ritardo nei pagamenti: 2%.
  • Rimborso: rate mensili costanti posticipate.

Per avere il finanziamento non sono richieste garanzie, tranne che per le aziende in forma societaria per le quali è richiesta una fideiussione bancaria.

Spese ammesse dal bando

Non sono previste spese ammesse al bando, infatti la misura è pensata per offrire liquidità in tempi brevi che consenta alle imprese di gestire le spese operative o investire in altre attività per far crescere l’impresa.

Termine di scadenza

Le domande di partecipazione possono essere trasmesse a Finmolise SpA dalle ore 10:00 del decimo giorno successivo alla pubblicazione sul sito www.finmolise.it del bando, fino a esaurimento fondi. L’agevolazione ha avuto inizio a metà giugno del 2016.

Procedure e invio domanda

La domanda di finanziamento e tutta la documentazione devono essere inviate esclusivamente in via telematica ovvero tramite PEC al seguente indirizzo: finmolise@pec.finmolise.it. L’oggetto dell’e-mail dovrà essere il seguente: “Richiesta Nuovo prestito Mi fido di te”.

Controlli ed eventuale revoca contributi

L’istruttoria è gestita da Finmolise SpA in base all’arrivo in ordine cronologico delle domande. Ad ogni proposta verrà dato un punteggio e alla fine del procedimento di verifica verrà stilato l’elenco di beneficiari con i quali la regione sottoscriverà il contratto di finanziamento. I contributi verranno erogati in base alla disponibilità delle risorse del PAR FSC 2007/13 incamerate dalla Finmolise SpA.

I beneficiari sono tenuti a rispettare gli obblighi descritti nel bando e provvedere alla restituzione dei prestiti nei modi e nei tempi definiti, pena la revoca del contributo.

Per informazioni: mail, telefono, referente

Il bando e tutti gli allegati sono reperibili sul sito di Finmolise SpA.

Tutti i recapiti della Finmolise SpA sono disponibili nella pagina Contatti del sito web.

Caricamento contenuti...